Nabilah

Condividi anche su:

Se Boy George, alla consolle alle sei del mattino, ha trovato la forza di lasciare questo club solo intonando ‘O sole mio, aspettatevi altre discografie efficaci (da Gigi d’Alessio in giù e in su, è lo stesso) per andare a riposare qualche ora almeno… Non di più. Durante il giorno, arrivano barche dalle isole di Procida, Ischia, Capri che il tender del club raggiungerà e riporterà a riva. Frotte di giovani sbarcano in tutte le mise (come fare a perdersele?).

Tra un cocktail degustato nella sabbia finissima e un aperitivo al tramonto nel prato verde, la movida napoletana riscalda i motori. Il Nabilah summer festival (in collaborazione con Radio Montecarlo) trasforma il luogo in un salotto lounge, chill out e sperimentale: i guru internazionali alla consolle e le tamerici tra i divanetti si godono incontri in stile Miami.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

diciassette − sette =