L’arte di mixare stili: guida per un arredamento eclettico

5 Dicembre 2023
430 Visualizzazioni

L’arredamento eclettico è una scelta sempre più quotata nell’ambito del design d’interni. Si presenta come una vera e propria forma d’arte che abbraccia la diversità di vari stili, epoche e influenze culturali, e che permette di creare ambienti unici e personalizzati. In questa breve guida andremo a vedere cosa significa arredare in modo eclettico e perché può essere una scelta stimolante. Offriremo inoltre consigli pratici per arredare diverse stanze della casa e ambienti di lavoro.

In cosa consiste l’arredamento eclettico 

Scegliere l’arredamento eclettico significa arredare gli ambienti in modo innovativo e diverso dal solito. Questo approccio dell’interior design prevede l’unione di elementi provenienti da stili diversi: permette di mescolare materiali e colori, ma anche componenti di epoche e culture differenti, dando vita a spazi che raccontano una storia unica e personale

Ovviamente, questa unione non viene portata a termine con casualità, ma bensì con un’attenzione particolare che consente di creare una fusione armoniosa di influenze e stili ben distinti tra loro. In altre parole, l’essenza di questo approccio di arredamento sta nell’abilità di combinare in maniera equilibrata molteplici elementi, ottenendo un risultato originale e al tempo stesso coerente in ogni sua parte.

Perché scegliere questa tipologia di arredamento?

Leggendo le suddette caratteristiche, molte persone capiscono subito che questa tipologia di arredamento fa per loro. Le ragioni per sceglierlo sono numerose. Ad esempio, se quello che si desidera è avere la libertà di esprimere la propria personalità in modo unico, attraverso il design della propria casa o ambiente lavorativo, l’arredamento eclettico è la soluzione ideale. Permettendo di mescolare gli stili preferiti, consente anche di creare un ambiente che appieno rispecchia il gusto e le esperienze individuali.

Questo approccio all’arredamento è la soluzione ideale anche per chi vuole poter usare la propria creatività senza troppi limiti, magari riciclando oggetti di vario tipo. L’eclettismo nell’ambito del design permette infatti di essere creativi senza limiti predefiniti e di giocare con colori audaci, materiali diversi e mobili unici. In pratica, porta a dare vita ad uno spazio che sfida le convenzioni e stimola al massimo la creatività dell’ideatore. 

L’arredamento eclettico permette di unire mobili e decorazioni di seconda mano, anche vintage, promuovendo il riciclo e la sostenibilità. Pertanto, è una buona soluzione anche per coloro che desiderano ridurre l’impatto ambientale in ogni ambito della quotidianità, arredamento compreso.

I consigli per chi desidera portare l’arredamento eclettico nelle stanze della propria casa 

Ricapitolando, lo stile eclettico è la scelta ideale per chi vuole poter esprimere appieno la propria personalità attraverso l’arredamento. Aiuta anche a preservare i ricordi, permettendo l’inserimento di oggetti di seconda mano, ereditati o collezionati nel tempo, pur se di diverse epoche e stili.  In generale, è la scelta migliore per coloro che amano sperimentare e giocare con colori, forme e texture. Perciò, per poter arredare l’ambiente seguendo questo stile, è importante dare il via libera alla propria creatività e raccontare una storia in ogni singola stanza della casa.

L’arredamento eclettico in soggiorno

Per la zona living, il consiglio primario è quello di mixare divani e poltrone di diverse epoche o stili. Al centro tra questi arredi si potrà inserire un tavolino salotto dal design contemporaneo, elegante e di impatto. Per completare il tutto si potranno posizionare tappeti e cuscini con pattern audaci, un mobile grande per la tv e una libreria che seguano lo stesso stile del tavolino da caffè. Per fare un’ulteriore positiva differenza si potranno aggiungere opere d’arte moderne e pezzi vintage ornamentali nei diversi angoli del soggiorno.

Una camera da letto eclettica

In questo caso, il suggerimento è quello di prediligere un letto con una testiera in stile neoclassico o glamour, e di combinare lenzuola e copriletti di diverse texture e colori. L’arredamento eclettico in questa stanza può prevedere il posizionamento di mobili con linee moderne accanto a pezzi più classici. Si potrebbero anche creare selezionare due lampade da comodino diverse per stile, forma e dimensione.

Una cucina speciale e diversa dal solito

La cucina è una stanza che permette di eccedere con la creatività proprio perché contiene tantissimi utensili e arredi. Il consiglio dei designer è quello di sperimentare con piatti colorati e diversi e con utensili dal design eccentrico. Si possono anche usare sedie e sgabelli diversi intorno al tavolo e rivestimenti murali o piastrelle caratterizzati da pattern vivaci.

Un bagno a dir poco unico

Per quanto riguarda il bagno, è possibile inserire accessori moderni, elementi vintage e anche più specchi di diverse forme e dimensioni. È una buona idea anche utilizzare colori audaci o piastrelle decorative che potranno completare l’arredamento eclettico della stanza.

L’eclettismo nei luoghi di lavoro

Dall’ufficio alle stanze di hotel, grazie all’eclettismo si possono creare ambienti stimolanti e accoglienti, originali e personali. In ogni contesto, è consigliabile accostare mobili moderni a lampade vintage, oppure arredi vintage a lampade moderne. Anche qui si possono utilizzare colori vivaci per le pareti o gli accessori, nonché includere opere d’arte o decorazioni insolite. È una buona soluzione anche sperimentare con tappeti, tende e cuscini di colori accattivanti.

Le regole d’oro dell’arredamento eclettico

In conclusione, l’arredamento in stile eclettico è un invito ad esplorare la creatività e a celebrare la diversità, ma anche ad esprimere la propria personalità. Proprio per questo è importante sperimentare, mescolare e abbinare elementi diversi tra loro arrivando a creare uno spazio che si rivelerà unico quanto la persona che lo ha arredato! È fondamentale, però, prestare anche una certa attenzione e impegnarsi per selezionare i complementi e gli arredi giusti: pur se sono diversi, insieme devono creare un ambiente armonioso e piacevole sotto ogni punto di vista. 

La chiave dell’arredamento eclettico è quindi trovare l’equilibrio tra gli elementi eterogenei che più rappresentano la nostra personalità. Bisogna mixare vari stili scegliendo ogni elemento con attenzione e valutando meticolosamente colori, forme e dimensioni. Dopodiché si dovrà accostare il tutto sapientemente, ovvero in modo da creare un senso di continuità e senza mai sottovalutare la funzionalità e la praticità degli spazi. Queste sono le regole d’oro per creare stanze che parlino in maniera autentica di noi e delle nostre esperienze, sia in un contesto domestico che in ambito lavorativo.

Exit mobile version