Organo genitale femminile immagini: ovvero le foto DALLA vagina di Dani Lessnau

non c'è più intimità!

Avatar
10 marzo 2018
1 Condivisioni 6352 Visualizzazioni

Il mondo sta per finire? Le abbiamo provate tutte? Il mercato è saturo? No, tutto rinasce da dove deve rinascere. Dani Lessnau ha deciso di fotografare i suoi amanti da una prospettiva insolita e misteriosa: dalla sua vulva.

Sapete chi è Dani Lessnau? Immagino di no, ma sono sicura che non la dimenticherete facilmente. É una fotografa americana, e come tutti i fotografi di oggi ha cercato il modo più controverso e speciale per farsi pubblicità. La sua raccolta intitolata extimité, s’ispira al conflitto  tra interno ed esterno. Per rappresentare al meglio questo tema, Dani ha scelto la prospettiva genitale di cui sopra.

 

Organo genitale femminile immagini: ovvero le foto dalla vagina di Dani Lessnau.

Come sono state realizzate queste gelatine? Inserendo nella sua vagina dei piccoli stenoscopi e usando una esposizione molto lunga di uno o due minuti e mezzo.

Com’è stare nel corpo di una donna? Come possiamo esprimere un’esperienza cosi viscerale fatta di piacere e dolore? Lessnau ha preso spunto dal progetto Face to Face di Ann Hamilton, che aveva inserito nella bocca di una donna una fotocamera, immortalando così i suoi soggetti. Ecco come la fotografia ci entra dentro, si fonde con il nostro corpo.

Spesso la fotografia si basa sullo sguardo maschile verso un soggetto femminile. Ma in extimité traspaiono le sensazioni di una donna. Lessnau ha infatti inventato una nuova forma di fotografia, nella quale usando tutto il suo corpo è riuscita a catturare un momento di pura e potente intimità.

In fondo il potere della fotografia sta proprio nel dire cose che nella realtà non riusciremmo a dire, perché l’occhio umano non è in grado di catturare cose che la fotocamera può immortalare.

http://

via GIPHY

 

Dopo aver letto Organo genitale femminile immagini: ovvero le foto DALLA vagina di Dani Lessnau, LEGGI ANCHE: Le ragazze che bevono alcol fanno paura. Del resto, i cani hanno paura dei tuoni