Fine dello sbiadito millennial pink: il Barbiecore impone il rosa shocking senza mezze misure

15 Agosto 2022
73 Visualizzazioni

Rosa shocking is the new black?

Barbie è tornata e il rosa acceso è di gran moda quest’estate: da Lizzo e Anne Hathaway fino a Sebastian Stan e Billy Porter, le star hanno sfoggiato look total pink, dove a fare da padrone è un rosa audace che ci ricorda proprio la bambola della nostra infanzia. Hanna Yasharoff di Usa Today ci ha scritto sopra un pezzo rosa illuminante.

Addio rosa pastello millennial style, bentornato rosa shocking. Il regno del rosa pallido colore dell’anno nel 2016 è tramontato a favore di un rosa neon più luminoso che sta facendo scalpore.

Barbiecore: il rosa shocking per osare

La moda si è a lungo ispirata alla bambola più famosa di tutti i tempi, che sta tornando come musa ispiratrice di stile nel 2022. Cresce l’interesse per il Barbiecore, lo stile che prevede look divertenti, eccessivi, eccentrici e spesso esagerati, quelli solitamente riservati a Barbie e al suo mondo di fantasia.

Da dove arriva il Barbiecore?

L’ascesa del Barbiecore non è nulla di cui stupirsi se pensiamo che Margot Robbie e Ryan Gosling interpretano Barbie e Ken nel film di Greta Gerwig.

Complice anche il direttore creativo di Valentino, Pierpaolo Piccioli, che ha azzardato durante la settimana della moda di Parigi presentando look da passerella monocromatici total pink e una serie di celebrità vestite a tema: un importante punto di partenza per il Barbiecore di oggi. Prada e Versace hanno seguito a ruota, incorporando nelle loro collezioni modelli fucsia.

Ora la tendenza è arrivata ai grandi magazzini e ai marchi di fast fashion: le ricerche di mini abiti rosa online sono aumentate del 970%, secondo la piattaforma di e-commerce Klarna.

L’etica del Barbiecore: la complicata storia di Barbie nella moda e nella bellezza

Durante tutti i suoi 63 anni di storia la bambola ha rappresentato un ideale di bellezza irraggiungibile.

“La gente ha iniziato a vederla come una rappresentanzione antifemminista, con questa forma del corpo assurda“, sostiene la giornalista Christina Binkley.

Quando Malibu Barbie è stata introdotta nei primi anni ’70 ha rappresentato lo standard di bellezza insostenibile della white thin woman. Ma Mattel, la società madre di Barbie, ha lavorato per rinnovare l’immagine della bambola nel tempo. Ora le bambole sono disponibili in una varietà di tipi di corporatura, colore della pelle, capacità fisiche e percorsi di carriera. Malibu Barbie è ancora in vendita, ma anche Rosa Parks, Jane Goodall e Laverne Cox Barbies.

 

C’è una spensieratezza“, dice Christina Binkley. Quella spensieratezza evidenzia la fiducia. Oggi vestirsi in stile Barbiecore significa sentirsi a proprio agio nel proprio corpo, senza timore di rischiare e con la volontà di esprimere se stessi.

Leggi anche: