fbpx

“Hopeless Wanderer” testo, traduzione e significato del brano dei Mumford and Sons

31 Gennaio 2022
1162 Visualizzazioni

In occasione del compleanno di Marcus Mumford, il frontman dalla voce intensa, parliamo della canzone per millennial erranti senza una meta, “Hopeless Wanderer”.

Il folk rock per giovani sognatori: per chi non li conoscesse, i Mumford and Sons sono una band neofolk, o folk rock che dir si voglia. Hanno vinto un Grammy Award con “Babel” del 2013, proprio l’album di “Hopeless Wanderer”.

È la band che ci sforna canzoni tenere e malinconiche da cantare girovagando per la città al tramonto in cerca di un senso da dare alla nostra recente rottura, alla nuova delusione lavorativa o banalmente alla nostra perenne incertezza.

C’è chi dice che loro semplicità e quell’aria campagnola siano in realtà un furbo disegno manageriale che strumentalizza i tempi di crisi per noi millennial disillusi e timorosi per il futuro. Non sappiamo se sia così, ma indubbiamente affoghiamo il nostro bisogno di consolazione in un giro di chitarra e qualche nota di fisarmonica. Da cupa generazione di smarriti depressi a giovani sognatori.

Il significato di “Hopeless Wanderer”

Hopeless Wanderer” rievoca quella classica atmosfera country ed energica che solo una buona sessione di banjo può trasmettere.

Il protagonista della canzone è un vagabondo. Qualcuno che “corre” costantemente e non riesce a trovare la sua pace. Può rappresentare chi scappa dal diventare grande, dai problemi e dalle responsabilità, o chi fugge dalla stabilità di un amore per paura di soffrire o per la voglia di continuare a evadere ed esplorare inseguendo i propri desideri.

Per vari aspetti è un testo in cui noi millennial e gen Z possiamo riconoscerci. Frenetici e costantemente alla ricerca di qualcosa che forse non sappiamo nemmeno cosa sia. Impareremo un giorno a smettere di vagabondare e inizieremo ad amare quello che abbiamo senza angosciarci? Secondo Marcus Mumford sì: “I will learn to love the skies I’m under” (imparerò ad amare i cieli sotto cui mi trovo).

Testo di “Hopeless Wanderer” (Mumford and Sons)

You heard my voice I came out of the woods by choice
Shelter also gave their shade
But in the dark I have no name

So leave that click in my head
And I will remember the words that you said
Left a clouded mind and a heavy heart
But I was sure we could see a new start

So when your hope’s on fire
But you know your desire
Don’t hold a glass over the flame
Don’t let your heart grow cold
I will call you by name
I will share your road

But hold me fast, Hold me fast
‘Cause I’m a hopeless wanderer
And hold me fast, Hold me fast
‘Cause I’m a hopeless wanderer

I wrestled long with my youth
We tried so hard to live in the truth
But do not tell me all is fine
When I lose my head, I lose my spine

So leave that click in my head
And I won’t remember the words that you said
You brought me out from the cold
Now, how I long, how I long to grow old

So when your hope’s on fire
But you know your desire
Don’t hold a glass over the flame
Don’t let your heart grow cold
I will call you by name
I will share your road

But hold me fast, Hold me fast
‘Cause I’m a hopeless wanderer
And hold me fast, Hold me fast
‘Cause I’m a hopeless wanderer
I will learn, I will learn to love the skies I’m under
I will learn, I will learn to love the skies I’m under
The skies I’m under

Traduzione del testo di “Hopeless Wanderer” (Mumford and Sons)

Hai sentito la mia voce, sono uscito dal bosco per mia scelta
Il riparo dà la sua ombra
Ma nell’oscurità non ho un nome

Allora lascia quell’idea nella mia testa
e ricorderò le parole che hai detto
ho lasciato una mente annebbiata e un cuore pesante
ma ero sicuro che avremmo potuto vedere un nuovo inizio

così quando la tua speranza si infiamma
ma conosci il tuo desiderio
non innalzare un bicchiere sulla fiamma
non far sì che il tuo cuore diventi freddo
ti chiamerò per nome
condividerò la strada

Ma stringimi in fretta, stringimi in fretta
Perchè sono un vagabondo senza speranza
Ma stringimi in fretta, stringimi in fretta
Perchè sono un vagabondo senza speranza

Ho lottato a lungo con la mia giovinezza
abbiamo faticato così tanto per vivere nella verità
ma non dirmi che va tutto bene
quando perdo la testa, perdo il mio carattere

Così lascia quel click nella testa
e ricorderò le parole che hai detto
Mi hai portato fuori dal freddo
Ora, come vorrei, come vorrei invecchiare

così quando la tua speranza si infiamma
ma conosci il tuo desiderio
non innalzare un bicchiere sulla fiamma
non far sì che il tuo cuore diventi freddo
ti chiamerò per nome
condividerò la strada

ma stringimi velocemente, stringimi velocemente
perché sono un girovago senza speranza
ma stringimi velocemente, stringimi velocemente
perché sono un girovago senza speranza

imparerò, imparerò ad amare i cieli sotto cui mi trovo
imparerò, imparerò ad amare i cieli sotto cui mi trovo
i cieli sotto cui mi trovo

Leggi anche: