Festival musicali 2018: cosa bere per essere lo sbronzo più lucido della baracca

25 aprile 2018
5 Condivisioni 238 Visualizzazioni

La stagione dei festival musicali 2018 sta per iniziare. Stai per partire per il Primavera Sound di Barcellona (invidia! Gli headliners sono Arcade Fire, Bon Iver, The xx, Aphex Twin, Grace Jones)? Andrai al Tomorrowland o allo Sziget? Sei carico? Bene! Quest’anno parti con il piede giusto: i festival vanno goduti, lo scopo è cantare, ballare e divertirsi. E non bere e stare male, o perderti il pezzo preferito del tuo gruppo preferito e pentirtene per il resto dei tuoi giorni. Ecco cosa fare e cosa non fare, a proposito di drink e alcol, durante i festival musicali 2018.

 

Bevi tanta acqua

Come se stessi leggendo una pagina di Più sani più belli, il primo consiglio è quello di bere, bere in continuazione. Sì, poi dovrai andare spesso in bagno, ma in mezzo a tanta gente, nel caldo e bevendo alcol, non puoi davvero sottovalutare il rischio di disidratarti.

Non bere cocktail dolci

Non bere cocktail sarebbe ancora meglio, ma se proprio la birra non ti piace, almeno non scegliere bevande dolciastre che oltre ad alzare il tasso alcolico, ti provocano una sensazione di sete peggiore di quella che avevi prima di bere il tuo cocktail. Prendi qualcosa di secco e rinfrescante.

Prendi (e paga) due

Non è una promozione, difficile che le facciano ai festival musicali 2018. Siccome c’è sempre un sacco di coda per prendere da bere, perché non portarti avanti comprando già due birre – tanto due mani le hai – sì, certo, un po’ si scalda, ma non sei a una verticale di Champagne. Anche perché per la legge di Murphy è proprio quando sei in coda che suonano la tua canzone preferita. Garantito!

Datti pace

C’è tanta gente, fa caldo, sotto il palco non arriverai mai. Goditi lo spettacolo senza stress. I festival sono un’esperienza da vivere, non importa che sia tutto perfetto.

Ricordati di mangiare

Prima, durante e dopo. Non c’è bisogno di spiegare perché, giusto? Ma evita cibi troppo unti e pesanti. Stai leggero.

Non bere di giorno

Ti alzi la mattina e vedi i tuoi vicini di tenda che stanno facendo colazione con le birre. No, non è una bella idea da copiare. I festival sono come le maratone. Dai tregua al tuo fegato e soprattutto goditi la giornata.

Anni Novanta

Invece dello zaino, portati un marsupio. È più sicuro, non ti fa sudare e ti sarà più facile pagare le tue birre mentre già le tieni in mano. Fidati, lo zaino è l’accessorio migliore per un concerto, ancora nei festival musicali 2018.

 

LEGGI ANCHE: Stagione di festival balneari (o solari, o stellari): outifit serata al mare!

Potrebbe interessarti

Da Ottaviano alla vodka alla pesca: il falò di ferragosto e il tracollo di una civiltà
News
3 visualizzazioni
News
3 visualizzazioni

Da Ottaviano alla vodka alla pesca: il falò di ferragosto e il tracollo di una civiltà

Mordeicani Richler - 14 agosto 2018

All'inizio il falò di ferragosto era un'ode agli dei contro gli spiriti maligni, poi fu la festa dell'Assunzione di Maria,…

Perché “Una vita in vacanza” è la canzone del reddito di cittadinanza
Cultura
14 visualizzazioni
Cultura
14 visualizzazioni

Perché “Una vita in vacanza” è la canzone del reddito di cittadinanza

Mordeicani Richler - 14 agosto 2018

Hai voglia a dire sono solo canzonette, il tormentone estivo degli Stato Sociale, Una vita in vacanza, è puro pensiero…

Sono Giapponese! Lesson 43: Che cos’è la festa Obon, dove il turista scopre il vuoto cosmico
Appuntamenti
24 visualizzazioni
Appuntamenti
24 visualizzazioni

Sono Giapponese! Lesson 43: Che cos’è la festa Obon, dove il turista scopre il vuoto cosmico

Kentaro Hara - 13 agosto 2018

Allerta Possibili Negozi e Ristoranti CHIUSI in Giappone. Ma per quale motivo? E a che santo dovete voi, turisti presenti…