Perché la vera reginetta Millennial di Instagram è Gilda Ambrosio

Avatar
23 Gennaio 2019
1680 Visualizzazioni

Svaniti i postumi dei festeggiamenti e ritrovato il giusto equilibrio tra tequila e piastrine nel sangue, è il momento di postare e ripostare selfie e video divertenti per augurare ancora buon compleanno a Gilda Ambrosio, a reginetta di Instagram, a parer mio.

 

Tra le tante – direi troppe – influencer e presunte fashion blogger, la Millennial Gilda Ambrosio è infatti una delle poche, forse l’unica del panorama social italiano, che può realmente essere identificata come fashion influencer. Il suo punto forte? Senza alcun dubbio gli occhi scuri, la schiettezza e quel pizzico di altezzosità propri del fascino partenopeo sono suoi segni caratteristici. La differenza sostanziale, però, è nell’audacia stilistica, nel gusto ricercato e mai banale.

Il 95% delle influencer, infatti, rientra nella categoria che definisco “influencer-manichino”. Fondamentalmente si tratta di belle ragazze – per carità, non starò qui a fare l’invidiosa sostenendo il contrario – che si lasciano vestire dal miglior offerente cercando di settare nuovi trend, influenzando le masse secondo le necessità di mercato. È la nuova frontiera della comunicazione pubblicitaria, che si insinua nelle nostre menti passando inosservata. L’esempio più nobile – intendendo per nobiltà una gerarchia stabilita in virtù del numero di followers – di questa categoria è proprio Sua Maestà Chiara Ferragni.

Ecco, Gilda invece ha un modo tutto suo di guardare alla moda ed è in grado di proiettare questa sua visione nei capi che sceglie e che poi indossa, accompagnandoli con portamento impeccabile e personalità da vendere. Insomma, non piacerà a tutti, proprio perché non parla il linguaggio di tutti. La moda però nasce come forma d’arte, d’espressione e si nutre di creatività, viaggia fuori dagli schemi e si reinventa in continuazione. Pensandola in questo modo, appare chiaro come per me sia da apprezzare chi è in grado di contribuire a questo processo, chi porta con sé un qualcosa in più.

Parlando di Gilda Ambrosio non si può evitare di parlare anche di The Attico, il brand da lei fondato insieme a Giorgia Tordini nel 2016. Loro stesse, sul sito ufficiale, definiscono il label come “a collection of standout pieces”. E mai parole furono più adatte. Piume, paillettes, spacchi ampi, scollature vertiginose e vestiti inguinali. Eccentrici e audaci, nei capi di The Attico un’eleganza senza tempo incontra una provocazione consapevole e disinvolta. Abiti e scarpe perfettamente in linea con lo spirito delle due giovani designer.

Di seguito tre dei miei outfit preferiti indossati di recente Gilda Ambrosio:

 

Gilda Ambrosio e Giorgia Tordini

 

 

 

LEGGI ANCHE:

Gucci Guilty campagna 2019: un viaggio nell’America criminale-romantica

Ripercorriamo l’anno tramite i principali trend Instagram 2018: perché tutti questi cuoricini?!

Crisi Instagram: il 2019 segnerà l’inizio della fine. Pronti per il selfie del cigno?

Catalogo dei MILLENNIAL #12: Virginia Raffaele. La tua enciclopedia dei millennial