Misurare la lunghezza del pene. Un’idiozia? Noi maschi facciamo di peggio

6 settembre 2017
2 Condivisioni 771 Visualizzazioni

La lunghezza del pene è una di quelle cose che collocano il maschio di homo sapiens un gradino evolutivo sotto il gibbone cenerino. Il fallo dovrebbe essere la punta di diamante del suo organo riproduttivo. E uno strumento di piacere (non solo del possessore, si spera). Eppure, gli uomini ci si gingillano nei modi più cretini. In fondo è un dispositivo antistress sempre a portata di mano.

1. Ci misuriamo il pisello

Un classico. Misurare la lunghezza del pene (e la sua larghezza) è un qualcosa che ha a che fare con la nostra indole e probabilmente abbiamo cominciato a farlo sin dai tempi delle elementari. Spingiamo ben bene il righello in giù, contro l’inguine, per guadagnare qualche centimetro e cerchiamo di estorcere le misurazioni dei nostri amici con domande calcolatamente distratte.

2. Lo fotografiamo

E poi lo ammiriamo da diverse angolazioni. Ok, non dico che lo facciamo sempre, ma almeno una volta nella vita tutti noi ci siamo fotografati il pisello (e probabilmente era anche più bello della faccia).

3. Lo facciamo scattare in avanti

Lo portiamo sullo stomaco e poi lo facciamo scattare in avanti, come una molla o una trappola per topi. Se è in forma, al ritorno sbatte perfino contro la pancia. Lo ammetto, fra tutte le cose idiote che facciamo con il pene questa è una delle mie preferite. Non è divertente? Sciaf!

4. Proviamo ad inserirlo nelle cose

Proprio così, vorremmo fosse un passe-partout di carne. Se la natura fosse meno fiscale e razzista, ingravideremmo porte, elettrodomestici, cassettiere. In realtà, non so cosa ci sia di divertente, ma come resistere alla voglia incontenibile di inserirlo nel rotolo della carta igienica oppure dentro una bottiglia con il collo grande?

5. Ci tocchiamo i peli dei testicoli

Alcuni lo fanno di rado, ma ho letto da qualche parte che per altri è una vera e propria abitudine compulsiva quella di giocare con i peli dei testicoli. Personalmente lo trovo molto rilassante. Consiglio per le aziende: commercializzate un piccolo pettine, dai denti gommosi, per tenere la chioma scrotale sempre ben lisciata.

6. Lo dondoliamo senza l’uso delle mani

Perché a noi piace dondolarlo e farlo andare su e giù mentre le mani rimangono dietro la nuca. Altro che giocolieri fantasisti! Negli spogliatoi di calcio la pratica raggiunge il suo livello massimo: l’elicottero. Senza l’ausilio di nessun arto, il centravanti o il mediano riescono a far compiere al proprio pene un giro di 360 gradi. OOOOOlè!

Se oltre a misurare la lunghezza del pene, per caso, a volte, vi capita di usarlo, leggete qui gli errori più comuni che si fanno col preservativo.

Potrebbe interessarti

La Milano Fashion week settembre 2018 ha riaperto la piaga delle calze femminili
Moda
34 visualizzazioni
Moda
34 visualizzazioni

La Milano Fashion week settembre 2018 ha riaperto la piaga delle calze femminili

Anna Giulia Bevilacqua - 24 settembre 2018

Nel best of della Milano Fashion Week settembre 2018 rientrano di certo i collant della collezione Moschino realizzata da Jeremy…

Festival della Statistica: i millennial non si riproducono. Rischio estinzione
Famiglia
35 visualizzazioni
Famiglia
35 visualizzazioni

Festival della Statistica: i millennial non si riproducono. Rischio estinzione

The Millennialist - 24 settembre 2018

Andate, andate nei bordelli delle bambole di silicone: fra 100 anni in Italia ci saranno solo 16 milioni di abitanti…

Morire di Selfie: la storia del fotografo che decomponeva la gente
News
2 condivisioni143 visualizzazioni
News
2 condivisioni143 visualizzazioni

Morire di Selfie: la storia del fotografo che decomponeva la gente

Mordeicani Richler - 23 settembre 2018

Morire di selfie. Racconto su un fotografo che si è suicidato per immolarsi alla suprema arte dei Millennial. Giorgio era…