fbpx

Le 10 cose che abbiamo inventato nel 2021, e di cui andiamo fieri

30 Dicembre 2021
633 Visualizzazioni

Invenzioni del 2021:  la rivista Time ha scelto le 100 migliori invenzioni dell’anno che sta per finire.

Le invenzioni del 2021 sono inserite in una lista del Time, molto accurata, che tiene conto del supporto e della facoltà di decine di studiosi e scienziati, infatti è formulata su una base scientifica e tecnologia molto ben consolidata. Le invenzioni del 2021 formano un elenco vario, il cui concetto di invenzione è però preso mooolto alla larga: alcune di queste invenzioni hanno reso il mondo un posto migliore, più sano e più equo, altre sono incredibili campagne di marketing, pratiche e piacevoli, originali e forse un po’ fantasiose.

Noi, dall’alto della nostra umiltà, ne abbiamo scelte dieci che, per ingegno, utilità e curiosità, ci hanno fatto sorridere. Perché va bene essere seri e professionali, ma rimaniamo pur sempre dei millennial con la passione per la risata.

Il pesce vegetale

Che è un pesce amante dei pomeriggi di ozio sul divano. No, dai, stiamo scherzando. L’azienda Kuleana sta cercando di fare con il pesce quello che molti cercano di fare con la carne, cioè dare a materiali vegetali colore, aspetto e forma della carne, senza contenerla. Certo, produrre un pesce che sappia di pesce senza contenere pesce, è una bella sfida. Chissà se nel 2022 le pescherie smetteranno di deliziarci con il loro aroma stantio una volta per tutte.

Case stampate, anche su Marte

Si chiama sistema Vulcan, e sfrutta la stampa 3D per creare interi edifici attraverso un materiale chiamato “Lavacrete”. Il tutto è made by ICON, un’azienda texana che fin qui ha già costruito una decina di case con questa modalità. Il non plus ultra arriva da Houston, dove hanno usato una delle case ICON in una simulazione legata alla futura permanenza umana su Marte.  Chissà come se la cavano sul pianeta rosso riguardo le tasse per la seconda casa.

Un aggeggio che ci fa lavare i capelli con meno acqua

Sviluppato da L’Oréal. Per ora è pensato solo per i parrucchieri, ma nel 2022 verrà venduto anche ai privati. L’obiettivo è quello di risparmiare acqua, e infatti l’hanno chiamato “water saver“. Si collega ai normali lavandini rompicollo dei parrucchieri e miscela acqua con shampoo e balsamo, per rilasciarli poi in minuscole gocce. Il risparmio è almeno dell’80%.

Perché voi valete, ma l’acqua di più. O forse quella era Garnier. Vabbè, avete capito.

Un cambiamento drastico nel mondo del doppiaggio

Una startup londinese usa l’intelligenza artificiale per eliminare quella fastidiosa discordanza fra labbra-suono. Il sistema si chiama TrueSync, ed è inventato dalla start up Flawless. In effetti, per chi ancora non guarda i film in lingua originale, dev’essere piuttosto snervante rendersi conto che il procedimento di doppiaggio non è cambiato molto nell’ultimo secolo. Forse siamo alla svolta.

La mappa del mondo più precisa di sempre

Se non lo sapete già, ve lo diciamo noi. Le mappe del mondo a cui siamo abituati sono sbagliate. Sbagliate ed eurocentriche. Tutte le mappe presentano distorsioni ed errori riguardo le vere grandezze dei continenti, e fin troppo spesso la Groenlandia viene disegnata grande quasi quanto l’Africa. In realtà, non è nemmeno la metà. Le invenzioni del 2021 cambiano finalmente questo concetto.

Quindi ecco qui la mappa più accurata di sempre, si chiama Gott-Goldberg-Vanderbei Projection ed è stata disegnata dagli astrofisici J. Richard Gott, David Goldberg e Robert Vanderbei, che sono tanto affidabili nelle proporzioni planetarie quanto poco fantasiosi nelle scelte dei nomi.

Un sistema di messaggi con priorità

Nella sostanza, è una piattaforma di messaggi che permette di dare diversi livelli di priorità ai testi che si ricevono. Così un messaggio del coinquilino che ha rotto la lavatrice avrà finalmente più priorità del meme stupido inviato dall’amico di turno. Si chiama BuzzBell, è gratuita ed è già stata scaricata 100mila volte. Fra tutte le invenzioni del 2021, questa è forse la più ironica.

Il vaccino contro la malaria

Si chiama Mosquirix e qui in Europa ha avuto molta meno risonanza che in Africa, ovviamente. Si tratta del primo vaccino di sempre per la prevenzione della malaria, e ci stavamo lavorando dagli anni ’80: a ottobre 2021, l’Oms lo ha approvato. Insieme ai vaccini per covid-19, Mosquirix sta aiutando a rendere il mondo un pianeta più sano.

Un sistema di comunicazione a conduzione ossea

Ahah! Per teste vuote. D’accordo, battute infelici a parte. Fra le invenzioni del 2021, Questo sistema comporta autoparlanti integrati e un microfono che sfrutta la conduzione ossea, cioè trasmette vibrazioni attraverso le ossa senza isolare le orecchie dai suoni esterni. Sviluppato da Mobius Labs, è stato chiamato mobiWAN, ed è utile a chi lavora in contesti rumorosi e deve comunque parlare o ascoltare gli altri.

Si trova sul mercato da circa due mesi, e fino ad ora è stato acquistato da moltissimi lavoratori in smartworking che devono fare call tutto il giorno mentre i vicini, creature deliziose destinatari di makumbe apocalittiche, martellano il muro o rifanno il parquet.

Occhiali per la realtà aumentata

Sulla stessa scia del Metaverso, Si chiamano Lenovo ThinkReality A3 Smart Glasses, sono gli occhiali che ci fanno navigare in rete direttamente davanti ai nostri occhi. Collegabili a computer e smartphone, hanno lenti in alta definizione e sono, a dirla tutta, un po’ ingombranti. Rendono le facce delle persone decisamente bizzarre e costano 1.500 dollari, ma sono già stati acquistati da migliaia di persone. Se l’idea prende piede, ce ne sarà uno in ogni famiglia.

Un motore di ricerca senza pubblicità

Un po’ come Google 20 anni fa. E infatti ci ha lavorato un gruppo di ex dipendenti di Google che vogliono finanziarsi attraverso gli abbonamenti anziché pubblicità. Si chiama Neeva, e ha abbonamenti mensili o annuali (il mensile costa circa 5 dollari), ma i primi tre mesi sono di prova gratuita. Nell’effettivo, Neeva ha scalato la vetta dei motori di ricerca alternativi e riceve quotidianamente apprezzamenti e nuove adesioni. Lo avete già provato?

Leggi anche: