Fottutamente ecologico: i cotton fioc

13 Dicembre 2021
1050 Visualizzazioni

Pulirsi ma non inquinare.

Spesso noi italiani ci lamentiamo di quanto il nostro paese sia sempre un passo indietro rispetto a molte altre nazioni dell’occidente. L’attenzione su alcune questioni, in particolare quella ambientale, ma non solo, talvolta ci sembra superficiale e inefficiente.

Ma nel gennaio 2019 l’Italia ha detenuto un primato mondiale: la prima a bandire la produzione e la vendita di cotton fioc non biodegradabili e compostabili. Mai più bastoncini di plastica, oggi, di fatti, li troviamo in cartone oppure in bamboo.

Inoltre la confezione dove presentare delle chiare indicazioni sul corretto smaltimento e citare esplicitamente il divieto di gettarli nei servizi igienici e negli scarichi. Questo chiarimento è stato necessario dopo aver rilevato come nelle spiagge italiane i cotton fioc in plastica rappresentano un rifiuto onnipresente, pericoloso e spesso mortale per la fauna del posto e facilmente fratturabile in microplastiche.

I bastoncini non biodegradabili dallo scarico del wc arrivano al sistema di depurazione dove, per come sono fatti, non riescono a essere trattenuti. A quel punto il loro destino è solamente uno: il mare.

I cotton fioc non biodegradabili rappresentano il 9% dei rifiuti plastici ritrovati sulle spiagge. In sole 46 spiagge, monitorate tra il 2016 e il 2017, ne sono stati trovati quasi 7.000.  Praticamente un cotton fioc a ogni passo, per essere precisi, 79 ogni 100 metri.
Rappresentano il 91% dei rifiuti trovati.

La pulizia esterna delle orecchie può avvenire anche con l’angolo arrotolato di una salvietta in stoffa, ma se proprio non possiamo fare a meno dei cotton fioc, possiamo acquistare quelli biodegradabili con lo stecchino in bambù o in cartone e possiamo scegliere quelli venduti in scatolette di carta.

Impatto economico dei cotton fioc

Il prezzo non può battere quello ultra economico della plastica. Solitamente si trovano pacchetti di 100 cotton fioc biodegradabili venduti a circa 2 euro in scatolette di carta.

Usandone uno al giorno si spende 7,2 euro in un anno contro i 3 euro medi dei vecchi problematici cotton fioc.

Sono scelte dai costi minimi quasi indifferenti, ma la differenza enorme la determinano a livello di impatto ambientale.

Scegli quelli BIODEGRADABILI venduti in scatolette di carta, smaltiscili adeguatamente, non contribuire al inquinamento da plastiche delle spiagge italiane al degrado degli habitat marini.

Fottutamente ecologico è @this.is.how__

Leggi anche: