7 cose da sapere su come bere whiskey (e soprattutto su come non berlo)

17 ottobre 2018
54 Condivisioni 601 Visualizzazioni

Sì, il tabù del whiskey non è più forte come una volta. Gli intenditori si sono ammorbiditi e guardano con meno disprezzo chi ordina “un whiskey” senza conoscere la differenza tra uno scotch e un bourbon. E accettano anche chi aggiunge dell’acqua nel bicchiere – purché non lo faccia con il suo – ma ci sono delle cose a proposito del come bere whiskey che un bevitore serio non può davvero accettare di vedere o sentire.

 

Segnatevi queste 7 regole su come bere whiskey. Sì, anche voi maschietti, perché il whiskey finalmente è roba da donna.

 

Aggiungere il ghiaccio (scadente)

I puristi non vogliono mai il ghiaccio nel whiskey, ma se proprio lo vuoi mettere, almeno che sia ghiaccio decente. Non mettere i cubetti delle formine, prendi un ghiaccio grosso che si scioglie meno in fretta. E che sia nuovo, quando il vostro ghiaccio non è trasparente, vuol dire che è vecchio.

 

Chiedere un shot di whiskey

Chiedere uno shot è roba da dilettanti sempre, ma farlo quando si tratta di whiskey è anche peggio. Soprattutto quando siete in un bar dove servono whiskey pregiati. Il whiskey si beve liscio o nei cocktail. Gli shot, come sempre, lasciamoli agli studenti – e possibilmente che siano di tequila e rum.

 

Non conoscere la differenza tra whiskey e whisky

No, non è cosa di poco conto. Il whisky è quello che viene dalla Scozia, lo scotch, dal Giappone o dal Canada. I whiskey sono gli irlandesi o gli americani (bourbon e kentucky whiskey). La principale differenza sta nel numero di distillazioni. Il whiskey viene distillato tre volte, mentre in Scozia (Canada e Giappone) viene distillato solo due e viene usato solo malto d’orzo.

 

Conservare una bottiglia alla luce

Il whiskey è un tipo forte e duro, ma comunque si merita qualche attenzione e cura. Guai a lasciarlo di fronte a una finestra dove batte il sole tutto il giorno o di fianco al forno o ai fornelli. Prendi una bottiglia di whiskey e trattala bene.

 

Comprare una bottiglia e lasciarla chiusa

Ecco questo è l’affronto più grande per un intenditore che sa come bere whiskey. I distillati non sono opere d’arte da esporre in vetrina, si devono bere e godere. Il bello è la convivialità: invita i tuoi amici a cena e concludi la serata con un bicchiere di whiskey. E se qualcuno lo avanza, non buttarlo nel lavandino, finiscilo tu!

 

Dire “i whiskey hanno tutto lo stesso sapore”

O “a me il whiskey non piace”. Il whiskey è sempre stato ritenuto uno spirit sofisticato proprio per i suoi profumi, le sue sfumature. Dire che sono tutti uguali è una sciocchezza, pure un po’ offensiva. E se dirai una cosa del genere, partirà la lezione dell’esperto. Ne hai davvero voglia?

 

LEGGI ANCHE:

Che differenza c’è nell’ordinare un liquore liscio e uno shot drink?

Oroscopo alcolico, bilancia segno zodiacale: se vuoi conoscere gente esci con lei!

Oroscopo alcolico, vergine caratteristiche: gin e perfezione anche nella sbronza

Potrebbe interessarti

Provato per voi: un test sugli assistenti vocali. Con sorpresa
Internet
18 visualizzazioni
Internet
18 visualizzazioni

Provato per voi: un test sugli assistenti vocali. Con sorpresa

Redazione - 12 novembre 2018

L'assistente vocale alla prova dei fatti dimostra che l'intelligenza artificiale ha una sua personalità Usare gli smart speaker per testare…

L’altra Grace, la misteriosa serie Netflix di cui nessuno capisce il finale
Cultura
1 condivisioni25 visualizzazioni
Cultura
1 condivisioni25 visualizzazioni

L’altra Grace, la misteriosa serie Netflix di cui nessuno capisce il finale

Valeria Mangano - 12 novembre 2018

Se siete in astinenza da The Handmaid’s Tale e volete una serie breve da guardare in streaming nel weekend, mentre…

Quarter Life Crisis: la terribile crisi esistenziale dei 25 anni dei Millennial
Psico
17 condivisioni76 visualizzazioni
Psico
17 condivisioni76 visualizzazioni

Quarter Life Crisis: la terribile crisi esistenziale dei 25 anni dei Millennial

Mathilde Smith - 12 novembre 2018

Mood of the day, of the month, of the year? ANSIA. Noi Millennial siamo ansiosi e lo siamo per colpa…