Mission (quasi) impossible: Las Vegas in 48 ore!

Alice Busi
3 Luglio 2017
3395 Visualizzazioni

Pianificate in anticipo, mantenete il passo, e non dimenticate di idratarvi… e guai a voi se battete ciglio.

A Las Vegas si sa ci sono un’infinità di cose da fare, concentrare tutto in due giorni è tipo una mission (quasi) impossible. Fortunatamente per voi, la chiave però c’è: elaborare un piano di attacco – che è l’unico modo per essere sicuri di centrare i punti migliori, ma allo stesso per essere (quasi) sicuri di riuscire a dedicare tempo al relax. E ovviamente, è importante avere una base operativa completamente fornita, quella cosa che comunemente chiamiamo “hotel”. Il Cosmopolitan di Las Vegas: all’interno ci sono alcuni dei club top, il cibo migliore, e le migliori opportunità per imparare non solo a sopravvivere a Las Vegas per 48 ore, ma anche per rendere il weekend il più cool possibile.

Il piano, a prova di bomba. 

“Andrò a fare un giro sulla Strip e poi penserò a cosa fare”, disse l’amico idiota che finí per perdersi nella lobby del primo hotel in cui è entrato. A Las Vegas, bisogna avere un piano a prova di bomba per riuscire a vedere tutto.
Per iniziare, c’è il trio infallibile: casinò, spettacoli e shopping. E anche se puoi scommettere ovunque, i casinò degli hotel Caesar’s Palace, e The Mirage offrono il miglior gioco d’azzardo della città, per non parlare degli altri nei dintorni. Per quanto riguarda lo shopping, il Cosmopolitan offre negozi come STITCHED per abiti da uomo su misura, AllSaints è perfetto se vuoi dare un tocco in più al tuo look per tutti i giorni, e da CRSVR troverai alcune delle sneakers più ambite al mondo. Perciò se ti dimentichi di mettere in valigia qualcosa, fidati, non sarà una tragedia.

I dettagli sono fondamentali.

Mentre visiti Las Vegas, non badare a spese per cibo e alloggio. Dopo tutto, quelli sono buona parte dei motivi che ti hanno spinto ad andare lì. Il Cosmopolitan ne ha a palate, in più è esattamente nel cuore della Strip. Ci sono piscine, SPA, e molti casinò per il gioco d’azzardo. Puoi prendere qualcosa da mangiare e sbevazzare un cocktail al Beauty & Essex, o fare il pieno di caviale e pollo fritto (che accoppiata eh?) da Momofuku. Oltre a queste, il cielo è l’unico limite per la colazione, pranzo e cena, dato che Las Vegas è diventata una delle destinazioni top per il food. Per la gente (estremamente) carnivora, c’è Bazaar Meat di José Andrés, e per quelli che vogliono farsi un sushino, c’è il ristorante Raku di Mitsuo Endo di fama mondiale. La parte più difficile sarà combattere per non passare il tuo intero viaggio in uno stato comatoso.

La pausa è necessaria. 

A un certo punto durante il giorno, ti assicuro che vorrai prenderti una pausa dal sole caldo o dai casinò travolgenti. Nonostante Las Vegas sia decisamente una città basata sull’intrattenimento, ha comunque alcune piscine e SPA, ognuna con una varietà di capanne: il luogo perfetto per lo svago. Se stai cercando qualcosa di più di una tradizionale piscina, il Mandarin Oriental offre uno degli spazi più belli ed eleganti in città. E se poltrire su una sedia reclinabile non fa per te, il Marquee Dayclub del Cosmopolitan offre feste in piscina incredibili complete di DJ set. Per un po’ di coccole, visita i bagni e la SPA in stile romano al Mandarin Oriental, con la sua atmosfera anni trenta. Oppure prova i giganteschi bagni Qua, un’altra super SPA di 50000 metri quadrati all’interno Ceasar’s Palace.

Gli eventi di certo non mancano

Ora che hai avuto il tempo di riposarti, potrai vivere alla grande la tua notte da leoni. il miglior inizio? Combina la cena con l’andare in discoteca. Tao offre un’eccellente cucina asiatica e una sala da pranzo molto chic (c’è un Buddha sospeso a 6 metri).  Dopo la festa, puoi andare al piano di sopra nel nightclub, che regolarmente ospita alcuni dei più famosi DJ. Se desideri qualcosa che preveda un po’ meno sudore, ci sono alcuni show come Absinthe – un ibrido tra cabaret e circo ricco di acrobazie – oppure le performance notturne di icone pop a rotazione.

Il recupero: ricominciamo a respirare.

Dopo un intero giorno e un’intera notte a Vegas, il recupero è essenziale. Prima di tutto: una colazione che assorba un po’ di alcool. Per pietanze continentali, c’è Bouchon, un bistro in stile francese che offre del perfetto cibo post-sbornia; il “piccantemente arrabbiato” Mac & cheese dal buffet di Wicked Spoon nel Cosmopolitan può fare meraviglie per ricaricare la tua energia. Oppure, per qualcosa un po’ più selvaggio e avventuroso – come una torta di carote vegana o i pancake al cocco – cammina sulla Main Street e visita MTO Cafe. Non importa dove mangi, ritaglia un po’ di tempo per il trattamento rigenerativo per eccellenza: dirigiti verso il Breathe Oxygen Bar per un po’ di ossigeno estremamente necessario accompagnato da un massaggio e alcune aromaterapie. Il tuo corpo ti ringrazierà.

LEGGI ANCHE:

Prepararsi alla Grecia mangiando come dei maiali all’ingrasso

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

4 × tre =