Come diventare ricchi senza truffe con Gimme5 (se ti sono avanzati 5 euro dall’aperitivo)

19 aprile 2018
2 Condivisioni 376 Visualizzazioni

Avete mai sognato di diventare come il leggendario Gordon Gekko e guardare tutto quel branco di poveracci che sopravvivono dal vostro attico? Ovviamente non è un pensiero politicamente corretto, considerando poi che il signor Gekko non era uno stinco di santo, ma la tecnologia si evolve e oggi tu puoi arricchirti (magari non da permetterti un attico, ma un garage forse sì) grazie ad un’app: Gimme5.

 

Gimme5 è un’app creata e gestita dal gruppo finanziario AcomeA SGR S.p.a.. L’app nasce con la principale funzione di gestire i tuoi risparmi, a partire da cifre minime, adatte a te, come 5€ euro.

 

Come funziona Gimme5

Puoi effettuare dei versamenti sul account quando vuoi e di quanto vuoi (a partire dai soliti 5 euro). Raggiunta una cifra per te significativa potrai investire i tuoi risparmi in vari fondi suggeriti dall’app.
Ovviamente i fondi sono fondi sicuri e legali, perciò NON investirete su fondi appartenenti a trafficanti di polmoni e bazooka o a gruppi di estrema destra che vogliono riesumare il “baffetto”, ma, come tutte le operazioni finanziarie (e i giochi d’azzardo), maggiore sarà il rischio del fondo e maggiore sarà il profitto ricavato.

Gimme5 Login e Account

Innanzitutto controllate di avere almeno 5€ sul vostro conto corrente o sulla vostra carta di credito. Se non avete speso tutto nell’aperitivo del sabato sera, recatevi sull’App store del vostro smartphone e scaricate Gimme5.
Al primo avvio l’app vi chiederà di registrarvi e di inserire tutti i vostri dati anagrafici, poi vi porrà davanti ad un bivio: risparmiare o investire?
Se sceglierete di risparmiare l’app si limiterà di richiedervi la somma che volete risparmiare e vi fornirà le coordinate bancarie per effettuare il bonifico.
Se sceglierete di investire l’app vi chiederà su quale della dozzina di fondi disponibili investire.
I fondi principali (e consigliati) sono 3, a seconda del gimme5 rendimento a cui puntate:

  • Prudente: investimento a breve termine con bassissimo rischio e profitto bassissimo.
  • Dinamico: investimento a medio-lungo termine con medio rischio e medio profitto.
  • Aggressivo: investimento a lungo termine con alto rischio e alto profitto.

Una volta scelta la vostra tipologia di investimento allora vi verrà fornito l’IBAN sul quale effettuare il bonifico e quindi completare l’operazione.

Quando è possibile prelevare i risparmi?

Vi siete indebitati fino al midollo e il rene l’avete già venduto? Perfetto, entrate su Gimme5 e in qualsiasi momento richiedete il rimborso sulla vostra carta di credito o conto corrente.

Siete pronti per diventare i più grandi broker Millennial? Siete dei tipi prudenti, dinamici o aggressivi?

Investite consapevolmente, non avidamente (scherzo, tanto non c’avete un soldo).

 

LEGGI ANCHE: Le migliori zone di Milano dove investire. Un’inchiesta per Millennial lungimiranti

Potrebbe interessarti

Da Ottaviano alla vodka alla pesca: il falò di ferragosto e il tracollo di una civiltà
News
5 visualizzazioni
News
5 visualizzazioni

Da Ottaviano alla vodka alla pesca: il falò di ferragosto e il tracollo di una civiltà

Mordeicani Richler - 14 agosto 2018

All'inizio il falò di ferragosto era un'ode agli dei contro gli spiriti maligni, poi fu la festa dell'Assunzione di Maria,…

Perché “Una vita in vacanza” è la canzone del reddito di cittadinanza
Cultura
14 visualizzazioni
Cultura
14 visualizzazioni

Perché “Una vita in vacanza” è la canzone del reddito di cittadinanza

Mordeicani Richler - 14 agosto 2018

Hai voglia a dire sono solo canzonette, il tormentone estivo degli Stato Sociale, Una vita in vacanza, è puro pensiero…

Sono Giapponese! Lesson 43: Che cos’è la festa Obon, dove il turista scopre il vuoto cosmico
Appuntamenti
24 visualizzazioni
Appuntamenti
24 visualizzazioni

Sono Giapponese! Lesson 43: Che cos’è la festa Obon, dove il turista scopre il vuoto cosmico

Kentaro Hara - 13 agosto 2018

Allerta Possibili Negozi e Ristoranti CHIUSI in Giappone. Ma per quale motivo? E a che santo dovete voi, turisti presenti…