fbpx

I 5 regali di Natale più ambiti per un* bambin* nato nel 2100

11 Dicembre 2020
709 Visualizzazioni

Ecco cosa chiederanno a Babbo Natale i vostri nipoti nella loro letterina su WhatsApp. 

 

Confidiamo nel fatto che il lettore dia per scontato che non esisteranno più uova di pasqua rosa o azzurre ma che nel 2100 l’azzeramento della sessualità sia tale che ogni pacco digitale sarà incartato in colori cangianti super partes.

Non esisteranno nipotini e nipotine ma solo neoeunuchi, termine generico che nella lingua delle emoji porrà fine ad ogni diatriba di natura sessuale.

Ovviamente diamo anche per certo che i regali non saranno mai fisici in futuro ma solo economici ologrammi proiettati in via endovenosa al bambino più meritevole del Matrix.

Buona lettura.

1 – Play Station e X-Box

I grandi classici delle letterine saranno ancora al comando come i più richiesti. Due veri e propri pianeti adibiti a luna park. I biglietti per le giostre si pagheranno con le proprie vite (digitali). Divertimento assicurato, autoscontro con vecchie Ferrari dismesse, ottovolante guidata da Schettino e la stanza degli specchi sostituita da quella dei Selfie che deformano il viso grazie a qualche filtro Instagram.

Anche gli adulti avranno i loro pianeti in cui svagarsi, la grande inquisizione galattica dell’asessualità porterà a sette che si nasconderanno su tre pianeti per praticare i loro giochi perversi: XXX-Box (solo sadomaso), Gay Station e Nintendildo (per chi fa da sé).

 

2 – Cooking MaMarijuana

I Millennial sono dei liberali, di conseguenza i nostri figli saranno dei fattoni continuamente alla ricerca di THC e altri stimoli più o meno sintetici. Troppo pigri per andare a prendere l’erba dallo spacciatore insegneranno ai propri figli a coltivarla. Cooking MaMarijuana sarà un ottimo videogioco educativo per addestrare i nipoti che ci forniranno così i medicinali naturali contro i nostri reumatismi alle ossa fatte in plastica riciclata. Nuovi tossici coi buchi neri.

 

 

3 – Protesi Nike per le gambe

Lo sport ologrammatico (neologismo) più diffuso sarà il basket spaziale, ricordate Space Jam? Ecco, grazie alle protesi Nike, le gambe dei bambini potranno fare salti stellari e schiacciare direttamente negli anelli di Nettuno.

Inoltre, per compensare il divario tra il progresso tecnologico e il nostro misero corpo limitato, gli stereoidi saranno legalizzati e considerati farmaci di classe A. Ecco che potrete comodamente assumere A-steroidi.

Ovviamente le generazioni che verranno saranno troppo pigre per allenarsi quindi le nuove palle, a ricarica wireless, potranno magneticamente entrare autonomamente nel canestro garantendo la vittoria.

 

4 – Emilion Musk* 3000

Ricordate Emilio è meglio? Il robot per bambini richiestissimo negli anni 90?

Farà un upgrade e diventerà lo schiavo dei vostri nipotini. Con sembianze umane ed occhi filippini (sì il futuro è pieno di razzisti ahimè) ubbidirà ad ogni capricciosa richiesta. 

*Tesla fallirà e, comprata dalla Disney, si ritroverà a vendere batterie per auto elettriche telecomandate. Regalo di nicchia per bambini digitalmente diversamente abili che non riescono a guidare i droni.

 

 

5 – MP5

Nel 2100, saremo 11 miliardi e gli autobus avranno solo posti in piedi. Il servizio di NetFlixbus, un bus navicella con schermi che proiettano film omologati e senza pretese autoriali, avrà il monopolio dei viaggi a buon mercato e dell’intrattenimento.

Vostro nipote, in viaggio su uno di questi mezzi, vedrà l’MP5 da un compagno e lo vorrà a tutti i costi.

L’mp5 sarà un revival vintage dell’MP3, ma non sarà piccolo come lo erano i nostri, al contrario. Le prossime generazioni a forza di ascoltare trap con colpi di pistola lascerà perdere la musica al fine di ascoltare solo ed esclusivamente il rumore degli spari. Ecco che i riproduttori musicali assumeranno le forme di celebri armi, da MP3 ad MP5, da Rachmaninov a Kalashnikov.

 

Le festività

I terrappiattisti avranno la meglio (nonostante i viaggi spaziali ormai sdoganati N.B.) e questo ci riporterà al culto del Dio sole. Si avrà così un’unica festività, incentrata sul natale solare dei consumi e si festeggerà il 29 febbraio. Questo per ottimizzare a livello capitalistico le giornate lavorative.

L’escalation di maschilismo e di laicismo porterà Babbo Natale a reinventarsi, trasferendosi in Papponia donerà regali solo alle sue bitches meritevoli. 

 

 

 

 

Leggi anche: