fbpx

Governo di Mario Draghi: due soli millennial e tanti, tanti boomer

12 Febbraio 2021
915 Visualizzazioni

C’era da immaginarselo. Il boomer medio esulta davanti alla tv, i giovinotti se ne stiano a casa in smart. I millennial non son degni di entrare nel giardinetto dei migliori.

Quando l’America fa un peto, in Italia scatta l’imitazione selvaggia. Così dopo Biden Il Vegliardo, due millennial rappresentano una generazione che doveva approdare alla classe dirigente.

Uno è Giggino, Luigi Di Maio, classe 1986, confermato Ministro degli Esteri. E vabbè… è anche senza laurea e occupa un dicastero importante.

Speriamo tutti che Giggino la smetta di fare figuracce internazionali e trovi la sua strada. L’altra è Fabiana Dadone, classe 1984, del Movimento 5 stelle.

Avvocata, Fabiana Dadone ha sempre fatto politica con i pentastellati. Il suo Ministero non conta una beata favah, è il classico posto sullo strapuntino dove se ti va bene ti fai un po’ le ossa.

A patto di non rompere i cojones a nessuno. Poi magari, se ti fanno arrabbiare, vieni fuori coriacea come Giorgia Meloni. Ma non è mica detto.

Ma ecco la squadra dei Dragon Boomers che, con sprezzo del pericolo, salverà la patria afflitta da virus e piaghe sociali.

1 THE BOSS.

Mario DRAGHI Tecnico

Presidente del Consiglio dei Ministri

Nato a Roma il 3 settembre 1947. Si è laureato in economia nel 1970 presso l’università “La Sapienza” di Roma ed ha ottenuto un PhD in economia nel 1977 presso il Massachusetts Institute of Technology (MIT). Ha iniziato la sua carriera come professore universitario di politica economica e finanziaria all’Università di Trento per poi insegnare anche presso le università di Padova, di Venezia e Firenze. Dal 1984 al 1990 è direttore esecutivo presso il Consiglio di amministrazione della Banca Mondiale e dal 1991 al 2001 è direttore generale del Ministero del Tesoro.

Dal 2002 al 2005 è vicepresidente e managing director di Goldman Sachs International. Dal 2006 al 2011 ricopre la carica di Governatore della Banca d’Italia e durante lo stesso periodo è presidente del Financial Stability Board.

Il 23 giugno 2011 il Consiglio Europeo lo nomina presidente della Banca Centrale Europea, carica che assume il 1° novembre 2011 e mantiene fino al 31 ottobre 2019.

2 LO SCUDIERO

Roberto GAROFOLI Tecnico

Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri

Nato a Taranto il 20 aprile 1966, è un magistrato, giudice del Consiglio di Stato e docente universitario.

Nel 1999 entra nel TAR della Puglia e passa successivamente al Consiglio di Stato.

È Capo di Gabinetto del Dipartimento della funziona pubblica con il Ministro Patroni Griffi, nel Governo Monti.

È Sottosegretario di stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri nel Governo Letta.

Assume la carica di Capo di Gabinetto del Ministro dell’economia Padoan, nel Governo Renzi e nel Governo Gentiloni e di Capo di Gabinetto del Ministro dell’economia Tria, nel Governo Conte I.

3 L’UFFICIALE DI COLLEGAMENTO

Federico D’INCÀ Movimento 5 Stelle

Ministro per i Rapporti con il Parlamento

Nato a Belluno il 10 febbraio 1976, si laurea in Economia e Commercio presso l’Università di Trento.

Nel 2009 si candida con una lista civica alle comunali di Trichiana (BL). Nel 2010 si unisce al Movimento 5 Stelle, con cui nel 2012 si candida alle comunali di Feltre (BL). Nel 2013 è eletto con il M5S alla Camera dei Deputati, ricoprendo anche il ruolo di Capogruppo tra il 2013 e il 2014.

Nel 2018 è rieletto alla Camera dei Deputati di cui è poi eletto Questore dell’Ufficio di Presidenza. Nel Governo Conte II (2019) è nominato Ministro per i Rapporti con il Parlamento.

4) L’ALCHIMISTA STREGONE

Vittorio COLAO Tecnico

Ministro per l’Innovazione Tecnologica e Transizione Digitale

Nato a Brescia il 3 ottobre 1961, si è laureato in economia e commercio presso l’università Bocconi di Milano e ha ottenuto un Master in Business Administration alla Harvard University.

Comincia la sua carriera in Morgan Stanley e successivamente collabora con McKinsey & Company. Nel 1996 passa ad Omnitel (l’attuale Vodafone Italia), in cui riceve la nomina a Direttore Generale. Nel 1999 ne diventa Amministratore Delegato; nel 2001 è CEO per tutta la regione dell’Europa Meridionale, nel 2002 Membro del Consiglio di Amministrazione aziendale e infine nel 2003 CEO per le regioni Europa Meridionale, Medio Oriente e Africa.

Nel 2004 entra in RCS come AD, incarico ricoperto sino al 2006 quando rientra all’interno del Gruppo Vodafone come Vice AD per la divisione Europa e nel 2008 diviene AD. Dopo le dimissioni nel 2018 da Vodafone dal 2019 fa parte del comitato direttivo di Verizon.

Nell’aprile 2020 è designato dal governo italiano per guidare la task force della cosiddetta “Fase 2” per la ricostruzione economica del Paese dopo la pandemia di COVID-19.

5) IL MAESTRO YODA

Renato BRUNETTA Forza Italia

Ministro per la Pubblica Amministrazione

Nato a Venezia il 26 maggio 1950, si è laureato in Scienze politiche ed economiche presso l’Università di Padova.

Nel 1982 diviene Professore associato di Fondamenti di Economia l’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, mentre nel 1991 è Professore associato di Economia del Lavoro presso l’Università di Roma ‘Tor Vergata’, dove è stato anche Professore ordinario di Economia Politica.

È stato eletto alla Camera dei Deputati per tre volte di fila, mentre dal 1999 al 2008 ha ricoperto il ruolo di europarlamentare. È stato Ministro per la Pubblica Amministrazione nel Governo Berlusconi IV. Attualmente ricopre il ruolo di Deputato, facendo parte della Commissione XIII Agricoltura.

6) LA SECCHIONA

Mariastella GELMINI Forza Italia

Ministro per le Autonomie e gli Affari Regionali

Nata a Leno (BS) il 1° luglio 1973, laureata in giurisprudenza all’Università di Brescia è avvocato.

Entra in Forza Italia nel 1998 ricoprendo cariche elettive locali a Desenzano del Garda, nella provincia di Brescia e nella Regione Lombardia.
Dal 2006 al 2008 è coordinatrice regionale di Forza Italia in Lombardia.

Nel 2006 e nel 2008 è eletta alla Camera dei Deputati. In quello stesso anno è nominata Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca.
Anche nel 2013 viene eletta alla Camera dei Deputati con il Popolo delle Libertà, confluendo poi in Forza Italia.

Nel 2014 diventa membro del Comitato di Presidenza di Forza Italia e Coordinatrice di partito in Lombardia.

Nel 2018 è nuovamente eletta deputata e l’anno successivo diventa Capogruppo di Forza Italia alla Camera.

7) LA PUPA

Mara CARFAGNA Forza Italia

Ministro per il Sud e la Coesione Territoriale

Nata a Salerno il 18 dicembre 1975, laureata in giurisprudenza presso l’Università di Salerno, si avvicina alla politica nel 2004 coordinando il movimento femminile di Forza Italia in Campania.

È eletta deputata nel 2006, nel 2008, nel 2013 e nel 2018

Ricopre l’incarico di Ministro per le pari opportunità nel Governo Berlusconi IV, portando avanti le battaglie legate alla violenza sulle donne e allo stalking.

Nel 2014 diventa membro del Comitato di Presidenza di Forza Italia. Nel 2018 è eletta Vicepresidente della Camera dei Deputati.

8) LA CAPOCLASSE

Fabiana DADONE Movimento 5 Stelle

Ministro per le Politiche Giovanili

Nata a Cuneo il 12 febbraio 1984, è laureata in Giurisprudenza.

Attivista del Movimento 5 Stelle, nel 2013 vince le parlamentarie ed è successivamente eletta alla Camera dei Deputati, entrando a far parte della Commissione Affari Costituzionali e della Commissione Antimafia.

Nel 2018 è eletta alla Camera dei Deputati con il M5S ed è successivamente eletta Presidente del Comitato per la Legislazione.

Nel 2019 viene scelta da Luigi Di Maio come uno dei tre probiviri del M5S. Nel Governo Conte II (2019) è nominata Ministro della Funzione Pubblica.

9) LA NUMEROLOGA

Elena BONETTI Italia Viva

Ministro per le Pari Opportunità e la Famiglia

Nasce il 12 aprile 1974 ad Asola (MN). Laureata nel 1997 all’Università di Pavia, è Professore associato di analisi matematica presso l’Università di Milano. Ha conseguito inoltre il PhD in Matematica a Milano.

Collabora con varie università italiane e con il CNR.

Scout, formatrice ed educatrice, con ruoli di responsabilità come quadro a livello provinciale, regionale e nazionale nell’AGESCI, è membro della Direzione Nazionale PD.

Nel Governo Conte II (2019) è Ministro alla Famiglia.

10) LA FATA SALVINA

Erika STEFANI Lega – Salvini Premier

Ministro per la Disabilità

Nata a Valdagno (VI) il 18 luglio 1971. Laureata in giurisprudenza, esercita la professione di avvocato.

Dal 1999 al 2009 è consigliere comunale a Trissino (VI) dal 1999, dove ricopre anche l’incarico di assessore all’urbanistica.

Nel 2013 viene eletta al Senato con la Lega. Nel 2018 è riconfermata al Senato vincendo nel collegio uninominale di Vicenza. È stata membro della Commissione Speciali per l’esame degli atti urgenti presentati dal Governo.

Nel Governo Conte I (2018) è nominata Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie.

11) IL GIULLAR GIGGINO

Luigi DI MAIO Movimento 5 Stelle

Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale

Nato ad Avellino, il 6 luglio 1986. È giornalista pubblicista.

Nel 2007 apre il meetup del M5S a Pomigliano d’Arco. Nel 2013 è eletto alla Camera dei Deputati con il Movimento 5 Stelle.

È successivamente eletto vicepresidente della Camera. Nel 2014 entra nel direttorio del Movimento, assumendo nel 2016 la responsabilità degli enti locali. Dal 2017 al 2020 è capo politico del Movimento. Nel 2018 viene rieletto alla Camera vincendo nel collegio uninominale di Acerra.

Nel 2018 (Governo Conte) ricopre le cariche di Vicepremier, di Ministro dello sviluppo economico e Ministro del lavoro.

Nel 2019 (Governo Conte II) viene nominato Ministro degli affari esteri.

VAI AL SONDAGGIO: CHE COSA DOVREBBE FARE IL GOVERNO PER I MILLENNIAL?

12) LA BERSAGLIERA

Luciana LAMORGESE Tecnico

Ministro dell’Interno

Nata a Potenza l’11 settembre 1953, è laureata in Giurisprudenza e abilitata alla professione di avvocato.

Dal 2010 al 2012 è Prefetto a Venezia. Dal 2013 è Capo di Gabinetto al Ministero dell’Interno di Angelino Alfano – riconfermata da Marco Minniti – fino al 2017, quando viene nominata Prefetto a Milano.

Nel novembre 2018 è stata nominata Consigliere di Stato. È Ministra dell’interno nel Governo Conte II.

13) LA BIBLIOTECARIA DI CAMPAGNA

Marta CARTABIA Tecnico

Ministro della Giustizia

Nata a San Giorgio su Legnano (MI) il 14 maggio 1963, è laureata in Giurisprudenza all’Università di Milano-Bicocca.

È professore ordinario di Diritto costituzionale. Nel 2009 ha cofondato la prima rivista italiana di diritto pubblico in lingua inglese, l’Italian Journal of Public Law che codirige dalla fondazione. Nel 2011 viene nominata dal Presidente della Repubblica giudice della Corte costituzionale. Vice Presidente dal novembre 2014, è eletta Presidente della Corte a dicembre 2019, ruolo che ricopre fino a settembre 2020. Dal 2018, è cofondatrice e copresidente dell’Italian Chapter di ICON·S -The International Society of Public Law.

14) L’ASSICURATORE

Lorenzo GUERINI Partito Democratico

Ministro della Difesa

Nato a Lodi il 21 novembre 1966, si laurea in Scienze Politiche all’Università Cattolica di Milano. Prima dell’attività politica ha lavorato come consulente assicurativo.

Nel 1990 e successivamente nel 1993 è Consigliere comunale a Lodi; nel 1995 e nel 1999 viene eletto Presidente della Provincia. Nel 2005 è Sindaco di Lodi (riconfermato nel 2010) e Presidente della sezione lombarda dell’ANCI.

Nel 2013 e nel 2018 è eletto alla Camera dei Deputati. Dal luglio 2018 a settembre 2019 è Presidente del COPASIR.

È Ministro della difesa nel Governo Conte II.

15) IL RAGIONIERE

Daniele FRANCO Tecnico

Ministro dell’Economia e delle Finanze

Nato a Trichiana (BL) il 7 giugno 1953, si laurea in Scienze Politiche a Padova e in seguito si specializza in organizzazione aziendale ed economia.

Nel 1979 entra nel servizio studi di Banca d’Italia. Dal 1994 è Consigliere Economico della DG Affari Economici della Commissione Europea. Nel 1997 rientra in Banca d’Italia alla direzione del servizio studi; contestualmente presiede il Gruppo di lavoro di finanza pubblica del Sistema Europeo di Banche Centrali. Dal 2007 al 2011 ha coordinato diversi gruppi di lavoro presso il MEF, la Presidenza del Consiglio e l’ISTAT.

Dal 2013 al 2019 ricopre il ruolo di Ragioniere Generale dello Stato. Attualmente è Vice Direttore Generale della Banca d’Italia.

16) IL FIDO GIANKA

Giancarlo GIORGETTI Lega – Salvini Premier

Ministro dello Sviluppo Economico

Nato Cazzago Brabbia (Varese), il 16 dicembre 1966, è laureato in Economia alla Bocconi, è commercialista e revisore contabile.

È parlamentare alla Camera dei deputati dal 1996 con la Lega Nord Padania. È stato più volte membro della Commissione Bilancio; nel 2001 è stato Sottosegretario alle infrastrutture e ai trasporti (Governo Berlusconi)

Nel 2013 viene invitato dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano a far parte del “Gruppo dei saggi” che si occuperà di preparare iniziative di leggi nel campo economico e sociale. È Vicesegretario federale della Lega. Nel 2018 è nominato Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega al CIPE, allo sport, al programma di Governo e all’aerospazio.

17) IL CONTABILE VERDE

Enrico GIOVANNINI Tecnico

Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

Nasce a Roma il 6 giugno 1957, si è laureato nel 1981 in Economia e Commercio presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Nel dicembre del 1982 è assunto come ricercatore presso l’Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT), occupandosi di contabilità nazionale e analisi economica. È chief statistician dell’Ocse dal 2001 all’agosto 2009, presidente dell’Istat dall’agosto 2009 all’aprile 2013. Dal 28 aprile 2013 al 22 febbraio 2014 è Ministro del lavoro e delle politiche sociali del governo Letta.

Nel 2014 il Segretario Generale delle Nazioni Unite lo nomina Co-chair dell’«Independent Expert Advisory Group on the Data Revolution for Sustainable Development» È professore ordinario di statistica economica all’Università di Roma “Tor Vergata”, docente di Public management presso il Dipartimento di Scienze politiche dell’Università Luiss e membro di numerosi board di fondazioni e di organizzazioni nazionali e internazionali.

È co-fondatore e Portavoce dell’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), una rete di oltre 270 soggetti della società civile italiana.

18) IL NORDESTRANEO

Stefano PATUANELLI Movimento 5 Stelle

Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali

Nato a Trieste l’8 giugno 1974. È laureato in ingegneria edile presso l’Università di Trieste; è libero professionista ed è stato consigliere dell’Ordine degli Ingegneri di Trieste.

Nel 2005 fonda il Meetup Amici di Beppe Grillo di Trieste. Dal 2011 al 2016 è Consigliere comunale di Trieste nelle fila del Movimento 5 Stelle.

Alle elezioni politiche del 2018 è eletto in Senato con il Movimento 5 Stelle e nominato membro della Commissione speciale per l’esame degli atti urgenti presentati dal Governo. Già Vicepresidente del Gruppo M5S, dopo la nomina di Danilo Toninelli a Ministro delle Infrastrutture, assume il ruolo di Capogruppo.

Nel 2019 è nominato Ministro dello sviluppo economico nel Governo Conte II.

19) LO SMANETTONE

Roberto CINGOLANI Tecnico

Ministro della Transizione Ecologica

Nato a Milano il 23 dicembre 1961, si è laureato in Fisica presso l’Università di Bari.

Nel 1991 è Ricercatore e poi Professore associato di Fisica Generale presso il Dipartimento di Scienza dei materiali dell’Università del Salento, per poi passare alla Facoltà di Ingegneria nel 2000. Fra il 1997 e il 2000 è Professore in visita presso l’Università di Tokyo e la Virginia Commonwealth University.

Dal dicembre 2005 è Direttore scientifico dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova, mentre nel 2015 gli viene assegnato il Premio Roma per la Scienza. Dal 2019 è Responsabile dell’innovazione tecnologica di Leonardo S.p.A.

20) IL CAPUFFICIO

Andrea ORLANDO Partito Democratico

Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali

Nato a La Spezia l’8 febbraio 1969.

Dal 1989 al 1997 è eletto al Consiglio Comunale di La Spezia con i PDS per quattro mandati, ricoprendo anche il ruolo di Capogruppo e di Assessore. Nel 2006 è eletto alla Camera dei Deputati, riconfermato poi nel 2008, nel 2013 e nel 2018.

Nel 2013 viene nominato Ministro dell’Ambiente nel Governo Letta. Con l’insediamento del Governo Renzi viene trasferito alla Giustizia, carica che manterrà anche nel Governo Gentiloni.

Corre alle primarie del PD contro Renzi nel 2017, senza successo. Nel 2018 è eletto Deputato nella circoscrizione Emilia-Romagna. Attualmente è Vice Segretario del Partito Democratico.

21) PRESIDE SEVERUS ESTENSIS

Patrizio BIANCHI Tecnico

Ministro dell’Istruzione

Nato a Copparo (FE) il 28 maggio 1952, si è laureato in Scienze Politiche presso l’Università di Bologna.

Nel 1990 viene eletto presso il Consiglio Comunale di Ferrara, carica che ricopre fino al 1999. Nel 2010 viene nominato Assessore alla Scuola, Formazione Professionale, Università e Ricerca per la Regione Emilia-Romagna, ricoprendo la carica fino al 2020.

Esperto di politica industriale, è stato responsabile del Laboratorio di Politica Industriale di Nomisma e membro del Consiglio d’Amministrazione dell’IRI. Ha ricoperto il ruolo di Professore Ordinario di Economia e Politica Industriale, presso l’Università di Ferrara, dove è stato Rettore dal 2004 al 2010.

Nel 2020 viene chiamato a guidare la task force del Ministero dell’Istruzione. Attualmente è Professore ordinario di Economia applicata presso l’Università di Bologna.

22) LA SCIAMANA MOLECOLARE

Cristina MESSA Tecnico

Ministro dell’Università e della Ricerca

Nata a Monza l’8 ottobre 1961, si è laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Milano.

Dal 2001 al 2007 è Professore associato presso la Facoltà di Medicina dell’Università di Milano- Bicocca, dove dal 2005 al 2012 dirige il ‘Centro Bioimmagini Molecolari’.

Dal 2007 al 2013 è Professore ordinario di Medicina Nucleare presso il medesimo Ateneo, di cui diviene Rettore dal 2013 al 2019. Attualmente ricopre la carica di Presidente della Fondazione Tecnomed, sempre presso la stessa Università milanese.

23) IL MECENATE SPAESATO

Dario FRANCESCHINI Partito Democratico

Ministro per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo

Nato a Ferrara il 19 ottobre 1958, è avvocato. Comincia la sua attività politica nella giovanile della Democrazia Cristiana, aderendo poi al Partito Popolare Italiano e successivamente a L’Ulivo, di cui diventa nel 1997 vicesegretario nazionale. Nel 2007 confluisce nel PD, di cui sarà segretario nel 2009 in seguito alle dimissioni di Walter Veltroni.

Nei governi D’Alema II (1999) e Amato II (2000) è Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alle riforme. Nel Governo Letta (2013) è Ministro per i Rapporti con il Parlamento. Nei governi Renzi (2014) e Gentiloni (2016) è stato Ministro dei Beni Culturali.

Nel Governo Conte II (2019) è nominato Ministro per i Beni Culturali e, contestualmente, capo delegazione per il Partito Democratico.

24) IL LONGOBARDO

Massimo GARAVAGLIA Lega – Salvini Premier

Ministro per il Turismo

Nato a Cuggiono (MI) l’8 aprile 1968. Laureato in Economia e Commercio alla Bocconi e in Scienze Politiche all’Università Statale di Milano.
È consulente aziendale ed è stato nei CdA di Cassa Depositi e Prestiti e Agenzia Italiana del Farmaco.

Dal 1999 al 2009 è sindaco di Marcallo con Cascone (MI). Nel 2006 è eletto alla Camera dei Deputati; nel 2008 al Senato, dove è eletto vicepresidente della Commissione Bilancio.

Nel 2013 è eletto al Senato ma si dimette perché chiamato come Assessore all’Economia della giunta Maroni in Lombardia. Nel 2018 è eletto alla Camera nel collegio uninominale di Legnano.

È Sottosegretario all’economia nel Governo Conte I.

25) IL CAPOSALA

Roberto SPERANZA Liberi e Uguali

Ministro della Salute

Nato a Potenza il 4 gennaio 1979, è laureato in scienze politiche alla LUISS. Ha conseguito un dottorato in storia dell’Europa mediterranea.

Milita fin da giovane nelle giovanili dei DS di cui nel 2007 viene eletto Presidente nazionale. Dal 2004 al 2009 è consigliere comunale a Potenza, ricoprendo poi la carica di Assessore all’Urbanistica fino al 2010.

Nel 2013 è eletto alla Camera dei Deputati con il PD, di cui sarà capogruppo fino al 2015, dimettendosi per dissensi sull’approvazione dell’Italicum. Nel 2017 abbandona il PD e contribuisce alla fondazione di Art. 1 – MDP, di cui diventa coordinatore. Nel 2018 è eletto alla Camera dei Deputati con Liberi e Uguali. Da aprile 2019 è segretario di Art. 1 – MDP.

È Ministro della salute del Governo Conte II. È Capo delegazione di Liberi e Uguali nel Governo Conte II.

LEGGI ANCHE:

Super Mario o Super Boomer?

Calcio e politica: dopo Mussolini alla Lazio e Renzi alla Pistoiese, arriverà il turno di Salvini al Milan?

Scontro all’ultimo neurone: Millennial renziani vs Millennial salviniani

L’era delle conferenze stampa al Papeete: Salvini è il nuovo Renato Nicolini?

Come racconteremo il 2020 ai nostri figli e nipoti: forse i tedeschi hanno ragione?