fbpx

Maglie di topolino off limits per i figli dei millennial: chiudono i Disney Store

22 Maggio 2021
349 Visualizzazioni

La chiamano crisi covid.

Il coronavirus non ha solo ucciso milioni di persone nel mondo, ha messo in crisi centinaia di migliaia di attività: tra queste, a quanto pare, anche i Disney Store in Italia. Starebbero per chiudere, infatti, i 15 negozi della Disney distribuiti lungo la Penisola.

Oltre alle ripercussioni dirette sull’occupazione di più di duecento persone, la chiusura dei negozi ufficiali della più grande azienda d’animazione del mondo avrà una conseguenza emotiva senza pari per i bambini italiani. Quelli già nati e quelli che verranno.

Addio maglie di Topolino per i bambini italiani

I figli dei millennial non potranno più indossare le maglie con le orecchie del topo più famoso del mondo. A meno che non vadano a comprarle online oppure che non puntino ad accontentarsi di una qualche riproduzione tarocca con orecchie marroni e magari con la scritta Topopino. Che non è manco male come nomignolo.

Per Topolino, quello vero, ci sarà spazio solo in tv. E benedetto sia Disney Plus che come babysitter dell’ultimo minuto è davvero imbattibile. Il guaio però resta per quei 233 dipendenti della catena internazionale di negozi specializzati, ai quali è stato perfino vietato di parlare con i giornalisti. La direzione societaria ha comunicato alle organizzazioni sindacali Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs che sono gli ultimi mesi di vita.

Chiudono i Disney Store in Italia: Topolino è in crisi

Una notizia che peraltro è arrivata a cose fatte, come spiegato dai sindacalisti, con la messa in liquidazione della società avvenuta il 19 maggio scorso. «Una decisione grave, di un marchio importante, punto di riferimento in molti centri storici per adulti e bambini, che ha comunicato la decisione senza dare nessuna prospettiva o avanzare proposte per la tutela occupazionale», accusano i rappresentanti dei dipendenti che promettono battaglia.

Ci sarà un’assemblea unitaria per il prossimo 25 maggio: «Un primo urgente confronto sulle iniziative di lotta da mettere in campo». Come finirà non si sa. Intanto una cosa è certa, con la crisi dei grandi parchi di divertimenti e questa chiusura annunciata dei Disney Store, per i figli dei millennial Mickey Mouse diventerà una sorta di fossile dei fumetti che furono.

Foto in copertina: Pixabay

 

Leggi anche: