Catalogo dei MILLENNIAL #47 Andrea Zamperoni. La tua enciclopedia dei millennial

Avatar
25 Agosto 2019
974 Visualizzazioni

Chi era Andrea Zamperoni, lo chef di Cipriani trovato morto a New York

NOME Andrea Zamperoni
LUOGO NASCITA Casalpusterlengo (Lodi)
DATA NASCITA 23 dicembre 1985
SETTORE Ristorazione
NAZIONALITÀ Italiana
MILLENNIAL FACTOR Iperconnesso, Globale

Chi era

«Working, working, working». Era aprile, quattro mesi prima della sua morte, quando lo chef Andrea Zamperoni scriveva questo post su Facebook. Si trovava a Miami, in Florida, e come in tutti i suoi scatti sembrava pienamente soddisfatto di vivere il suo sogno americano.

La notizia della sua scomparsa prima e della sua morte poi è arrivata come un fulmine a ciel sereno nelle case dei tanti italiani immigrati in quel di New York, abbagliati dal fascino innegabile della Grande Mela, che si erano attivati nel tam tam per ritrovarlo.

L’eco dell’evento, inevitabilmente, è arrivata fino alla provincia di Lodi, nella frazione di Zorlesco a Casalpusterlengo, dove Andrea è nato e cresciuto. Così come nell’intera Penisola impegnata a seguire dagli smartphone sotto gli ombrelloni la crisi definitiva del Governo Lega-M5s.

Andrea Zamperoni era un millennial cittadino del mondo anche se saldamente legato ai valori familiari. Con il suo lavoro da chef per la catena di ristoranti Cipriani, aveva scovato il modo perfetto per tenere insieme il suo desiderio di viaggiare restando saldamente in contatto con le radici: quel filo rosso delle tradizioni culinarie che dai fornelli di casa lo aveva portato in giro per le prestigiose cucine della catena nata dal genio di Giuseppe Cipriani, inventore del Bellini e del Carpaccio, e il suo Harry’s Bar di Venezia.

Una passione che lo legava al fratello gemello Stefano, anche lui cuoco della stessa Cipriani ma in quel di Londra. Da lì era passato anche Andrea che nel corso della sua breve ma promettente carriera aveva davvero dimostrato di non avere confini: Città del Messico, Miami, Las Vegas, Abu Dhabi e infine il Cipriani Dolci al Grand Central Terminal di Manhattan.

Ora che è stato trovato il cadavere di Zamperoni, si accendono i riflettori sulla vita di questo millennial in carne e ossa che non doveva finire così.

Come sia arrivato all’interno del Kamway Lodge, l’ostello poco raccomandabile del Queens dove la polizia ha rinvenuto il corpo di Andrea avvolto in una coperta ma senza segni evidenti di violenza? Com’è morto? Con chi si trovava la sera della scomparsa? Chi è la donna portata via dagli agenti? E cosa ha a che vedere con la morte dello chef?

Aggiornamento del 27 agosto 2019: Una presunta prostituta, Angelina Barini, 41 anni, è stata arrestata a New York per la morte dello chef Andrea Zamperoni. Avrebbe fornito  sostanze stupefacenti contenenti Fentanyl al cuoco nell’albergo del Queens il 21 agosto. Secondo i giornali americani oltre che su Zamperoni la polizia starebbe indagando su altri casi di overdose nella zona, ai quali la donna avrebbe venduto droga e farmaci oppiacei.

Andrea Zamperoni sui social:

Facebook
Instagram

LEGGI I PROFILI DEGLI ALTRI MILLENNIAL:

Chi è Valerio Lo Muzio, il giornalista che ha sfatto sbroccare Salvini

Chi è Alex Morgan, stella del calcio Usa e ‘femminista mondiale’