Il cinema la smetta di celebrare gli anni 80. Ci sono ancora i 90 tutti da riscoprire

13 Agosto 2022
73 Visualizzazioni

Il monopolio genX sulla sceneggiatura hollywoodiana ci impone un revival anni 80, ma c’è ancora speranza per i nineties addicted

Il successo della serie Netflix Stranger Things e la musica della vecchia scuola che guida la sua storia sono solo l’ultimo esempio di un’ondata di contenuti a tema anni 80 che ha preso il controllo del settore cinematografico e televisivo negli ultimi anni.

Hollywood potrebbe avere nel mirino il decennio sbagliato

Un nuovo rapporto di Luminate, il gruppo che aiuta a tenere traccia delle vendite e delle tendenze in streaming di musica, indica che i millennial e i giovani genZ prediligono i contenuti degli anni 90 rispetto a quelli del decennio precedente. I Boomers sono l’unico gruppo che si distingue, per loro gli ’80 non tramontano mai: lunga vita ai Dire Straits!

I gusti musicali non sempre si traducono direttamente in preferenze cinematografiche, ma le inclinazioni tematiche del pubblico statunitense indicano un amore per gli anni 90 a cui Hollywood non sta scaltramente attingendo.

Il decennio più amato secondo qz.com

“Cose più strane” vs “Giacche gialle”

Non solo Stranger Things. L’ossessione anni 80 si è manifestata anche in Wonder Woman 1984, It, Snowfall, GLOW, Physical, The Goldbergs, Mindhunter, Narcos, American Horror Story 1984, Chernobyl e Halt and Catch Fire, contro i più sfortunati anni 90 che si palesano in Captain Marvel, Yellowjackets, Pose (le ultime due stagioni), Everything Sucks!Fresh Off the Boat, e io, Tonya.

Gli sceneggiatori nostalgici ci danno quel che vogliono vedere, ma c’è ancora speranza

I dati del sito di ricerca Zippia mostrano che l’età media di uno sceneggiatore di Hollywood è 42 anni e che produttori di Hollywood che danno il via a questi progetti ne hanno generalmente più di 40. Questo ci fa ben intendere che le tendenze sentimentali della Gen X stanno influenzando pesantemente le narrazioni sugli schermi.

C’è speranza: questa fascia demografica sembra perdere il controllo della maggior parte delle narrazioni cinematografiche e televisive intorno ai 55 anni, quando la loro partecipazione come sceneggiatori scende a solo il 18%.

Buone notizie per i fan degli anni 90: Hollywood arriverà a celebrare nei film anche l’era dell’Internet dial-up, il tempo del grunge rock e dell’hip-hop. HBO Max ha recentemente mandato in onda Beanie Mania, sulla mania dei giocattoli Beanie Baby degli anni 90, mentre That 90s Show dovrebbe debuttare questo autunno proprio su Netflix.

Un buon inizio per i nineties addicted.

Leggi anche: