Wasting my young years testo: adatto alla masturbazione come dicono?

12 dicembre 2018
4 Condivisioni 357 Visualizzazioni

Wasting my young years testo: dicono che sia perfetta da ascoltare dopo la masturbazione, ma…perché?! Questa canzone dei London Grammar, uscita nel 2013, è tornata alla ribalta in questi giorni per esser stata utilizzata come colonna sonora della nuova serie tv Netflix, Baby.

Wasting my young years testo  parla sostanzialmente di come l’adolescenza possa sfuggire di mano e venire sprecata in favore dell’esigenza di sentirci più grandi. Ma quella che vi propongo oggi è un’altra interpretazione.

 

Qualche giorno fa, ascoltando Wasting my young years testo su Youtube e leggendo i commenti sottostanti, sono morta dalle risate per un Millennial che ha dato la sua personale visione al brano, definendolo come la sua: “Official after-masturbation song.” – la canzone perfetta dopo la masturbazione.

Se avete sentito questo brano, potete confermare con me che si tratta di una canzone tutt’altro che felice. La cantante, Hannah Reid, durante il ritornello ripete:sto sprecando la mia gioventù” ,“la stiamo sprecando tutti, “sto ripercorrendo vecchie idee”, raggiunge delle tonalità talmente alte che trasformano il brano in un grido disperato, che ti smuove dentro un po’ di tutto.

Allora mi sono immaginata la scena di questo Millennial, chiuso nella sua camera, dopo un video porno, con un rotolo di Scottex quasi finito, che piange ascoltando la drammaticità di Wasting my young years testo. Perché dovrebbe farlo se la masturbazione è, tutto sommato, un momento felice?

La storia, secondo me, è questa: il nostro ragazzo Millennial, probabilmente non fa sesso da tanto tempo… mesi, anni? E dopo il quarto video porno della settimana, si accorge di essere, per l’ennesima volta, solo nella sua stanza con mille fantasie e pochi fatti. “I’m wasting my young years”. Quando tornerà a farlo realmente?

Vivere dei momenti di magra sessuale è normalissimo. E’ strano, invece, vivere periodi di astinenza forzata che si protraggono per molti mesi e addirittura anni. Lo dico perché mi sono accorta che intorno a me troppi dei miei amici vivono una situazione del genere: da chi, dopo essersi lasciata col fidanzato quattro anni fa, non ha più visto un uomo, a chi non lo fa da nove… NOVE anni, a chi racimola massimo quattro scappatelle all’anno.

Sentendo le loro storie mi chiedevo se fosse possibile sopravvivere a tre o cinque anni di astinenza sessuale senza impazzire, senza ascoltare Wasting my young years testo piangendo sotto la doccia. Evidentemente sì, e anche la scienza conferma l’astinenza sessuale della nostra generazione:

secondo uno studio della San Diego State University la nostra generazione fa meno sesso delle precedenti, quasi sta smettendo di farlo del tutto. E come se non bastasse, la rivista specializzata Archives of Sexual Behavior, ha cercato addirittura di propinarci l’appellativo di generazione “post-sessuale”.

Le motivazioni sono semplici e ancora una volta la colpa è della rivoluzione digitale che ha cambiato le premesse all’atto sessuale. Prima, senza mezzi di comunicazione virtuale, il contatto tra persone era inevitabile e si finiva per forza di cose a far sesso. Oggi ci nascondiamo dietro i nostri schermi, disabituandoci piano piano al contatto fisico con le persone… i rapporti, quando ci sono, diventano occasionali perché farlo tre volte con la stessa persona fa paura, diventa sinonimo di matrimonio.

Inoltre noi abbiamo i like, che sono dei mini rapporti sessuali, per l’eccitazione e la libido che riescono a trasmetterci. Tengono a bada i nostri istinti e li sostituiscono con l’approvazione mediatica. Più il sesso è presente nel nostro mondo virtuale, più finisce per smaterializzarsi nella nostra vita reale trasformandosi in un’idea, in una conversazione erotica in chat.

L’astinenza sessuale del Millennial, dunque, non è una scelta ma un risultato di influenze esterne che assumiamo inconsapevolmente. L’uomo è un animale particolare, proprio perché è l’unico in grado di andare contro ai propri istinti naturali.

Altra curiosità: i rapporti sessuali sono diminuiti, ma sono impennate le ansie, le depressioni e l’uso di ansiolitici tra le nuove generazioni come mai prima d’ora.

Cosa devono fare, quindi, tutte quelle persone che piangono ancora, dopo mesi di astinenza sessuale? Quelli a cui l’appellativo di generazione post-sessuale fa proprio schifo?

A mio parere dovrebbero provare con una piccola rivoluzione: spesso mi sono chiesta perché il tizio in metro di fianco a me non mi proponesse una scappatella veloce, alla prossima fermata, invece di star al cellulare per tutto il tempo. Ecco, siate voi quella persona che ho sempre immaginato, chiedete di far sesso agli sconosciuti in metro, a quelli che stanno in fila alla posta, andate a bussare ai vostri vicini di casa. Rompiamo questo incantesimo, torniamo a consumare le cose giuste, perché nessuno di noi pensa veramente che internet sia più divertente del sesso. Dimostriamolo al mondo.

Ci vuole solo un po’ di coraggio per accontentare noi stessi e lasciar stare la reputazione che tanto cerchiamo di mantenere, la stessa che ci lascia soli in cameretta a piangere davanti a video porno. E se arrivate a QUATTRO ANNI di astinenza, piuttosto, uscite di casa nudi con un bel cartello attaccato al collo che recita “cerco sesso almeno due volte a settimana: il lunedì e il giovedì.”, auto-promuovetevi, coraggio, io sono dalla vostra parte.

Prima che prendiate una decisione rilevante vi scrivo Wasting my young years testo, che spiega perché non vale la pena sprecare la nostra giovinezza. Riflettete: se non lo fate oggi, poi a 57 anni, chi ci piglia più?

 

Wasting my young years testo:

 

You crossed this line

Do you find it hard to sit with me tonight?

I’ve walked these miles but I’ve walked ’em straight lined

You’ll never know what was like to be fine

 

I’m wasting my young years

It doesn’t matter

I’m chasing old ideas

It doesn’t matter

 

Maybe…

We are

We are

Maybe I’m wasting my young years

Maybe…

We are

We are

Maybe I’m wasting my young years

 

Don’t you know that it’s only fear

And I wouldn’t worry, you have all your life

I’ve heard it takes some time to get it right

 

 

I’m wasting my young years

It doesn’t matter

I’m chasing old ideas

It doesn’t matter

 

Maybe…

We are

We are

Maybe I’m wasting my young years

Maybe…

We are

We are

Maybe I’m wasting my young years

 

I don’t know what you are

Don’t leave me hanging on

Don’t know what you are

Don’t leave me hanging on

 

LEGGI ANCHE:

Usate i sex toy degli Avengers per trasformarvi in supereroi dell’orgasmo!

Effetto preservativo: una cosa utilissima di cui faremmo volentieri a meno

Pussypedia: non ci capisci niente di donne? Almeno capiscine di vagine