fbpx

Un briciolo di allegria di Blanco e Mina: due generazioni distanti unite dalla musica

17 Aprile 2023
1221 Visualizzazioni

Dopo il clamoroso successo dell’album Blu Celeste, che ha portato l’artista bresciano alla ribalta con 54 dischi di platino, 4 dischi d’oro e una vittoria a Sanremo in compagnia di Mahmood, Blanco torna in vetta alle classifiche con il nuovo album Innamorato, uscito il 14 aprile. Ciò che però ha fatto del tutto impazzire i fan è stato il grande ritorno della regina indiscussa della musica italiana. Infatti, il pezzo Un briciolo di allegria, terza traccia del disco di Blanco, è un duetto con Mina, dea eterna e intramontabile.

Uno scambio intergenerazionale, un dialogo tra due mondi diversi, distanti ma intrecciati alla perfezione, ha creato un pezzo unico e potente. La voce straordinaria di Mina accompagna la penna del giovane artista di Brescia, al secolo Riccardo Fabbriconi, creando un mix esplosivo e travolgente, prodotto dall’ormai intramontabile sodalizio con Michelangelo.

Un briciolo di allegria: il significato del testo di Blanco

Un briciolo di allegria è un dialogo tra due generazioni, che seppur diverse condividono la stessa visione dell’amore: «Se non è sincero, se l’amore è vero, muori dentro». Un’incontro, rischiarato dalla luca lunare, è l’occasione per riflettere su ricordi e sentimenti. Ed è sotto questo chiaro di luna che stringersi i capelli equivale a stringere una matita per scrivere una poesia d’amore.

Dopo un’intera vita, ciò che risulta davvero importante sono i sentimenti: «E non invecchia mai, ciò che vive dentro noi». Con queste parole, Blanco consegna alle generazioni che verranno dopo di lui le sue emozioni proprio come se fossero una vecchia Polaroid. Ed è per questo motivo che, per anticipare l’uscita del pezzo, l’artista aveva pubblicato alcune foto in bianco e nero omaggiando Alain Delon nel film Frank Costello faccia d’angelo. Passato e futuro si intrecciano, e trovano comunione nella musica e nei sentimenti, proprio come si sono intrecciate due generazioni nell’incontro tra Blanco e Mina, la quale ha conosciuto il rapper grazie al figlio Massimiliano, che, mostrandole un suo video, ha dato vita a questa riuscitissima collaborazione.

Il testo del duetto di Blanco e Mina

In mezzo al viale, giocavo a pallone,
Sulla strada sterrata, che mi ha cresciuto,
Dove il cielo è bordeaux, immerso nel verde,
Dove Dio creò, distese di niente

Se non è sincero, se l’amore è vero, muori dentro
Il sentimento puro, no, non ha futuro se ti perdo,
Darei la mia vita, che non è infinita a un prezzo onesto
Ma per fortuna che, che poi ci siamo trovati,
Sotto un chiaro di luna, forse un po’ stropicciati da una storia vissuta,
Poco dopo eravamo stesi sopra una pietra,
Coi capelli in mano come una matita,
Scriverei una poesia, rapapapapapapapa
Per un briciolo di allegria, rapapapapapapapa

Tutte le offese che vuoi, non serviranno se puoi parlare con me,
Ed è difficile, saper distinguere l’amore dalla follia

Se non è sincero, se l’amore è vero, muori dentro
Il sentimento puro, no non ha futuro se ti perdo,
Darei la mia vita, che non è infinita a un prezzo onesto,
Ma per fortuna che, che poi ci siamo trovati,
Sotto un chiaro di luna, forse un po’ stropicciati da una storia vissuta,
Poco dopo eravamo stesi sopra una pietra,
Coi capelli in mano come una matita,
Scriverei una poesia, parapapapapapapapa
Per un briciolo di allegria, parapapapapapapapa

E non invecchia mai, ciò che vive dentro noi,
E non sbiadisce mai, come foto polaroid
Se non mi domando, chi eravamo,
Io non mi ricordo, chi siamo
Per un briciolo di allegria
parapapapapapapapa