C’era una volta la palestra, per allenarsi a Natale basta un display. I consigli degli esperti

Redazione 22 Dicembre 2020
917 Visualizzazioni

Natale vuol dire regali e cibo. Sappiamo tutti che la zona rossa e le restrizioni contro il covid 19 non basteranno ad annullare quel binomio di piaceri che delle festività dicembrine sono l’essenza tangibile.

Ma è inutile negare che saranno le feste più anomale di sempre. Mentre sui social imperversano già i soliti buoni propositi: come quello di allenarsi a Natale. Un campo, quello dei propositi, dove siamo specialisti un po’ tutti. Già durante l’anno, però, abbiamo sperimentato il fitness a distanza imparando ad allenarci con costanza, chi più chi meno intensamente.

Allenarsi guardando un video

Su Youtube è pieno di corsi gratuiti ma per i millennial più impegnati ci sono le palestre che offrono un pacchetto di tutto rispetto anche online. I Live Trainer di Revolution, l’offerta digitale di Virgin Active, raccomandano di non far mancare l’allenamento anche durante i giorni di festa, per trasformarlo in un vero toccasana per l’umore e la forma.

Fondamentale, inoltre, per mantenere sempre attivo il metabolismo e poterci concedere qualche Kcal in più, come di norma accade in questo periodo di festività dove il pericolo è, per la frustrazione e il senso di isolamento, mangiare di più e in modo non equilibrato.

Revolution di Virgin, per esempio, offre una serie di allenamenti digitali che vedono in prima linea Live Trainer fra i migliori al mondo (non a caso in diverse lingue), capaci di far leva sulle spinte emozionali e motivazionali anche dei più inflessibili. Workout in streaming, dirette e allenamenti davanti a un display: Cycle, Running, Grid, Recovery, Strength, Yoga e Pilates.

Cuore e mente: come allenarsi a Natale

Ma cari millennial fissati con la forma fisica, come orientarsi fra tutti i workout per arrivare al 2021 in forma o, ambiziosamente, più in forma di prima? Durante le feste, i Live Trainer suggeriscono di far lavorare il cuore. La strategia vincente – soprattutto in questo periodo – è quella di “doparsi” di endorfine. Le sostanze chimiche di natura organica prodotte dal cervello, dotate di proprietà fisiologiche che ci aiuteranno ad alleviare i momenti di solitudine e di sconforto. E sappiamo che ci saranno anche quelli.

Le attività più consigliate sono quelle che contribuiscono a rilassare la tensione muscolare e aiutano a dormire, traendo massimo giovamento dal riposo. La loro azione positiva si esercita sulla circolazione sanguigna, sull’attività neuronale e sull’aumentato rilascio, appunto, di endorfine.

«I trend del momento – come spiega Manuel Del Rossi, Live Trainer di Revolution – sono Strength, gli allenamenti che hanno come obiettivo l’incremento della forza, dando anche flessibilità e tonicità, Yoga con varianti che danno forza, equilibrio, resistenza e stabilità e Cycle».

È bene sapere che l’allenamento perfetto è ‘olistico’ e tiene conto quindi, non solo di numeri, ma anche del benessere psico-fisico. Ecco allora una guida per mirare a colpo sicuro gli allenamenti da non far mancare alla programmazione quotidiana in questi giorni.

Allenarsi a Natale, i consigli degli esperti

Manuel Del Rossi Live Trainer di Revolution

«Prendetevi il tempo per dedicarvi ad attività cardio, come Functional e Punch. Se vi sentite in gabbia, prima di ogni allenamento riscaldatevi anche con una breve corsa a ritmo costante, 15′ accompagnati da buona musica nelle orecchie. Al termine di ogni seduta si avrà un picco di endorfine, che permetterà di affrontare ogni situazione con il giusto livello di distress, lo stress positivo».

«Il mio suggerimento per sfruttare al meglio questi giorni è di alternare dei workout high intensity con dei workout body & mind, 2 o 3 volte alla settimana per circa 30’ per aumentare ulteriormente la propria performance fisica».

«Personalmente ho in programma di allenarmi cinque giorni alla settimana. Il mio obiettivo è di due sessioni di workout al giorno. Al mattino Cycle e nel pomeriggio allenamenti Strength, con una conclusione serale di 30’ body & mind, cioè Stretching o Yoga. Di solito mi alleno quattro volte a settimana. Questo programma è molto ambizioso e non lo consiglio a tutti, ma solo a chi un’abitudine all’allenamento molto sviluppata».

Susanna Petternella, Live Trainer ed esperta di Yoga

«Raccomando in particolar modo, Yoga Flow per attivare il metabolismo e bruciare calorie. E Yoga Calm per portare l’attenzione sulle cose essenziali eliminando il superfluo. Attività utili anche per immagazzinare energia, ci accorgeremo pienamente dei loro benefici superati i mesi invernali di letargo. Non deve essere però praticato dopo aver mangiato».

«Coinvolgere anche le persone con cui ci sentiamo più legati, farà sentire meno il senso di isolamento e di esclusione, dando maggior valore al tempo passato assieme, molto più che con una videochiamata».

«Non esiste l’allenamento miracoloso che ci permette di mangiare quanto vogliamo mantenendo sempre la stessa linea. Culturalmente tendiamo infatti a sottovalutare la quantità di cibo ingerito e a sopravvalutare invece le calorie consumate, soprattutto durante l’esercizio fisico».

«Un approccio equilibrato e ragionevole come un allenamento costante, divertente e non distruttivo ci permetterà di affrontare non solo qualche piatto più ricco del solito, ma anche la ripresa con una nuova spinta energetica e uno stato d’animo costruttivo».

Leggi anche: