fbpx

La vita di Tremaine Emory è la prova che è il nome giusto per Supreme

16 Marzo 2022
724 Visualizzazioni

Rivoluzione nel mondo della moda, a gennaio il brand Supreme ha dato il benvenuto al nuovo direttore creativo. E che direttore, parliamo nientemeno che di Tremaine Emory, classe 1994, il designer e il volto attualmente più ricercato della fashion industry. Intimo amico di Kanye (Ye) West – per cui ha gestito la linea Yeezy – Tremaine sembra essere, anzi è, una vera forza della natura. Cresciuto professionalmente al fianco di Marc Jacobs è stato direttore artistico e brand manager di Stüssy. Denim Tears, il brand che ha fondato, è in continua crescita, e sul suo curriculum vanta super collaborazioni: UGG, Levi’s, ASICS, Champion e molti altri.  Tutti elementi che confermano che Emory è un personaggio – moda – assolutamente da scoprire. 

La rivincita della comunità nera (e gli amici super cool di Tremaine)

L’impatto di Tremaine Emory va ben oltre la moda. Da sempre coinvolto anche nel settore della musica, il creativo è considerato un personaggio poliedrico, che ha saputo unire diversi mondi. In passato è stato piuttosto esplicito sulla sua idea di cambiamento, sia a livello personale che lavorativo. Quando Nike voleva lanciare una capsule collection di sneakers, Emory disse che non l’avrebbe fatto fino a quando il brand non si fosse messo in gioco per davvero: “Da 400 anni la supremazia bianca e il capitalismo hanno la meglio in America. Ho bisogno che Nike e ogni altra azienda miliardaria inizino a lavorare ogni giorno per diventare parte del cambiamento: per le donne, per i neri, per i messicani, per tutti. Questo è ciò di cui ho bisogno”, aveva dichiarato al magazine Highsnobiety.

Per fortuna non è solo, molti altri personaggi dello star system hanno capito il potenziale di Tremaine e delle sue idee. Nel 2016 ha iniziato a collaborare con Kanye, con cui oggi condivide una profonda amicizia; dopo l’esperienza con Yeezy, in qualità di co-fondatore del collettivo creativo No Vacancy Inn, ha iniziato a ospitare feste ed eventi pop-up, assieme a artisti da calibro di West, come: Abloh, Ocean, A$AP MOB, Matthew M. Williams di Alyx e Yoon Ahn di AMBUSH, solo per citarne alcuni.

I posti speciali di Tremaine Emory

Nei lavori di Tremaine Emory si ritrova spesso un richiamo alle origini. Il Queens (il quartiere di New York dove è cresciuto) influenza moltissimo le sue creazioni: “Il Queens ha una storia illustre, – ha dichiarato durante un’intervista a Hypebeast – una storia culturale che racchiude tutti i tipi di musica, sport, arte e cibo. Ogni zona racchiude un mondo con un’etnia, ed è bellissimo. Vorrei solo che tutti si mescolassero di più”.

Il direttore creativo di Supreme conserva ancora ricordi speciali legati ai negozi dove faceva acquisti, o window shopping (l’arte di passare davanti alle vetrine degli shop senza mai entrare a comprare): “I posti migliori erano tutti su Jamaica Ave – continua –  The Colosseum Mall, Sports In Effect (la migliore selezione del Queens, si facevano sempre ottimi affari), Moe’s (perfetto per le scarpe da ginnastica), Benny’s (vendeva gioielli) e Shirt Kings. Ero in fissa con i vestiti che solo i ragazzi drogati o quelli più grandi con un lavoro avrebbero potuto comprare. In quei negozi guardavo Moschino, Iceberg, Polo Sport, Versace Classic, Northface Steep Tech’s”.

Tremaine ha saputo raccogliere tutte le esperienze della sua giovinezza, le influenze del suo quartiere e l’energia frenetica di New York. Le ha mescolate e le ha trasformate, creando uno stile unico, destinato a diventare un punto di ispirazione per la comunità nera. “I suoi vestiti non saranno semplicemente roba per l’armadio”, aveva detto il compianto Virgil Abloh, descrivendo il suo amico Emory in poche semplici parole. Che oggi valgono anche di più.