Perché uscire con un uomo che beve è un investimento sul futuro, in 6 punti

Avatar
11 Marzo 2019
1134 Visualizzazioni

Persone di buon gusto, sincere, attente e pronte a consolare, gli uomini che bevono sono il miglior investimento per il futuro che possiamo fare. Come dice il mio amico Patrick: prendi un uomo, mettilo a tavola, guarda quanto beve e capirai tutto. Ecco a voi ragazze Millennial le sei ragioni per cui uscire con un uomo che beve. 

 

Vi diranno: “Quello beve troppo” oppure “Diffida di chi non ordina acqua al ristorante!”. Ignorateli. E continuate serene le vostre cene a base di vino… Purché sia buono.

In vino veritas, i Latini non sbagliavano un colpo. Ecco tutte le ragioni per uscire con un uomo che beve.

 

1. L’uomo che beve non mente

Si lascia andare a qualche parola in più se è timido, apre il suo cuore se è un po’ freddo, diventa più lucido e attento se è distratto. Parola di Mathilde. Sia chiaro che qui non si parla di alcolisti che si alzano dal tavolo barcollando o di ragazzi che tornati a casa crollano sul divano o sul letto in 10 secondi senza neanche guardarvi. Parlo di uomini.

2. L’alcol disinibisce e rende tutto il seguito della serata al ristorante un po’ più facile e divertente. Soprattutto all’inizio

Un detto inglese dice: A drunk man’s words are a sober man’s thoughts, quello che non si osa dire da sobri, lo si dirà più facilmente al secondo bicchiere o al terzo (o al quarto se il nostro regge bene). E quello che non si osa fare da sobri quando ci si conosce poco, lo si fa con l’aiuto di un buon whisky dopo cena.

3. È fondamentale che l’uomo con cui uscite beva più di voi

Il mio amico Patrick una volta mi ha detto: “Mathilde, il valore di un uomo si valuta a tavola. Se regge due bottiglie è ok”. A me basta che ne regga una. Insomma deve reggere più di me.

Le donne con il bicchiere facile sono viste ancora male. Ecco, se è lui sempre con il bicchiere in mano e voi invece una volta sì e due no, uscirete vittoriose dagli sguardi dei vicini di tavolo e dei camerieri. Potrete bere serene.

4. Un bevitore esperto, è una persona con gusto

Gli piacciono le cose vere e genuine. E di conseguenza le donne di classe, gli appuntamenti pensati, i gesti sinceri e curati. Un uomo che beve assapora ogni momento come ogni sorso del suo bicchiere, è attento ai dettagli e non gli sfugge nulla.

5. Chi beve, sa consolare

Un buon bicchiere di vino è uno dei modi migliori per risollevare l’animo. Condividerlo è anche meglio. L’uomo a cui piace bere è di compagnia, di buon umore e sa trasmettere energia positiva. Aprirà la bottiglia migliore che ha in casa o ne ordinerà una ottima per darti conforto. E non c’è niente di meglio: uomo + vino = boom!

6. Invecchiando migliora

Più buono, più saggio, più sicuro, più fedele. L’uomo che beve invecchiando migliora, proprio come i buon vini. È un investimento per il futuro.

E dove non è vino, non è amore. Anche i Greci non se la cavavano male con i detti.

 

Ora che sai perché uscire con un uomo che beve, LEGGI ANCHE:

Quanto alcol si può bere al giorno? Dipende dal giorno della settimana…

I 10 cocktail famosi più ordinati al mondo. Sorpresa! Sono tutti grandi classici

Dopo cena meglio grappa o amaro? Forse ora c’è la soluzione definitiva