Welfare aziendale come funziona per i Millennial: abbasso i voucher!

27 settembre 2018
3 Condivisioni 173 Visualizzazioni

Welfare aziendale come funziona per i Millennial? Più o meno possiamo tradurre la risposta così: “Abbasso i voucher e gli sconti!”. I lavoratori millennialisti non lo concepiscono più come convenzioni con le palestre e promozioni dal parrucchiere, quanto come possibilità di trovare un migliore equilibrio tra vita lavorativa e privata.

 

Se per noi Millennial tutto è fluido, i generi, il tempo, l’età… allora anche la separazione tra vita e lavoro non può essere netta. Ma perché il secondo non prenda il sopravvento bisogna trovare un equilibrio, il cosiddetto work-life balance.

 

Così è emerso dall’indagine della startup Jointly – Il welfare condiviso che ha intervistato 3.200 dipendenti tra i 18 e i 35 anni di più di 10 aziende italiane, tra cui Acli Milano, Banca Etica, Coopservice, Discovery, Etica sgr, Ferrovie dello Stato, Invitalia, Unipol e Ynap.

 

Rispetto ai colleghi più anziani, noi Millennial siamo più propensi all’utilizzo delle iniziative di welfare (ne è interessato il 75%). E a dimostrazione della minore centralità del lavoro nelle nostre vite e della crescente volontà di investire sul tempo libero e sulla cura del sé sono i dati: più della metà degli intervistati utilizza almeno due iniziative di welfare messe a disposizione della propria azienda.

 

Ma ci interessano sempre meno le convenzioni per palestre e parrucchiere e sempre di più le attività di volontariato (857), le occasioni di socializzazione (171), l’attività di formazione (102 persone) e le opportunità di adottare orari di lavoro flessibili (93). Vogliamo più tempo di qualità da dedicare a noi, alla nostra crescita e formazione personale, al nostro benessere psicofisico e relazionale e meno al vantaggio economico individuale.

È come se la nostra generazione, forse anche per l’incertezza economica attuale e la conseguente minor possibilità di risparmio, avesse deciso di non guardare più al lavoro come mera fonte di guadagno e componente centrale della propria vita, ma come un mezzo per vivere.

 

Dopo avere scoperto il welfare aziendale come funziona per i Millennial, LEGGI ANCHE:

60 anni dopo la legge Merlin. Ora lo possiamo dire: è un fallimento tragicomico

Elon Musk: oh, comunque sto costruendo un drago cyborg. Ci manca solo Ue Raga!

Per guadagnare follower su Instagram non devi per forza girare nuda per il Mandarin Oriental di Milano

Potrebbe interessarti

Scarpe V design: lusso intelligente per Millennial dal cucchiaio di legno
Moda
7 condivisioni65 visualizzazioni
Moda
7 condivisioni65 visualizzazioni

Scarpe V design: lusso intelligente per Millennial dal cucchiaio di legno

Consuelo Crespi - 20 ottobre 2018

Le scarpe V design sono un connubio di lusso e minimalismo, e un ritorno all’artigianalità italiana. Per Millennial che, al…

Something in the Way testo: i Nirvana ci hanno rovinato l’adolescenza  
Cultura
2 condivisioni52 visualizzazioni
Cultura
2 condivisioni52 visualizzazioni

Something in the Way testo: i Nirvana ci hanno rovinato l’adolescenza  

Consuelo Crespi - 19 ottobre 2018

Questa mattina mi sono svegliata e, scrollando le varie pagine social, una notizia spaventosa mi è capitata davanti agli occhi. “NIRVANA REUNITED”, con l’immagine…

Euforia, il nuovo film di Valeria Golino: il coitus interruptus della morte
Arte
2 condivisioni59 visualizzazioni
Arte
2 condivisioni59 visualizzazioni

Euforia, il nuovo film di Valeria Golino: il coitus interruptus della morte

Valeria Mangano - 19 ottobre 2018

Euforia è il nuovo film di Valeria Golino, seconda opera dopo l’esordio alla regia con Miele (2013). Se state immaginando…