fbpx

Che Fashion Week Milano 2021 ci aspetta

16 Settembre 2021
294 Visualizzazioni

Le creatività è imprevedibile per definizione.

La moda, croce e delizia, di tanti millennial sfugge agevolmente a qualsiasi argomentazione. Non è relativa ma nelle sue espressioni più estreme è molto vicina ad esserlo. Ma non nella Fashion Week di Milano. Come tutte le kermesse di questo genere, anche la Settimana della moda milanese non è altro che un tentativo ben riuscito dell’area esteriore delle maison di racchiudere quella creatività e impacchettarla per un pubblico variegato ed esigente. Il marketing della moda, insomma, che nel 2021 cerca di recuperare tutto quello che si è perso nel 2020.

La Fashion Week di Milano fa contenti i milanesi

Per la felicità di tutti. Clienti, lavoratori diretti e dell’indotto, turisti e milanesi. Come ben sintetizza il primo cittadino di Palazzo Marino: «La settimana della moda è una straordinaria iniezione di creatività, energia e apertura verso il mondo, che nel 2021 darà ancora più forza alla nostra ripartenza». Parole pronunciate in occasione della presentazione del ricco calendario della prossima Fashion Week, dal 21 al 27 settembre. «La Milano Fashion Week – per Sala – è uno dei grandi eventi di settembre, con i quali Milano torna prepotentemente al centro dell’attenzione internazionale».

Mi fa molto piacere che la fashion week aumenti il richiamo di Milano come meta ideale per esprimere creatività, ingegno e voglia di fare dei giovani.

Beppe Sala

La fashion week in carne, ossa e mascherina

E allora vediamo nel dettaglio l’intero calendario (qui il pdf) di quello che sarà la Milano Fashion Week del ritorno pieno. Della presenza in carne, ossa e mascherina. Un momento per le vecchie ed affermate glorie di sempre. Alcune di ritorno a Milano come Roberto Cavalli. Ma anche opportunità di lancio per le nuove leve già schierate sulla rampa di lancio delle passerelle e le copertine che contano. Ed è sempre Sala a parlarne con la fierezza del padrone di casa che presta il proprio salotto agli amici dei figli per una festa importante.

«Le migliaia di imprese di abbigliamento, le boutique e le sfilate hanno reso Milano una capitale mondiale, un primato che ci inorgoglisce e che è ribadito dalle qualità della Fashion week women’s collection che presenta le collezioni create da marchi celebri e giovani stilisti. Ci saranno – pronuncia un entusiasta sindaco – oltre 40 sfilate in presenza, un ritorno alle emozioni di questo spettacolo continuo che richiamerà appassionati da tutto il mondo, lasciando grande spazio ai giovani talenti».

Il calendario della Settimana della Moda a Milano

22 settembre

  • 10:00 We are Made in Italy (Black lives metter in italian fashion – collective) – digital
  • 10:30 Joy Meribe
  • 11:00 CALCATERRA – digital
  • 12:00 Marco Rambaldi
  • 13:00 Antonio Marras – digital
  • 14:00 Fendi
  • 15:00 Del Core
  • 16:00 Vivetta
  • 17:00 Alberta Ferretti – 17:00
  • 18:00 N°21
  • 19:00 Jil Sander
  • 20:00 Roberto Cavalli

23 settembre

  • 10:00 Max Mara
  • 11:00 Genny – digital
  • 12:00 Boss
  • 13:00 Anteprima – digital
  • 13:30 Luisa Beccaria – digital
  • 14:00 Etro
  • 15:00 Drome
  • 16:00 Daniela Gregis
  • 17:00 Emporio Armani
  • 18:00 Blumarine
  • 19:00 MM6 Maison Margiela
  • 20:00 GCDS – digital

24 settembre

  • 10:00 Tod’s
  • 11:00 Missoni
  • 12:00 Sportmax
  • 13:00 Budapest Select
  • 14:00 Vìen – digital
  • 15:00 Prada
  • 16:00 ACT N°1
  • 17:00 Sunnei
  • 18:00 Elisabetta Franchi – digital
  • 19:00 Vitelli
  • 10:00 Versace

25 settembre

  • 10:00 Ports 1961
  • 11:00 Ermanno Scervino
  • 12:00 MSGM
  • 13:00 Moncler
  • 14:30 Salvatore Ferragamo
  • 15:30 Dolce & Gabbana
  • 16:30 Cividini – digital
  • 17:00 Philosophy di Lorenzo Serafini
  • 18:00 Shi.rt by Aquilano e Rimondi
  • 19:00 Giorgio Armani
  • 20:00 Marni

26 settembre

  • 10:00 Francesca Liberatore
  • 11:00 Luisa Spagnoli
  • 12:00 Laura Biagiotti – digital
  • 12:30 Annakiki – digital
  • 13:00 Onitsuka Tiger – digital
  • 14:00 Disquared2 – digital
  • 15:00 Emilio Pucci – digital
  • 15:30 Sindiso Khumalo – digital
  • 16:00 Milano Moda Graduate
  • 17:00 Hui
  • 18:00 Pierre-Louis Mascia – digital
  • 19:00 Philipp Plein – digital

27 settembre

  • 10:00 Alexandra Moura
  • 11:00 Munn – digital
  • 12:00 Lagos Space Programme – digital
  • 13:00 Maxivive – digital
  • 14:00 Maison Alvine Demanou – digital

Cosa bisogna aspettarsi da questa Fashion Week Women’s? Qualsiasi ipotesi e previsione in merito rischia di diventare un esercizio di una relatività deprimente, così come lo sono i giudizi e le discussioni sulla bellezza. Uno di quei concetti, in effetti, che più si addice alla moda, qualsiasi cosa essa sia.

Leggi anche: