Fottutamente ecologico: i dischetti e le salviette struccanti

3 Gennaio 2022
1199 Visualizzazioni

Truccarsi e struccarsi…

A parte i positivi e i quarantenati, noi restanti fortunati abbiamo fatto cene, aperitivi e feste varie con amici e parenti. Quale migliore occasione, per gli amanti del make up e non, per sfoggiare l’ultimo trucco salvato tra i reals di Instagram! Ci piacciamo, ci sentiamo più giovani, più belli, più adulti, o semplicemente in armonia con l’atmosfera della festa. Il brutto arriva quando torniamo a casa, forse un po’ barcollando, pensando «mi strucco adesso o mi strucco domani e lavo le federe?». Qualsiasi sia la vostra scelta, evitate i dischetti in cotone o salviette struccanti monouso. Opta per i DISCHETTI STRUCCANTI LAVABILI.

Impatto ambientale e sulla pelle dei dischetti e delle salviette struccanti

I dischetti di cotone inquinano tantissimo, non solo in quanto USA e GETTA, ma anche perché la coltivazione del cotone richiede moltissima acqua e altre risorse. In particolare, il cotone idrofilo (detto anche ovatta o lana di cotone) deve essere sottoposto a procedimenti chimici come il candeggio.

Le salviette struccanti contengono poliestere, polipropilene, fibre di rayon e plastica, in più sono spesso imbevute di ingredienti aggressivi come tensioattivi e alcool. Le salviettine monouso, associate alla comune formula “senza risciacquo”, tendono a spalmare il trucco e le impurità già presenti sul viso, rendendolo un terreno fertile per i batteri. Pochissime salviette contengono ingredienti che possono effettivamente abbattere le impurità sulla pelle, quindi è come se strofinassimo batteri e residui di trucco nei pori, ostruendoli e generando irritazioni.

Dischetti e salviette, specialmente se imbevuti di prodotti non naturali per la pulizia del viso, costituiscono rifiuti generici (indifferenziata), quindi NON possono essere riciclati in alcun modo.

L’utilizzo di soli 2/3 dischetti o salviettine al giorno corrisponde a 730/1095 gettati in un anno, oltre alle loro confezioni di plastica.

L’alternativa sono i dischetti struccanti lavabili, associati a un buon detergente biodegradabili e naturale, seguito da una sciacquata con acqua e saponetta che assicura l’eliminazione di batteri e impurità.

Impatto economico di dischetti e salviette struccanti

Dischetti e salviette usa e getta costano circa 1 euro per 50 pezzi. Durano meno di 2 minuti, giusto il tempo di struccarsi.

I dischetti riutilizzabili costano in media 1 euro l’uno, lavabili in lavatrice, durano anni. È facile realizzarli in casa, semplicemente ritagliandoli da vecchi asciugamani o tessuti più morbidi come cotone di vecchie magliette o felpe.

Per il pianeta e per la vostra pelle, provate in questo 2022 a fare vostra questa nuova abitudine.

Fottutamente ecologico è @this.is.how__

Leggi anche: