fbpx

Non abbiamo bisogno dei ketchup alla frutta ma la verità è che li ameremo

2 Aprile 2022
484 Visualizzazioni

Calmi tutti, non stiamo parlando di trend disgustosi che fanno storcere il naso (e infuriare gli italiani) come l’ananas sulla pizza o la pastasciutta cotta al forno dentro una pirofila. Okay, forse il nome ketchup (alla frutta) può trarre in inganno, ma vi assicuriamo che l’argomento è più interessante di quanto appare, e potrebbe aprire la mente a nuove culture. E chissà, forse tra qualche mese i ketchup alla frutta diventeranno pure un nuovo must try su TikTok.

Ketchup alla frutta, cosa?

Ci sono nuovi sapori agrodolci che stanno conquistando il mondo occidentale, si tratta di salse corpose dalla consistenza simile al ketchup (da qui il nome, appunto) che vengono realizzate con l’aggiunta di frutta. I gusti meno amati sono quelli con mele e pere, mentre un nuovo “classico” è quello alla ciliegia. Ma ce n’è uno che sta veramente spopolando su Amazon: il ketchup alla banana.

Di cosa si tratta

Il ketchup di banana è una popolare salsa filippina a base di banana, zucchero, spezie e aceto. E il prodotto sta iniziando ad arrivare anche sulle tavole americane ed europee.

La piattaforma Exploding Topics stima che negli ultimi anni la popolarità del prodotto sia aumentata di oltre il 70%, e riporta l’esempio del brand Jufran:  “è un famoso marchio di ketchup alla banana – spiega – Il pacchetto più popolare di Jufran genera una stima di $2.000 al mese su Amazon (AMZscout)”. Sul colosso e-commerce il prodotto ha ricevuto ottimi riscontri, con una valutazione media di 4,4/5 stelle e oltre 700 recensioni.

L’origine del prodotto

La maggior parte delle persone al di fuori delle Filippine non ha familiarità con questa alternativa al ketchup tradizionale ma, nel Paese, le persone lo adorano, tanto che il ketchup alla banana è spesso usato come condimento o salsa da accompagnamento per le patatine fritte. 

La storia che si nasconde dietro alla ricetta è piuttosto curiosa. Secondo il blog Curious Cuisinière, il merito del successo del ketchup alla banana va attribuito Maria Orosa, una chimica alimentare che si mise a sperimentare in cucina, con l’obiettivo di ridurre la dipendenza delle Filippine dalle merci d’importazione, come l’americanissimo ketchup.

Maria Orosa decise di provare a fare un condimento simile utilizzano il raccolto locale: le banane, con l’aggiunta di colorante rosso per rendere il condimento più accattivante e visivamente simile a quello americano. Fu solo dopo la seconda guerra mondiale che il ketchup di banana iniziò a essere prodotto in serie, e la popolarità salì ancora di più quando i soldati americani rimasti nelle Filippine terminarono le scorte del loro tradizionale ketchup. 

Oggi il prodotto è arrivato in tutto il mondo, e la salsa può essere accompagnata assieme a un sacco di piatti, come l’omelette o la carne. Abbiamo capito bene, le banane sulle uova? Sì, ma questa è un’altra storia.