fbpx

“Made in Italy”: testo e significato della canzone di Rosa Chemical a Sanremo 2023

9 Febbraio 2023
2376 Visualizzazioni

A infiammare il palco dell’Ariston ci ha pensato Rosa Chemical, che ha debuttato come concorrente di Sanremo 2023 con un testo che non è stato esente da polemiche e discussioni. Autodefinitosi “perverso”, il rapper ha presentato un brano che è un inno all’amore libero, un invito a fare ciò che ci piace senza preoccuparci del giudizio altrui. Il significato del testo di Rosa Chemical parte proprio dal concetto di “Made in Italy”: l’Italia come patria del buon cibo ma anche, per fama internazionale, un paese passionale, fatto di amore e di sesso.

Rosa Chemical racconta il sesso “Made in Italy”

Non è la prima volta che Rosa Chemical canta sul palco di Sanremo. Nel 2022 ha duettato con Tananai con un omaggio a Raffaella Carrà, la regina della libertà sessuale, che già cantava «com’è bello far l’amore da Trieste in giù, l’importante è farlo sempre con chi hai voglia tu» quando ancora “donna” e “disinibita” non potevano stare nella stessa frase. Che se ne voglia dire, la voglia di essere liberi e passionali ce l’abbiamo nel sangue, è un marchio di fabbrica tanto quanto il sugo e la carbonara.

Proprio qui troviamo il significato del testo “Made in Italy” di Rosa Chemical: si tratta infatti di una critica ai tabù, a chi vuole l’Italia come il Paese dei valori cristiani, di famiglia e decoro. Rosa porta un’Italia “indecorosa”, fatta di provocazioni, di femminilità e di libertà, senza etichette e censure, tanto che la copertina ufficiale dell’album è stata lanciata in anteprima su Only Fans in versione integrale. «Made in Italy», spiega Rosa su Instagram, «è piedi, con cui calpestare ciò che è generalista e che chiude tutto dentro una gabbia fatta di tabù».

Le polemiche contro il “gender-fluid”

Il testo di “Made in Italy” non è stato esente da critiche: Maddalena Morgante, deputata di Fratelli d’Italia, aveva infatti chiesto l’esclusione del brano da Sanremo. La personalità controversa di Rosa Chemical, e il suo aspetto “gender-fluid” era ritenuto inadatto al palco dell’Ariston. Contro le polemiche, lo stesso Amadeus ha poi ironizzato sull’accaduto in difesa del cantante. «Probabilmente il pezzo di Rosa Chemical sarà il preferito dei suoi figli e lo ballerà anche lei».

Rosa non si è lasciato tuttavia abbattere dalle critiche e ha aggiunto, terminata l’esecuzione del brano durante la seconda serata di Sanremo 2023: «Volevo dedicare questa canzone a chi almeno una volta nella vita si è sentito sbagliato, mentre era semplicemente diverso». Proprio questo espetto è enfatizzato nel brano “Made in Italy”, dove l’artista si rivolge alla persona con cui è in coppia: «Ti piace che sono perverso e non mi giudichi / se metterò il rossetto in ufficio il lunedì». Il brano è dunque in inno all’amarsi in tutte le proprie stranezze e “perversioni”, e a trovare qualcuno con cui condividerlo senza sentirsi giudicati.

Il testo di Made in Italy

Damn, fratello, ma siamo l’Italia anche oggi, la stiamo salvando
Vai Bdope, fammi sentire quanto sei italiano
Dimmi come si fa
A restare fedeli
Sex boy ma non parlo americano
Per i tuoi sono il tipico italiano
Uh Ah
Tu sai che non è la cosa giusta
Finché la vicina non ci bussa
Finché non sente le urla
Uh Ah

Maaa (ahh)
Le canzoni d’amore
Sono meglio stonate
Te le canto così
Ahi ahi ahi ahi ahi
Nel momento piccante
Ti messaggia l’amante
Ma va bene così
Ti piace
Che sono perverso e non mi giudichi
Se metterò il rossetto in ufficio lunedì
Da due passiamo a tre
Più siamo e meglio è
Ci dicono di no
E adesso ci lasciate fare
Il sesso (made in Italy)
L’amore (made in Italy)
Il sogno (made in Italy)
La storia (made in Italy)

Sono un bravo cristiano
Ma non sono cristiano
Tu vuo’ fa l’americano
Io voglio morire da italiano
Io voglio una vita come Vasco
Stringere la mano a Celentano
Ti voglio nuda col calzino bianco
L’uomo vitruviano
Io sono il tuo Leonardo
E a ma-ma-marama
Sì le piaccio (eh)
E pa-pa-parapa
Non gli piaccio
A te-te-te piace un altro
E okay: nel mio letto c’è spazio

Maaa
Le canzoni d’amore
Sono meglio stonate
Te le canto così
Ahi ahi ahi ahi ahi
Nel momento piccante
Ti messaggia l’amante
Ma va bene così
Ti piace
Che sono perverso e non mi giudichi
Se metterò il rossetto in ufficio lunedì
Da due passiamo a tre
Più siamo e meglio è
Ci dicono di no
E adesso ci lasciate fare
Il sesso (made in Italy)
L’amore (made in Italy)
Il sogno (made in Italy)
La storia (made in Italy)

Ehm ehm
Babababadibubum
Babababadibubum
Badabadabidababa badibubum
Babababadibubum
Hey sexy lady
Babababadibubum
Badabadabidababa badibubum
Ahah

Ti piace
Che sono perverso e non mi giudichi
Se metterò il rossetto in ufficio lunedì
Da due passiamo a tre
Più siamo e meglio è
Ci dicono di no
E adesso ci lasciate fare
Il sesso (made in Italy)
L’amore (made in Italy)
Il sogno (made in Italy)
La storia (made in Italy)
La festa (made in Italy)
La voglia (made in Italy)
I piedi (made in Italy)
L’Italia (made in Italy)