Sanremo 2020 per i 24 concorrenti Big è il Festival dei millennial nati soprattutto negli anni 90

Redazione
3 Febbraio 2020
1309 Visualizzazioni

Su 24 concorrenti Big di Sanremo 2020, 15 sono millennial, 6 sono della generazione X e 3 sono anziani Baby Boomer.

Inizia Il Festival di Sanremo 2020: non si capisce bene il perché ma tutti devono parlarne e soprattutto parlare dei concorrenti Big di Sanremo 2020. E quindi come pecore ubriache lo facciamo anche noi. A dire il vero per questo Sanremo 2020 un motivo buono ce l’avremmo: La stragrande maggioranza dei concorrenti Big sono millennial.

Perché è importante? Forse perché testimonia il cambio generazionale, l’ascesa un po’ definitiva anche nel mondo della musica italiana.

Ma noi di millennial siamo autocritici nonostante quello che pensano i sociologi e allora ecco, diamo i voti ai concorrenti Big di Sanremo 2020 e lasciamo fuori le altre generazioni.

Achille Lauro, 29 anni. Lauro De Marinis è nato l’11 luglio 1990 a Verona. Però è cresciuto a a Roma tra Serpentara, Vigne Nuove e Conca d’Oro. A 14 anni va a vivere con il fratello maggiore, producer per la crew Quarto Blocco. Lauro poi approccia il mondo del rap

L’attuale amministratrice dell’agenzia di Lauro, la No Face Agency, è sua mamma. Avere la mamma manager è un elemento in comune con il millennial per eccellenza, Fedez.

Il suo producer è Edoardo Manozzi, in arte Boss Doms. Alle cronache rosa è noto per aver litigato con l’ex starlette Antonella Elia, 

Nel gennaio 2019 ha pubblicato Sono io Amleto, autobiografia pubblicata da Rizzoli.

TESTI 7, VOCE 5, PRESENZA 7

Alberto Urso, 23 anni, messinese, a essere precisi è uno zennial, dato che l’appartenenza generazione dei millennial è quasi da tutti indicata fino al 1996. Deve il suo successo a un certo talento nel belcanto e alla 18ª edizione del programma Amici di Maria De Filippi, che ha vinto.

A maggio 2019 ha pubblicato il primo album in studio Solo, che ha ottenuto il disco d’oro e che è rimasto in prima posizione nella classifica FIMI italiana per due settimane consecutive. Dall’album è stato estratto il singolo Accanto a te.

TESTI: 6, VOCE 7, PRESENZA 6

Anastasio, 22 anni, è originario di Meta vicino a Sorrento. Con il nome d’arte di Nasta, i suoi primi singoli sono pubblicati su YouTube nel 2015. Nel marzo 2018 dedica un brano all’allora allenatore del Napoli: Come Maurizio Sarri. Diventa famoso tra i tifosi del Napoli.

Nel 2018 vince la dodicesima edizione di X Factor.

L’8 febbraio 2019 è a sorpresa al 69º Festival di Sanremo dove, dopo un monologo interpretato da Claudio Bisio, canta in anteprima il nuovo singolo Correre.

TESTI: 7, VOCE 6, PRESENZA 8

Diodato. Anni 38, nato ad Aosta ma pugliese di origine, e romano d’adozione. A Stoccolma ha partecipato a una compilation lounge cantando il brano Libiri (che avrebbe dovuto essere Liberi) con i DJ svedesi Sebastian Ingrosso e Steve Angello, che andranno a formare qualche anno dopo gli Swedish House Mafia. Tornato in Italia, si è laureato al DAMS di Roma.

Grazie al produttore Daniele Tortora (già con Afterhours, Roberto Angelini, Niccolò Fabi e Planet Funk) riceve l’offerta di incidere il disco E forse sono pazzo (2013), che vanta ottime recensioni.

TESTI 7, VOCE 6, PRESENZA 4

Elodie, all’anagrafe Elodie Di Patrizi, è una cantante romana di 29 anni. Classificata seconda alla quindicesima edizione del talent show Amici di Maria De Filippi, ha vinto il premio della critica Vodafone e il premio RTL 102.5.

Ha un padre italiano e una madre francese creola originaria della Guadalupa nelle Antille francesi. Dopo aver tentato la carriera da modella, nei primi anni 10 ha avuto un discreto successo.

TESTI 5, VOCE 8, PRESENZA 8

Enrico Nigiotti è nato a Livorno nel 1987. Grazie al padre Stefano sviluppa una passione per la musica blues. A sedici anni inizia a scrivere canzoni e nel 2008 debutta ufficialmente nella discografia dopo aver ottenuto un contratto con la Sugar Music di Caterina Caselli.

Il debutto è con il singolo Addio, prodotto da Michele Canova e arrangiato nei cori da Elisa.

TESTI 6, VOCE 8, PRESENZA 6

Francesco Gabbani  è di Carrara, dov’è nato il 9 settembre 1982. Ha vinto per due volte il Festival di Sanremo, nel 2016, anno in cui era esordiente nella categoria Nuove Proposte, con il brano Amen (ottenendo anche il Premio “Emanuele Luzzati”, il Premio della Critica “Mia Martini” e il Premio “Sergio Bardotti” per il miglior testo), e nel 2017 nella categoria “Big” con il brano Occidentali’s Karma.

Nel 2017 è stato scelto come rappresentante dell’Italia all’Eurovision Song Contest 2017.

Forse ingiustamente dipinto come creatore seriale di tormentoni estivi a base di giochetti di parole e calembour, è invece un ottimo musicista polistrumentista.

TESTI 7, VOCE 6, PRESENZA 8

Giordana Angi, 26 anni, è nata a a Vannes, in Bretagna, da madre francese, hostess di volo, e padre italiano. Cresce tra Italia e Francia, finché non si trasferisce definitivamente ad Aprilia con la famiglia.

Tornata in Italia prende lezioni di chitarra e di jazz, imparando a suonare anche il pianoforte. È cresciuta con Bob Dylan e i Beatles agli AC/DC, da Edith Piaf a Mina. Ha frequentato il liceo classico.

TESTI 9, VOCE 7, PRESENZA 6

Levante, alias Claudia Lagona è nata il 23 maggio 1987 a Caltagirone. e vive a Palagonia, in Sicilia fino ai 14 anni. Nel 2001, cinque anni dopo la morte del padre, si trasferisce con la madre e i suoi tre fratelli a Torino.

Firma un contratto con l’A&A Recordings Publishing e l’Atollo Records, con il quale registra il brano Troppodiva con il nome di Levante e le Effemeridi, ma successivamente lascia Torino per Leeds, nel Regno Unito. Nel 2013, con l’etichetta INRI, incide il brano Alfonso, certificato disco d’oro nel 2017.

Levante @ SXSW 2015, Hilton Liberty Tavern

TESTI 8, VOCE7, PRESENZA 9

Elettra Miura Lamborghini, 26 anni, bolognese, è la figlia di Luisa Peterlongo e Tonino Lamborghini. C’entra con la dinastia delle auto di lusso? Sì, è nipote di Ferruccio Lamborghini, fondatore della casa automobilistica emiliana.

 Elettra ha cominciato la propria carriera esibendosi nelle discoteche della Lombardia, fino al 2015 quando ha partecipato allo show televisivo Chiambretti Night. Un anno dopo era già protagonista di Super Shore, trasmesso in Spagna e America Latina e sempre nello stesso anno è nel docu-reality di MTV #Riccanza, posando per le pagine di Playboy Italia.

TESTI 4, VOCE 5, PRESENZA 8

Junior Cally. L’artista rap italiano Antonio Signore, romano, classe 1991 con il suo nome d’arte, omaggia il famoso cantante reggae giamaicano Junior Kelly.

Ha scritto un libro, Il principe. È meglio essere temuto che amato dove racconta di aver avuto una sospetta leucemia. Poi si è scoperto che non lo era, ma nel frattempo lui sostiene che è in quel periodo che è nato il suo DOC (disturbo ossessivo-compulsivo, altra tipica piaga millennial).

TESTI 7, VOCE 5, PRESENZA 7

I pinguini tattici nucleari. Complesso millennial 100% composto da: Simone Pagani (Bergamo, 4 luglio 1991), Matteo Locati (Treviglio, 26 febbraio 1991), Lorenzo Pasini (Alzano Lombardo, 28 maggio 1994), Elio Biffi (Seriate, 8 maggio 1994), Nicola Buttafuoco (Bergamo, 21 ottobre 1994), Riccardo Zanotti (Alzano Lombardo, 16 settembre 1994.

Il gruppo nasce nel 2010 in provincia di Bergamo. Il nome è tratto da quello della birra Tactical Nuclear Penguin, prodotta dal 2009 dal birrificio britannico BrewDog.

Il loro primo EP autoprodotto contenente cinque brani dal titolo Cartoni Animali è del 2012. Il primo album risale al 2014: Il re è nudo. A fine 2015 pubblicano il secondo album Diamo un calcio all’Aldilà.

In aprile 2019 è pubblicato l’album Fuori dall’hype, anticipato dal singolo Verdura. Poco dopo esce Faber nostrum, album tributo per Fabrizio De André, contenente una rivisitazione di Fiume Sand Creek.

TESTI 8 e mezzo, VOCE 7, PRESENZA 8

 

Rancore, pseudonimo di Tarek Iurcich è di Roma, dov’è nato nel 1989 da padre croato e madre egiziana. Il suo è un “rap ermetico” dai testi che piacciono ai critici.

Attivo dal 2006, ha pubblicato gli album: Segui me (2006), Elettrico (nel con DJ Myke nel 2011), Silenzio (con DJ Myke nel 2012) e Musica per bambini (2018).

TESTI 8, VOCE 7, PRESENZA 6

Raphael-Raffaele Gualazzi è nato a Urbino nel 1981 sotto il segno dello Scorpione e della musica d’autore (è figlio di Velio Gualazzi). Compositore e pianista italiano vincitore della categoria Giovani del Festival di Sanremo 2011 con Follia d’amore.

Sempre nel 2011 arriva secondo all’Eurovision Song Contest, e conquista la seconda posizione anche al Festival di Sanremo 2014 con Liberi o no in collaborazione con The Bloody Beetroots.

TESTI 8, VOCE 7 e mezzo, PRESENZA 5 e mezzo

Riki, pseudonimo di Riccardo Marcuzzo, è nato a Segrate (Milano) nel febbraio del 1992.

Avvezzo ai casting per i Talent show fin da bambino, Marcuzzo subisce l’imprinting di Amici di Maria De Filippi, dove ha dichiarato che il primo brano da lui composto si intitolava Una calza sì una calza no.

Dopo gli studi di recitazione e di canto si diploma all’Istituto Europeo di Design a Milano, grazie al titolo di studio apre un atelier di design, ma poi ritorna da Maria De Filippi per iniziare un nuovo percorso ad Amici.

TESTI 6, VOCE 6, PRESENZA 7

Un po’ ci siamo esposti, è chiaro per chi tifiamo? Ai postsanremisti l’ardua sentenza.

LEGGI ANCHE

Le canzoni più belle della provincia italiana

Perché Sanremo è Sanremo, perfino per i Millennial?

Perché ci gasiamo ancora quando il dj mette i Finley