Video di Natale assurdi: l’eroico pollo di KFC che sfida uno spietato tacchino

Consuelo Crespi
18 Dicembre 2018
1564 Visualizzazioni

Sono sempre stata una fan dei filmati YouTube che prevedono la lotta naturale tra due animali: giaguaro contro coccodrillo, serpente contro ragno, ippopotamo contro rinoceronte. Tra i video di Natale divertenti ce n’è uno che vince, per distacco demenziale, su tutti gli altri: quello dell’epica sfida tra il pollo KFC e il malefico tacchino-Lee Van Cleef.

Ho passato le notti a guardare la serie Netflix 72 animali pericolosi del Sud America, per vedere chi regnava sulla catena alimentare del pericolo, vinta da una vipera chiamata Ferro di lancia.

Ma mai avrei pensato di amare più di ogni altra cosa la lotta proposta da KFC come video di Natale: pollo vs tacchino.

Vi sto parlando della campagna natalizia dell’anno creata dall’agenzia Mother London per la famosa catena di fast food Kentuky Fried Chicken, diventata virale in ogni parte del mondo.

Lo spot si apre in un paesaggio innevato con il sottofondo di una melodia conosciuta: L’estasi dell’oro di Ennio Morricone che ci catapulta in uno scenario da spaghetti western. Infatti la campagna natalizia KFC è ispirata proprio a uno dei migliori film western dell’immaginario comune: Il buono, il brutto e il cattivo di Sergio Leone. Qui però i protagonisti non sono tre cowboy squilibrati ma un pollo che è scappato dal pollaio e cammina solitario tra la neve.

Dove starà andando?

Beh, se stiamo parlando di un western: è sicuramente alla ricerca del suo spietatissimo nemico…un tacchino grasso. Quando finalmente lo trova la battaglia ha inizio, il tacchino si impettisce mostrando la sua netta supremazia, è più grande, è più grasso e più spietato. Il pollo tenta di ghiacciarlo con uno sguardo feroce ma nulla sembra turbare il tacchino. Fino a quando arriva la mossa decisiva: il pollo sbatte le sue ali potentemente facendo scappare il tacchino che non si aspettava una reazione del genere.

L’assurdo video di Natale si conclude con il claim: I tacchini vanno e vengono, in riferimento al tipico pranzo anglosassone natalizio, il pollo è qui per restare, in riferimento al prodotto di KFC.

E’ una campagna talmente demenziale che l’unica cosa da fare è guardarla in loop almeno una ventina di volte e ridere senza sosta.

Dopo l’ennesima volta, tutto prende un sapore più drammatico perché realizzi che il nostro pollo temerario continuerà il suo viaggio del guerriero fino ad affrontare il nemico più spaventoso tra tutti gli animali: l’uomo. Che lo infilerà in una gabbia per portarlo alla macellazione.

Lì verrà stordito con strani marchingegni, dissanguato, gli verrano esportati la testa e gli arti, verrà scuoiato e tutte le viscere verranno strappate brutalmente.

Il suo viaggio finirà in una catena di imballaggio per venire distribuito da KFC, dove uomini grassi e insaziabili succhieranno fino all’osso quelle alette che lo avevano tanto aiutato a sconfiggere il temibile tacchino. A ben poensarci, il divertente video di Natale non è poi così divertente.

Sarebbe stato meglio per lui crepare da eroe.

 

LEGGI ANCHE:

Cortometraggio Apple Natale 2018: creativi, liberatevi dalle insicurezze!

Per Milano circola un tram Chanel N 5 profumo che sembra uscito da Grinch

Campagna natalizia Burberry: il Natale com’è davvero per noi millennial umani