Rkomi mette in fila Sangiovanni, Måneskin, Madame e Blanco: gli album più venduti nel 2021

7 Gennaio 2022
802 Visualizzazioni

Millennial e post millennial ancora al top nelle vendite di album e singoli nel 2022.

Gli album e i singoli più venduti confermano il trionfo e la bontà della musica italiana, protagonista indiscussa del 2021 secondo le classifiche annuali di vendita Top Of The Music by Fimi/GfK: Taxi Driver di Rkomi guida infatti una chart album & compilation (che include i canali: fisico, digitale e streaming premium) completamente colonizzata dal repertorio locale, mentre lo scettro della classifica dei singoli (download e streaming premium) spetta a Malibù di Sangiovanni, che domina una top ten per la prima volta in assoluto interamente italiana (qui le classifiche del 2020).

Il podio degli album è completato, rispettivamente, dal progetto omonimo dell’artista Sangiovanni e da Teatro d’Ira – Vol. I dei Måneskin, protagonisti di un 2021 eccezionale che ha garantito anche un exploit internazionale della musica italiana.

Mi fai impazzire di Blanco & Sfera Ebbasta copre invece la seconda posizione dei Singoli, seguito da Mille di Fedez, Achille Lauro & Orietta Berti.

Gli inossidabili Pink Floyd con The Dark Side of the Moon svettano in cima alla chart dei Vinili.

 La classifica degli album più venduti in Italia

TOP ALBUM TOP SINGOLI
1. Taxi driver – Rkomi 1. Malibù – Sangiovanni
2. Sangiovanni – Sangiovanni 2. Mi fai impazzire – Blanco & Sfera Ebbasta
3. Teatro d’ira – Vol. I – Måneskin 3. Mille – Fedez, Achille Lauro & Orietta Berti
4. Blu Celeste – Blanco 4. Zitti e buoni – Måneskin
5. Madame – Madame 5. La canzone nostra – Mace, Blanco & Salmo
6. Plaza – Capo Plaza 6. Notti in bianco – Blanco
7. Noi, loro, gli altri – Marracash 7. Musica leggerissima – Colapesce & Dimartino
8. Ahia! – Pinguini Tattici Nucleari 8. Nuovo Range – Rkomi, Sfera Ebbasta & Junior K
9. Famoso – Sfera Ebbasta 9. Lady – Sangiovanni
10. Flop – Salmo 10. Voce – Madame

È l’era dello streaming

«In un anno ancora complicato abbiamo assistito alla forte affermazione della musica italiana in ambito internazionale e alla continua trasformazione generazionale artistica nel nostro paese: i risultati di quest’anno – il commento del Ceo di Fimi, Enzo Mazza – rivelano l’importante lavoro dietro le quinte delle case discografiche, che hanno messo a servizio della musica tutte le nuove tecnologie in costante mutamento nell’era dello streaming».

Si tratta di una crescita evidente in area certificazioni: nel 2021 in totale sono stati infatti premiati 231 album, 6 compilation e 1.054 singoli digitali tra oro, platino e multiplatino.

In termini di volumi streaming (free + premium) nel 2021 479 album hanno superato la soglia di 10 milioni di streaming: si tratta di 302 artisti in totale, per una crescita di grande rilevanza rispetto a dieci anni prima. Nel 2011 solo 134 album per 105 artisti avevano infatti superato l’equivalente soglia delle 10.000 copie vendute (fisico + download). Un segnale importante anche per la sostenibilità economica del mercato: molti più artisti stanno raggiungendo il successo grazie al digitale.

Cresce anche lo streaming premium

Il 2021 ha visto inoltre il forte traino dello streaming premium, i cui volumi sono cresciuti del 42%.

E dopo un’inevitabile fase di arresto nel lockdown, il mercato fisico segna una ripresa con un volume del tasso di crescita del 18% rispetto al 2020: è un dato trainato dal segmento del vinile, che da solo in termini di volumi è cresciuto del 44,2% rispetto all’anno precedente. Ne è testimone l’eterogeneità dei titoli che completano il podio: al secondo posto c’è Marracash con Noi, loro, gli altri e in terza posizione si piazza Fine Line di Harry Styles.

In crescita anche il segmento delle musicassette, che ha mostrato un +41% in volumi venduti.

La classifica annuale Top Of The Music Fimi/GfK è l’unica a fornire un risultato completo dell’intero anno nei canali fisico, download e streaming premium e copre il periodo dal 1 gennaio 2021 al 30 dicembre 2021.

Leggi anche: