Donne al bagno insieme. Perché lo fanno? Storia di figuracce e solidarietà

Dal nascondere cosa si fa in bagno all'aiutarsi tra amiche, ecco le motivazioni per cui le donne si accompagnano sempre al bagno

Avatar
25 Settembre 2017
6095 Visualizzazioni

Per quanto emancipate, non riusciamo a liberarci di un’abitudine uterina: donne al bagno insieme. Con un’amica, sempre! A volte non è neanche un’amica, ma una tizia random che s’immola per l’intera tavolata come fedele accompagnatrice. Neanche gli uomini più sensibili riescono a giustificare questa usanza, eppure noi donne lo sappiamo perché al bagno bisogna andarci almeno in due.

Innanzitutto esistono le motivazioni anti figuracce, per esempio: quando ti viene un urgente bisogno di andare in bagno nel bel mezzo di una cena, come fai? Semplice, una dolce amica ti accompagnerà , così i gentleman al tavolo penseranno che siete andate a elogiare la loro virilità, anche se in realtà in quel bagno si sta girando una scena di CSI Miami. Sarà meno imbarazzante pure uscirci, dal bagno, perché, si sa, quando si va in due non c’è privacy e non si fanno certe cose grosse. Non è molto attraente, per gli uomini al tavolo, immaginarvi accovacciate sul water. E la colpa di tornare al tavolo dopo una lunga attesa sarà condivisa con la vostra complice.

http://

via GIPHY

Avere un’amica al proprio fianco è utile per evitare la gaffe più comune: la carta igienica attaccata sotto quel bellissimo paio di tacchi. Donne al bagno insieme, sempre, anche per la regola del: “non uscire da quella toilette se prima non hai effettuato una radiografia completa alla tua socia”. Dal reggiseno in vista al pezzetto d’insalata tra i denti, nulla va lasciato al caso.

Poi ovviamente ci sono le dimostrazioni d’amicizia, come: prendere la carta per l’amica, tenerle la borsa o soprattutto la porta chiusa. Non dimenticatevi che la porta è quasi sempre rotta o senza chiave: differenza degli uomini noi ci teniamo a un certo rigore. Poi, solidarietà significa anche farle compagnia durante la fila infinita, perché per la legge di Murphy, se ti scappa, devi affrontare una lunghissima coda prima del tuo turno. Ecco quindi che ti ritroveresti in fila con delle sconosciute che vogliono la tua stessa cosa: fare ciò che devono fare nel minor tempo possibile. Un’amica che ti spalleggia fa sempre comodo.

Ma in fondo è vero: noi donne non andiamo in bagno solo quando la natura ci chiama. Dobbiamo ripassarci il trucco, spettegolare, specchiarci e, dulcis in fundo, farci le foto allo specchio per taggarci in quel ristorante super figo. Aprire Instagram per credere!

Per accelerare i tempi e dividere l’imbarazzo del “vado a incipriarmi il naso” c’è un’unica soluzione: donne al bagno insieme. In questo modo ci possiamo dare consigli sul trucco e ovviamente fare due commenti sulle persone con cui stiamo cenando. Abbiamo bisogno dell’approvazione della nostra amica sull’outfit che indossiamo. Ci specchiamo e chiediamo alla leale presenza: “secondo te sono ingrassata?”.

Ecco, avete scoperto tutte le ragioni per cui noi donne andiamo in bagno, solo se accompagnate. Ma sapete perché gli uomini invece non lo fanno? Perché loro sono un po’ più semplici di noi, ossia dichiarano sempre apertamente cosa stanno andando a fare al bagno, non hanno preoccupazioni di borsa, porta e (purtroppo) di carta igienica. Non devono ripassare il trucco, elogiano i loro progressi ginnici al tavolo e se devono commentare qualcosa in privato scrivono sul gruppo degli amici su WhatsApp. Bisogna dirlo: gli uomini saranno anche semplici e un po’ banali, ma hanno capito come semplificarsi la vita!

Leggi anche: Matrimonio dell’ex. Come mi vesto nel giorno più antipatico dell’anno?