Basta ombrelline nella F1. Era ora! Finalmente potranno mantenerle i mariti

Avatar
1 Febbraio 2018
1072 Visualizzazioni

Finalmente una prova di civiltà. Basta ombrelline! Basta con queste grid girl o gnocche parasole che dir si voglia. Finalmente potranno mantenerle i mariti.

 

E basta anche con le cubiste, le hostess, le vallette, le modelle. Che schifo, tutti questi corpi che guadagnano. È ora di finirla. Il fatto che una ragazza guadagni scegliendo consapevolmente di ottimizzare le proprie fortune è una cosa indegna. Ma a che è servito il catechismo? Chissà quelle ombrelline quanto ci metteranno, adesso, per imparare a rammendare un calzino o a preparare la marmellata di mele cotogne.

Basta ombrelline! Altrimenti, di questo passo, sapete dove saremmo arrivati? A riaprire le case chiuse, ecco dove. Luoghi infami dove le donne potrebbero scegliere di utilizzare il proprio corpo per l’altrui godimento e ricavarne perfino uno stipendio. E tutto questo legalmente. Beh si vergognino quelle traditrici, quelle mercenarie. In strada, a soffrire, a nascondersi!

Basta ombrelline! Ma in tutto questo discorso stiamo tralasciando il vero colpevole della faccenda: lui, il Maschio. Che ancora si eccita a guardare tacchi e minigonne, ancora questa voglia di carne e di tette. Santo cielo, evolvetevi, cos’è più eccitante di un bel cervello imbevuto di nozioni sfiziose? Se proprio dovessero restare, queste ombrelline, dovremmo utilizzarle in modo diverso: a declamare versi di Dacia Maraini ai box, mentre i piloti si preparano a partire, in modo che la gara sia dolce, intelligente, dotta, forbita. Piuttosto che un sorpasso suicida, meglio un bel colpo di sonno.

E questo connubio basso-romagnolo di donne e motori non è forse barbaro? L’automobile è un sostantivo femminile, guarda caso. Nacque maschile alla fine dell’800 e fu D’Annunzio, guarda caso, a imporre il cambio di genere. Sarebbe ora di tornare a chiamarlo lo automobile. Che sia maschio, quel pezzo di ferraglia su cui montare, da comandare a piacimento. La metafora sessuale è fin troppo evidente, e fascista. Stessa cosa per la moto, che dovrà diventare il moto. Basta ombrelline! Che se non spolveri la casa diventa uno schifo.

 

LEGGI ANCHE: Molestie sessuali. Soluzione finale: sperma in vitro e castrazione a 18 anni