Space X a pezzi tra le pecore australiane ci dice che rimaniamo sempre dei peti nell’Universo

3 Agosto 2022
73 Visualizzazioni

Caro Elon, mentre vai a riprendere i pezzi dello Space X considera di fermarti una settimana dal pastore australiano al quale hai spaventato i magnifici esemplari di pecore Merinos Australiane. Ti servirà 

I tre grandi frammenti di detriti spaziali che si sono schiantati negli allevamenti di pecore australiane del signor Mick Miners appartenevano a SpaceX, lo ha confermato l’Agenzia spaziale australiana.

Amiamo Elon Musk, per il suo coraggio di andare oltre, anche oltre l’atmosfera. Però bisognerebbe sempre imparare da qualcosa che va storto. «Doveva atterrare nell’Oceano» dicono a casa Tesla. Si però La spazzatura spaziale, si è infilata dritta dritta nei terreni agricoli e nei pascoli della regione delle Snowy Mountains del New South Wales.

Erano pezzi di una navicella spaziale, la SpaceX Crew Dragon che probabilmente è rientrata nell’atmosfera terrestre il 9 luglio, il giorno in cui la gente del posto ha riferito di aver sentito un forte boato ultrasonico accompagnato da un arco di luce abbagliante. 

L’uomo sogna di volare è uno degli album dei Negrita e quel sogno dura da millenni. Elon può imparare che la gravità rimane la gravità. Ed è invincibile. Sappiamo che lo sa, ma è stato molto fortunato perché quello spuntone alto tre metri e bruciato dal rientro, poteva scegliere di piantarsi sulla testa del corpulento Miners, che non l’avrebbe presa bene.

Quand’è che la qualità dei visionari smette di essere un pregio e può nuocere agli altri? Giriamo la domanda a Elon. Che, peraltro ha già vissuto diverse volte il senso del fallimento. Ma siccome non risponderà lo chiediamo a voi della della Generazione Z, che siete notoriamente irreprensibili nei confronti di cose come «spazzatura spaziale che cade dal cielo» e altre importantissime istanze.

Intanto cerchiamo tra i tweet del magnate a batteria: commenterà? Non commenterà? Ma non era quasi suo, Twitter?

Intanto Mick Miners nella sua fattoria a sud di Jindabyne cercherà di capire che cosa farsene dello spuntone in materiale superconduttore bruciacchiato. Poi c’è anche il suo vicino, il contadino Jock Wallace, che ha scoperto un altro pezzo caduto nelle vicinanze. La Civil Aviation Safety Authority (CASA) australiana non ha saputo rispondere alla domanda di Wallace su un eventuale utilizzo delle schegge impazzite.

Ha messo giù il telefono e poi ha provato a chiamare la NASA. Ma non gli hanno risposto.

Leggi anche:

Che cosa dicono davvero i tweet provocatori di Elon Musk

Tesla: dopo i missili riciclabili Elon Musk sfodera il camion elettrico

Perseverance, quando arriverà l’uomo su Marte?

Tutta la verità su Tesla