Catalogo dei MILLENNIAL #69: Michela Moioli. La tua enciclopedia dei millennial

Avatar
20 Marzo 2020
524 Visualizzazioni

Chi è Michela Moioli, un angelo sullo snowboard

NOME Michela Moioli
LUOGO NASCITA Alzano Lombardo (Bergamo)
DATA NASCITA 17 luglio 1995
SETTORE Sport
NAZIONALITÀ Italiana
MILLENNIAL FACTOR Ambientalista, Iperconnessa

Chi è

Michela Moioli ha le ali. Per capirlo basta rivedere il filmato della finale olimpica di Pyeongchang 2018, quando è andata a prendersi l’oro nella sua gara di snowboard cross femminile. Il suo modo di ondeggiare su e giù per quei dossi innevati è davvero paranormale. Un talento naturale che la millennial ha scoperto grazie al sostegno della madre che fin da piccina le suggerì di switchare dallo sci alla tavola.

Un’intuizione, quella materna, di quelle che cambiano vite. Perché lo snowboard ha portato Michela sul gradino più alto del podio in più di un’occasione, con le Coppe del Mondo vinte a ripetizione o durante i giochi invernali coreani. Perché surfare sulla neve ha tirato fuori il meglio della giovane bergamasca. Con le medaglie e ancor di più con le sconfitte e gli infortuni. Come quel legamento crociato rotto durante la sua prima finale olimpica, appena 19enne, alle Olimpiadi di Soči nel 2014.

Una prova tremenda per lei ma nemmeno lontanamente paragonabile a quella che, nei giorni scanditi dall’emergenza del coronavirus, ha vissuto insieme alla sua famiglia. Prima l’annuncio della positività al Covid-19 del nonno materno, Antonio, ricoverato in isolamento e lontano dalla moglie Adriana. Poi la morte della nonna paterna, Camilla Moroni, pochissimi giorni dopo la vittoria della Coppa del Mondo della nipotina.

Fedele al suo essere millenial, Michela ha affidato a Instagram la sua tristezza. Al suo rientro in Val Seriana, una delle zone più martoriate dal virus in Italia, ha condiviso una foto insieme al sindaco. «I volti stravolti di chi ha portato a casa una Coppa del Mondo e di chi lotta per sostenere la Città di Alzano Lombardo nell’emergenza coronavirus. L’ultima volta che portai la coppa a casa, l’accoglienza fu ben diversa e tutti ce lo ricordiamo. È triste e drammatico tornare al proprio paese così, vedere le vie deserte, le case, le finestre, i negozi chiusi, ed in lontananza il rumore delle sirene. Grazie sindaco Camillo per come stai combattendo, insieme a tutti i medici, infermieri, volontari e personale ospedaliero. Siete tutti degli eroi! È un momento difficile ma che stiamo affrontando a testa alta. Forza alzanesi, bergamaschi e italiani! Noi non ci arrendiamo mai!».

Un messaggio grintoso e prevedibile da una come lei, sportiva fino al midollo. Una che nella vita di tutti i giorni, passa dallo snowboard alla mountain bike, dal surf agli allenamenti in palestra. Come il coniglietto instancabile della Duracell, insieme alla sua collega Sofia Goggia, è stata scelta come portavoce Coni alla presentazione di MilanoCortina 2026 davanti ai delegati del Cio. Il sì a quelle olimpiadi è arrivato anche grazie alla simpatia e solarità di Michela, che sulla tavola da neve diventa un angelo.

Michela Moioli sui social:

Instagram

Facebook

Leggi anche: