fbpx

Come trovare l’anima gemella senza gli algoritmi. L’estate dell’app di dating senza l’app

6 Agosto 2022
97 Visualizzazioni

Alt! Non pensiate che torni tutto come prima: il fatto che una coppia su tre si formi ormai grazie a alle app di dating è incontrovertibile. Ma questo è il periodo in cui la socialità, appena riesplosa, può far sperare di farcela con le proprie forze…

Più rimani single e più ti accanisci su Tinder, Badoo, Meetic e compagnia bella? Ti sei convinto di non essere più in grado di flirtare con la prima/il primo che incontri per strada? Hai già preso troppi granchi da profili che parevano matchare perfettamente?

Non tutto è perduto. E l’agosto della socialità ritrovata può essere l’occasione per un ripassino dal vivo di buone maniere, sguardi complici e un racconto di se stessi più trasparente rispetto ai social.

Tanto le app di dating non spariranno, anzi. Alla fine del 2022 saranno quasi 200 milioni gli utenti iscritti in cerca dell’anima gemella (o un fidanzamento, o una storia, ci siamo capiti) tramite le app più note.

Si può essere d’accordo o meno con un business che si fonda sul come trovare l’anima gemella in modo rapido. E business lo è: i ricavi crescono al ritmo del 6,25% annuo e il mercato dovrebbe segnare i 4.7 miliardi di dollari entro il 2026. Per un numero di utenti che arriverà a 501,7 milioni.

Ma se volete sapere quanto istinto e coraggio vi è rimasto senza l’aiuto dell’algoritmo, questa estate 2022 è il momento giusto.

Iniziamo un ripasso di base:

  1. Ritorna talmente ottimista da essere considerato psicotico

Avrai passato quel periodo magico, no? Quell’adolescenza in cui il sogno dell’amore è più forte dell’amore stesso, ma tu non lo sai. Si è pronti a tutto per assecondare il cuore. Se poi sei un millennial o un elder millennial non hai certamente potuto godere fin dai primi fremiti delle app di dating. Quindi recupera quell’entusiasmo irrazionale, tale da farti considerare psicotico da familiari e amici.

Essere convinti che  l’amore in un modo o nell’altro ti incontrerà è un passaggio chiave. Può essere che ti sia convinto di essere l’ultima persona rimasta single al mondo. Non è vero e non sarà un app di dating a salvarti. Però quei cervelloni delle app una cosa vera la insegnano (in posti come la Smart Dating Academy. Ossia che bisogna considerare il trovare l’anima gemella come un “quando” e non come un “se”. Abbi fede, non importa se ci vorranno 10 momenti giusti o 100, succederà. Impara a uscire per andare a concerti, in spiaggia o a ballare sfoderando il tuo miglior sorriso e quell’ottimismo psicotico dei 14 anni.

  1. Prepara un piano di attacco

Nel passaggio dalle app alla vita reale una sola cosa è importante: acquisire informazioni sufficienti a mettere in atto un piano strategico. L’amore c’entra con il destino? Non proprio. Pianificare sarà anche poco romantico. Ma se già hai la molla carica e punti non solo alla storiella ma all’anima gemella devi preparare un piano che sia realistico.

Attenzione: il piano non deve servire a dissimulare ciò che si è veramente. Quello si fa sui social e in genere porta a cocenti delusioni. Si tratta di adattare il proprio modo di essere a un’azione di corteggiamento che, per vergogna o scarso allenamento, non sappiamo praticare. Ci sono tre fattori da considerare nel piano:

  • Un luogo reale. Visualizzare i posti dove potrete incontrare persone in carne e ossa. Alle feste, al lavoro, al supermercato. No Metaverso allowed. Quindi via il telefono, guarda in giro senza stancarti e sorridi alle persone. Tutte. Inizia una conversazione piacevole e vedrai che comincerai ad attrarre gente.
  • Una postura convinta. Puoi avere addosso tutti gli status symbol e i loghi più fighetti addosso, ma se terrai la postura del muflone depresso non ti resterà che tornare a patire sulle app di dating o nel Metaverso. Schiena dritta, maglietta che sa di bucato, e ogni minimo difetto (o quello che si crede essere tale) portato ed esibito con orgoglio.
  • Appuntamenti combinati: quello che fa oggi un’app di dating e che chiamiamo “match” in realtà si chiama “combino” ed esiste dalla notte dei tempi. Tutti abbiamo o possiamo procurarcelo più facilmente di un partner, un “super connettore”, quella persona estroversa e simpatica che ama far conoscere persone nuove. Individua il tuo “super connettore”, vacci a pranzo e chiedi il suo aiuto. Fa sì che diventi parte del tuo team e vedrai che lavorerà per te.

 

  1. Dì “sì” a tutto

Impegnati a dire di sì a tutti gli inviti estemporanei che ti capitano. Nelle app di dating puoi tergiversare, nell’agosto 2022 no. Non se ne parla, l’esercizio non prevede indecisioni. Tranne se la persona ha qualcosa che non ti convince, in tal caso ascolta il tuo sesto senso e agisci con buon senso.

Se non vi appare in testa la scena di Attrazione Fatale in cui la danneggiata con cui Michael Douglas ha una storia gli fa bollire il coniglio della figliola, abbiate il coraggio di buttarvi. Sfruttare tutte le opportunità che si presentano significa avere un approccio gioioso. Ma evitate situazioni in cui vi trovate da soli. Non soltanto per evitare le aggressioni, ma anche per mostrare subito che si è amanti della socialità e non di un modello di coppia narcisista avvitata su se stessa.

  1. Organizza il dopo-appuntamento

Se non hai usato una macchina del tempo, dopo l’incontro magico fa in modo di non rimanere fregato dall’inevitabile azione di intelligence che la persona metterà in atto, una volta a casa sua. Il temibile fact checking sui social netework.

Fatti due domande: pensa alle foto che troverà di te. Se hai nascosto qualcosa che poi hai spiattellato sui social, ciaone. Fai un esame sulle banalità e gli stereotipi dai tuoi post. Se non ti appartengono perché sei andato dietro al gregge, è ora di rimediare. Approfittane per dare una bella ripulita. E per rimarcare la tua personalità nel modo più autentico.

Potrà non funzionare, ma in tal caso tornerai all’app di dating dopo aver imparato che l’autenticità del tuo modo di essere non potrà mai più essere manipolata. Da te o dall’algoritmo.

Buone vacanze.

LEGGI ANCHE:

Tinder VS Bumble, qual app di dating è meglio per i millennial?

Ho provato la modalità festival di Tinder, e poteva andare peggio

Tutto su Stir, il Tinder per genitori single