Amore social? No, spegnete i telefoni e amatevi!

L'instalove è la tendenza delle coppie, ma tutto questo social fa bene alla coppia?

20 settembre 2017
50 Condivisioni 1285 Visualizzazioni

E vissero per sempre social e ansiosi. Instagram, Facebook, Messanger, Whatsapp, Twitter sono una grandissima fonte di tensione per tutte le coppie al tempo dell’amore social. Non esistono più barriere. Siamo sempre esposti alla minaccia d’altri corteggiatori. E si sa: ci piace piacere. Neanche tutto l’amore del mondo ci farà chiudere ogni porta in faccia agli spasimanti. Manterremo sempre una fessura aperta, in caso un giorno possa servire.

Se i nostri nonni sono stati insieme per una vita è anche perché loro non erano ogni giorno e ogni minuto a disposizione di like, direct e commenti. Non avevano bisogno di postare le foto di loro o della bella vita che facevano per sentirsi sicuri e attraenti. Loro a malapena si potevano scegliere, ma si amavano e si vivevano nella loro intimità. Niente foto di mani che s’incrociano su romantici tavolini (il che è il minimo che si possa trovare ora sui social). Perché la nuova tendenza è proprio elogiare l’amore social, bello e ricco. Così le coppie comuni sognano di essere radiosi, abbronzati, felici e belli come le coppie di questi celebri giovani “innamorati”, che passano le loro giornate mangiando noci di cocco, arrampicandosi sulle palme e schizzandosi in mari cristallini.

http://

Ma questa non è la vita reale, ahimè! E’ solo amore social. Perciò dovremmo seguire alcune regole per far si che l’iperconnessione non sminuisca la nostra normale e “umile” quotidianità amorosa, e soprattutto non la  rovini.

Prima di tutto, la cosa peggiore che voi possiate fare è creare profili di coppia (in fondo persino i cani e i gatti ormai sono sui social). Non scambiatevi gli accessi, e non perché si abbia qualcosa da nascondere, ma perché un tempo esisteva una cosa chiamata intimità e privacy, dove ci si poteva confidare con la propria migliore amica, senza esser obbligata a renderne partecipe anche il fidanzato.

Dopo di che ci sono le storie, le dirette e i selfie: valanghe e valanghe di foto di coppia, che dovrebbero esser vietate non solo a chi soffre di diabete ma anche ai minori. Non dimentichiamoci del famoso #aftersex che girava fino a poco tempo fa. Abbiate rispetto per chi non ha un partner, ma soprattutto per voi stessi e per la vostra relazione. Non pubblicate le foto di voi due che dormite avvinghiati seminudi o che vi lavate i denti a vicenda. Non è romantico, è patetico.

http://

via GIPHY

Poi ci sono i commenti, le dediche e i ricordi di Facebook. Nient’altro altro che un modo per confermare al mondo il vostro folle e smisurato amore social, che qualche mese dopo cancellerete perché vi sarete lasciati e il “sei la cosa più bella che ho”, “non vivo più senza te” va a farsi una bella passeggiata. Inoltre ricordatevi che i vostri post arriveranno anche agli ex e ai possibili amanti: perciò pensateci bene prima di scrivere pubblicamente ciò che succede tra voi, se avete litigato, se avete fatto pace e quando l’avete fatto l’ultima volta.

Ma aspettate, il problema non sono solo i social perché una delle fantastiche app che sua maestà l’Iphone ci offre per incasinarci ancora di più la vita è proprio Trova il mio Iphone. Basterà usare gli accessi del vostro partner per sapere ogni minimo secondo la sua posizione precisa. Così se sarà fermo a un semaforo per troppo tempo gli potrete rimproverare di aver offerto un caffè ad una figa stratosferica incontrata all’incrocio. Che bello l’amore social!

Leggi anche: Credere all’oroscopo è una follia? Allora perché in fondo c’azzecca sempre?

Potrebbe interessarti

Scarpe V design: lusso intelligente per Millennial dal cucchiaio di legno
Moda
7 condivisioni65 visualizzazioni
Moda
7 condivisioni65 visualizzazioni

Scarpe V design: lusso intelligente per Millennial dal cucchiaio di legno

Consuelo Crespi - 20 ottobre 2018

Le scarpe V design sono un connubio di lusso e minimalismo, e un ritorno all’artigianalità italiana. Per Millennial che, al…

Something in the Way testo: i Nirvana ci hanno rovinato l’adolescenza  
Cultura
2 condivisioni52 visualizzazioni
Cultura
2 condivisioni52 visualizzazioni

Something in the Way testo: i Nirvana ci hanno rovinato l’adolescenza  

Consuelo Crespi - 19 ottobre 2018

Questa mattina mi sono svegliata e, scrollando le varie pagine social, una notizia spaventosa mi è capitata davanti agli occhi. “NIRVANA REUNITED”, con l’immagine…

Euforia, il nuovo film di Valeria Golino: il coitus interruptus della morte
Arte
2 condivisioni59 visualizzazioni
Arte
2 condivisioni59 visualizzazioni

Euforia, il nuovo film di Valeria Golino: il coitus interruptus della morte

Valeria Mangano - 19 ottobre 2018

Euforia è il nuovo film di Valeria Golino, seconda opera dopo l’esordio alla regia con Miele (2013). Se state immaginando…