In quale Paese emigrare per lavorare con l’Intelligenza Artificiale

15 Maggio 2024
323 Visualizzazioni

Stati Uniti, Cina e Regno Unito sono i principali centri di innovazione dell’Intelligenza Artificiale. Dell’Italia, ahinoi, non c’è traccia

L’espansione dell’Intelligenza artificiale comincia a offrire dati interessanti per fare qualche riflessione. Visual Capitalist ha analizzato i dati di Quid (a cui si accede tramite il 2024 AI Index Report di Stanford ) per evidenziare i primi 15 paesi che hanno visto crescere l’attività di fondazione delle startup diIA negli ultimi dieci anni.

Le cifre in questo grafico rappresentano il numero di startup appena finanziate all’interno del relativo paese, nel periodo compreso tra il 2013 e il 2023 . Sono state prese in considerazione solo le aziende che hanno ricevuto più di 1,5 milioni di dollari in investimenti privati.

Dati principali

 

Rango Area geografica Numero di
startup IA finanziate dal 2013 al 2023
1 Stati Uniti 5.509
2 Cina 1.446
3 Regno Unito 727
4 Israele 442
5 Canada 397
6 Francia 391
7 India 338
8 Giappone 333
9 Germania 319
10 Singapore 193
11 Corea del Sud 189
12 Australia 147
13 Svizzera 123
14 Svezia 94
15 Spagna 94

Da questi dati possiamo vedere che Stati Uniti, Cina e Regno Unito sono i principali centri di innovazione dell’Intelligenza Artificiale. Dell’Italia, ahinoi, non c’è traccia nelle prime quindici, dove peraltro ci sono Spagna, Svezia, Svizzera e Germania.

In termini di finanziamenti, gli Stati Uniti registrano investimenti privati ​​nell’Intelligenza Artificiale per un totale di 335 miliardi di dollari tra il 2013 e il 2023. Le startup di IA in Cina hanno raccolto 104 miliardi di dollari nello stesso arco di tempo, mentre quelle nel Regno Unito hanno avuto 22 miliardi di dollari .

Gli Stati Uniti stanno inoltre ampliando ulteriormente questo divario. Nel 2023 gli investimenti su questi laboratori sono cresciuti del 22 per cento rispetto ai livelli del 2022. Nel frattempo, nello stesso intervallo temporale, gli investimenti sono diminuiti in Cina (-44%) e nel Regno Unito (-14,1%).

Dove vanno a finire tutti questi soldi?

Quid suddivide gli investimenti privati ​​totali nell’IA per areawq: , fornendo informazioni su quali settori stanno ricevendo la maggior parte dei finanziamenti.

A drenare più fondi sono le infrastrutture, la ricerca e la governance dell’intelligenza artificiale, che si riferiscono alle startup che stanno elaborando applicativi di intelligenza artificiale (come ChatGPT di OpenAI).

La seconda area di interesse più grande è l’elaborazione del linguaggio naturale (NLP, Natural Language Processing). che è un tipo di intelligenza artificiale che consente ai computer di comprendere e interpretare il linguaggio umano. Questa tecnologia ha numerosi casi d’uso per le aziende, in particolare nei servizi finanziari , dove la Natural Language Processing può alimentare chatbot di assistenza clienti e consulenti patrimoniali automatizzati.

Con otto miliardi di dollari investiti in startup focalizzate su questa innovazione nel corso del 2023, gli investitori sembrano profondamente consapevoli del potenziale di trasformazione di questa tecnologia.

Exit mobile version