Quel senso di attesa…consigli psicologici per l’isolamento da coronavirus

Avatar
18 Marzo 2020
433 Visualizzazioni

Siamo oramai alla seconda settimana di isolamento forzato. Come vola il tempo quando ci si diverte, eh? Scherzi a parte, è un momento che sta mettendo alla prova tutti quanti, su più fronti. In un’epoca in cui, passo dopo passo, abbiamo costruito una società smart, veloce, dove tutto è a portata di mano, dove ci si muove velocemente tra la cultura dello sharing e i voli low cost, ecco cosa ci troviamo ad affrontare: l’attesa.

Noi Millennial l’abbiamo sperimentato da molto poco. Sempre di corsa e sempre impegnati, la sensazione che proviamo ora è di trovarci in una bolla piena di incertezze e di aspettative non ben definite.

Per chi è genitore, poi, non ne parliamo: avere casa, lavoro e figli da gestire può portare con sé davvero tante difficoltà. Ora, non sono madre e non so cosa significhi realmente, lo posso solo lontanamente immaginare.

Basta parlare di isolamento: parliamo di responsabilità sociale

Ma vorrei proporvi un cambio di prospettiva, iniziando intanto a non usare più la parola isolamento, che fa molto prigionia, per sostituirla con due paroline magiche: responsabilità sociale. Perché è di questo che si tratta: ciascuno di noi si sta impegnando a rimanere a casa per ridurre la diffusione del virus e salvaguardare noi stessi, i nostri cari, i nostri amici e, quindi, il nostro paese. Abbiamo la possibilità di fare i guerrieri, stando comodamente a casa.

 

Dio benedica la connessione

Il secondo aspetto che vorrei sottolineare è: siamo una generazione smart, ci siamo inventati di tutto e di più per essere il più possibile veloci e agili. Condividiamo il nostro successo!

Mi sto riferendo alla possibilità che abbiamo di essere connessi con chiunque in qualsiasi momento. “La generazione sempre connessa”, ci chiamano: mai come ora questa definizione ci rappresenta.

Certo, le condizioni ci costringono a stare sempre a casa e a uscire solo in caso di necessità ed è per questo che dobbiamo reinventarci.

 

Il lavoro ti salva dall’angoscia

Vorrei quindi condividere alcuni suggerimenti per uno smart working efficace. Fatta salva la prima settimana durante la quale lo sbando ha giustamente preso il sopravvento, ora è bene riprendere le nostre abitudini. Anche se scandita da ritmi rallentati, è importante per il nostro organismo avere una routine da seguire:

  1. Fate una buona e carica colazione;
  2. Lavatevi, vestitevi, pettinatevi e truccatevi come se doveste uscire;
  3. Seguite la to do list che vi siete preparati il giorno prima;
  4. Fissate meeting con i colleghi e cercate di vedervi con la webcam;
  5. Fissate delle pause caffè/aperitivi con colleghi e/o amici;
  6. Rispettate gli orari di lavoro: fate la pausa pranzo e quando è ora di spegnere il pc, mettetelo da parte. È importante staccare il cervello e prendersi dei momenti di svago. Questo ci permettere anche di scindere in maniera netta i giorni lavorativi dal weekend, evitando il rischio che i giorni si susseguano in maniera indefinita.
  7. E ora che, finalmente, abbiamo del tempo in più per noi, dedichiamoci a quelle passioni che troppo spesso sacrifichiamo. Leggere, cucinare, guardare documentari, prendersi cura della casa – sono solo alcune delle cose che possiamo fare!

Sono sicura che tutti questi piccoli accorgimenti, sommati tra di loro, avranno un impatto positivo su di noi e quindi sulla qualità del nostro lavoro!

Alcune proposte per svagarci in casa

Condivido alcuni link che possono darci spunto per fare attività che normalmente non ci verrebbero in mente: visitare i musei più importanti nel mondo comodamente dal divano!

 

  1. Pinacoteca di Brera – Milano https://pinacotecabrera.org/
  2. Galleria degli Uffizi – Firenze https://www.uffizi.it/mostre-virtuali
  3. Musei Vaticani – Roma http://www.museivaticani.va/content/museivaticani/it/collezioni/catalogo-online.html
  4. Museo Archeologico – Atene https://www.namuseum.gr/en/collections/
  5. Prado – Madrid https://www.museodelprado.es/en/the-collection/art-works
  6. Louvre – Parigi https://www.louvre.fr/en/visites-en-ligne
  7. British Museum – Londra https://www.britishmuseum.org/collection
  8. Metropolitan Museum – New York https://artsandculture.google.com/explore
  9. Hermitage – San Pietroburgo https://bit.ly/3cJHdnj
  10. National Gallery of art – Washington https://www.nga.gov/index.html

Per approfondimenti.

  • Inventiamoci delle #prontopeople challenge! Mi piacerebbe iniziare con l’outfit più stiloso della settimana – condividiamo e votiamo il vincitore!!ù

 

  • Infine, vi propongo uno spazio di ascolto: le reazioni con cui ci troviamo ad affrontare questa situazione sono estremamente soggettive e avere dei momenti di sconforto è normale…Cari Millennial, scriveteci su Facebook.

Leggi anche: