fbpx

Esiste ancora il “per sempre”? Amore e coppia: parla l’esperta

29 Maggio 2023
1173 Visualizzazioni

La differenza di età nelle coppie è un argomento piuttosto di moda, soprattutto se il gap riguarda la donna più grande. I social pullulano di videotestimonianze di questo genere, ma forse è il caso di fare una riflessione diversa. È veramente la differenza di età che fa sì che una coppia duri? E le divergenze di interessi, cultura, situazione economica e religione quanto contano? 

Per quello che vedo nella realtà delle persone che mi circondano, sia in ambito clinico che personale, ho l’impressione che le coppie attualmente siano programmate per durare un certo numero di anni e che poi debbano essere sostituite, come gli elettrodomestici che non durano più come un tempo.

Anche le coppie apparentemente inossidabili con interessi e attività in comune a un certo punto, con stupore di tutti, si lasciano. È un fenomeno che si osserva sempre più spesso, soprattutto nelle coppie con figli una volta che questi raggiungono una certa autonomia e finisce il periodo dell’accudimento primario. Si potrebbe forse dire che le coppie senza figli abbiano basato la loro unione su altri obiettivi, ma non è così semplice. Infatti, quando si hanno 30/40 anni, se non si è d’accordo sul progetto di procreazione la coppia “scoppia”.

Quando l’amore non è per sempre : i numeri del divorzio

Nel 2022 le richieste di divorzio hanno raggiunto quota 7.000 nei primi 10 mesi dell’anno. Si tratta di un aumento significativo rispetto al 2021 (attorno al 25%). Il picco di richieste è arrivato soprattutto nel mese di settembre, con un aumento del 135% rispetto a quelle di settembre 2021. La durata dei matrimoni in Europa è in media dagli 8 ai 12 anni. Non ci sono statistiche sulle coppie non ufficializzate, ma ognuno di noi può fare una statistica personale e valutare, basandosi sulla propria esperienza personale, quante coppie effettivamente stanno ancora insieme dopo 10 anni.

È logico che le persone che da tempo portano avanti relazioni stabili conoscono più coppie solide, ma se si allarga la cerchia e si prendono in esame soggetti al di fuori degli amici più stretti, sicuramente la prospettiva sarà diversa.

Forse, oggi, essere in coppia non è più così indispensabile per riuscire a vivere. D’altra parte, se osserviamo il proliferare delle app di incontri, pare invece che le persone non pensino ad altro che a trovare l’anima gemella. Qualcosa non torna, quindi, e il bisogno di essere in relazione si fa comunque sentire.

Esiste ancora il "per sempre" nelle coppie di oggi?

Il parere dell’esperta

A mio parere la sfida di chi vive una vita di coppia è quella di sopravvivere a un mondo di iperstimolazione, continuando a coltivare uno spazio di intimità che cresce come un guscio protettivo ma che al contempo, per osmosi, assorbe ossigeno dall’esterno.

È una sfida impervia e non ci è dato sapere chiaramente se resistono di più le coppie formate da persone simili o differenti, quelle in cui ognuno coltiva i propri spazi o quelle in cui si condividono interessi in comune. Qui ognuno la pensa diversamente, come nei dibattiti politici sulla destra e sulla sinistra.

Se invece parliamo di coppie temporanee (su Tinder è molto di moda la bio “niente di serio, ma poi vediamo“) il discorso si alleggerisce e il margine di tolleranza si amplia. Questo sempre se, come ci hanno insegnato il diritto e la sessuologia, si è in presenza di due adulti consenzienti. 

Insomma, sono ancora tanti gli interrogativi e ben poche risposte certe: ognuno deve capire e capirsi, per poi trovare la dimensione che più gli è congeniale per stare bene.

Leggi anche: