fbpx

Catalogo dei MILLENNIAL: Margot Robbie. La tua enciclopedia dei millennial

9 Agosto 2023
4291 Visualizzazioni

Margot Robbie è una delle attrici più amate degli ultimi anni, se non l’attrice-diva del momento. Dalle soap opera al mondo cinematografico nel giro di pochi anni: la carriera di Margot Robbie si è riempita di luce e di esperienze memorabili. Attrice ma anche produttrice di film, Robbie ha interpretato ruoli opposti e il suo essere camaleontica le hanno sempre fatto fare centro.

NOME: Margot Robbie

LUOGO DI NASCITA: Dalby, Australia

SETTORE: Cinema

MILLENNIAL FACTOR: Camaleontica, sa letteralmente fare tutto

Chi è Margot Robbie

Margot Robbie nasce il 2 luglio 1990 a Dalby, in Australia, sotto il segno del Cancro. La sua infanzia è un’infanzia tranquilla, trascorsa con la madre, la sorella e i due fratelli a Gold Coast. Il padre, separato dalla madre da anni, è proprietario di una fattoria, ma Robbie non ha mai avuto un grande legame con lui proprio a causa della separazione.

La sua passione verso la recitazione comincia quando ancora è un’adolescente. Dopo essersi iscritta alla Facoltà di Legge, capisce che il suo vero sogno è quello di diventare un’attrice e così abbandona gli studi, comincia a svolgere qualche lavoretto sporadico e punta a raccogliere una bella somma per permettersi un viaggio nella bella Hollywood. Prima di arrivare lì, però, fa tappa a Melbourne, dove comincia a recitare in qualche pellicola facendosi notare dalla critica. Seguono diverse soap opera, tra cui spicca Neighbours, ma Margot Robbie appare anche in varie pubblicità televisive.

Approdata a Los Angeles, la sua vita cambia. È il 2013 quando Margot Robbie entra a fare parte del cast di The Wolf of Wall Street a fianco del grande Leonardo DiCaprio. La pellicola la lancia definitivamente sotto i riflettori, la candida a diversi premi e da lì in avanti la sua carriera esplode.

Margot Robbie: camaleontica emozione. I ruoli top dell’attrice di Dalby

In The Wolf of Wall Street Margot Robbie stupisce e affascina, ma quello di Naomi sarà il primo di tanti ruoli da lei interpretati. Dopo il grande successo della pellicola di Scorsese, infatti, l’attrice di Dalby partecipa ad altri progetti, sia in parti minori, sia in parti di spicco. Nel 2014 fonda anche la sua primissima casa di produzione, la LuckyChap, e lo fa insieme al futuro marito Tom Ackerley e ad altri amici.

Ma torniamo a lei: probabilmente ve la ricorderete in vari ruoli importanti e non. Nel 2015 recita con Will Smith in Focus – Niente è come sembra, altro grande capolavoro che ne conferma la bravura e le capacità interpretative. Nello stesso anno appare anche ne La grande scommessa, ma la sua parte è molto breve.

Il successo globale arriva nel 2016, quando Margot Robbie è scelta per interpretare l’iconica Harley Quinn, amante di Jocker, nell’altrettanto iconico film Suicide Squad (ruolo che tornerà anche nel 2020 in Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn). La prima candidatura ai Premi Oscar (e non solo) arriva nel 2018, anno in cui interpreta Tonya Harding nel film omonimo Tonya, storica pattinatrice sul ghiaccio. È anche la regina Elisabetta I d’Inghilterra in Maria regina di Scozia, ma è anche Sharon Tate in C’era una volta a…Hollywood di Quentin Tarantino, altro ruolo di grande successo. Segue la parte di Kayla Pospisii in Bombshell – La voce dello scandalo (siamo a fine 2019), grazie alla quale ottiene la candidatura all’Oscar come Migliore attrice non protagonista e altre importanti candidature.

Margot Robbie non si ferma mai e nel 2022 recita sia in Amsterdam, sia in Babylon, interpretando due ruoli opposti ma entrambi convincenti. Nel 2023 è la protagonista di Asteroid City di Wes Anderson e, dulcis in fundo, di Barbie, pellicola diretta da Greta Gerwing e prodotta dalla stessa Robbie.

Margot Robbie è sui social?

La risposta è “ni”. L’attrice di Dalby non è presente né su Instagram, né su Twitter. L’unica pagina esistente legata a lei personalmente è quella su Facebook, che vanta ben 10 milioni di follower ma è inattiva dal 2018.

Leggi anche: