Eleonora sei normale, tra i testi sui disturbi alimentari quello di Igor Nogarotto è il più tosto

Avatar
11 Aprile 2020
5934 Visualizzazioni

Eleonora sei normale è il singolo di Igor Nogarotto tratto da una storia vera che affronta un argomento delicato: i disturbi alimentari.

La porta del bagno chiusa, il teatro della sofferenza e della solitudine.
Il mondo le sembra lontano, la gente non si accorge di lei. Un dramma vissuto all’interno di una piccola stanza con sofferenze enormi che le lacerano l’anima. Vissuto da tante millennial.

Eleonora sei normale è il nuovo singolo di Igor Nogarotto che, con grande coraggio, affronta un argomento delicato come i disturbi alimentari.

Arrangiamenti raffinati, un testo di grande forza evocativa e un video crudo e reale per il ritorno sulle scene di un cantautore e scrittore dall’incedere cazzone ma dal cuore davvero grande!

Il motore della canzone gira attorno a un drumming potente sì, ma al contempo ricercato grazie ad una bella cassa rotonda, a un rullante secco e incisivo e a una scelta di fill sempre gustosi.

Il basso si appoggia elegantemente sul ritmo e ricama il mood con fraseggi morbidi e discreti in una splendida profondità.

Pianoforte, tappeti di tastiere ed una brillante chitarra acustica, molto aperta sul left e sul right, danno respiro all’arrangiamento mentre le incursioni di fisarmonica che aprono gli incisi tinteggiano atmosfere in technicolor.

Riff e ritmiche di chitarra elettrica distorta graffiano rockeggiando e la voce di Igor Nogarotto risulta efficace nel raccontare una storia che non lascia indifferenti.

La storia

Il testo di Eleonora sei normale è stato scritto su un biglietto da Eleonora, sofferente di bulimia, alla madre, poco prima del gesto suicida. La mamma di Eleonora ha chiesto a Igor Nogarotto di creare una canzone che potesse esorcizzare quel dolore e sensibilizzare sulle tematiche bulimia e anoressia.

Spiega Igor Nogarotto: «Anni fa frequentai una donna che aveva una figlia bulimica. La madre mi consegnò quel testo chiedendomi se volessi farne una canzone, affinché il messaggio della ragazza potesse avere eco ed essere di aiuto alle persone che soffrono di questo disturbo»

Il biglietto lasciato da Eleonora alla Madre

Sono stanca di sto mondo prigioniera dietro a un banco del mio essere diversa che attira il tuo sguardo. Cosa ho fatto mai di male? Vorrei essere normale.

Sono stanca di sto mondo del mio corpo fuori tempo, vagabonda al tramonto come il sole che si è perso. Io non voglio essere speciale. Vorrei essere normale.

Voglio ancora sogno, ancora il sorriso di mia madre che accarezza la mia differenza e mi dice Eleonora sei normale.

La bulimia, quella nervosa, consiste nel fagocitare la più grande quantità di cibo nel minor tempo possibile, in solitudine: l’abbuffata cessa solo quando iniziano dolori addominali o nausea o se si rischia di essere scoperti. Di seguito si passa allo “svuotamento”: nel video sono documentate alcune tecniche tra le più utilizzate dai bulimici, come l’ingerire grandi quantità di latte e la stimolazione del vomito con il manico dello spazzolino da denti.

LEGGI ANCHE:

Tutte le recensioni di Vainer Broccoli

leggi la storia di Igor!