fbpx

Se intendete dire che a noi under 30 non serve vedere un abito su una modella non ci avete capito

Alexander Wang presenta una campagna pubblicitaria priva di modelle. Cosa ne pensate? Può la vostra fantasia sopperire a questa mancanza?

15 Marzo 2018
3130 Visualizzazioni

Alla sfilata Autunno Inverno 2018 presentata alla Fashion Week di New York, Alexander Wang fece parlare della sua collezione ispirata a Matrix, in quanto fu un vero e proprio messaggio rivolto a millennial e post millennial. Cos’è reale? Cos’è finzione?

Per la stagione Primavera Estate 2018, Wang ribatte su questo concetto ma mostrandocelo; come a darci una vera e propria lezione. Cosa sono i vestiti? Semplici indumenti che indossiamo per coprirci? No di certo. I vestiti hanno un’energia, una storia e una vita che non possiamo trascurare. Ecco il loro superpotere: comunicare con noi e con chi ci osserva. 

La nuova campagna SS18, è stata scattata da Albert Watson, già noto per i suoi ritratti in bianco e nero di celebrity come Kate Moss, David Bowie e Tupac

Watson ha fotograto (ovviamente in bianco e nero) gli abiti indossati da personaggi come Kaia Gerber, Zoë Kravitz e Behati Prinsloo. Sembrerebbero delle foto senza senso di indumenti indossati, ciancicati e appesi ma a fianco a ogni immagine vi è la descrizione dell’occasione in cui sono stati indossati. Et voilà, con un po’ d’immaginazione la mente vola a quel momento, a un’immagine e il messaggio è arrivato. Forse non a noi Under 30

Ma cos’è questa? Una provocazione, un esperimento o un’innovazione? Noi la generazione social e digital abbiamo un’immaginazione così evoluta che forse non abbiamo davvero più bisogno di modelle, o meglio di spiegazioni e immagini che ci imbocchino. Se non per pigrizia…perché ammettiamolo: la foto della modella che ci mostra come sia e come stia davvero il vestito è una vecchia storia che non ci annoia mai perché ci semplifica le cose, soddisfa il nostro bisogno di tutto e subito e non può deludere le nostre aspettative. In fondo, in un mondo in costante conflitto con la realtà e la finzione, com’è usare l’immaginazione?

 

SCOPRI ANCHE:

Courtney Love oggi: musa new grunge per la primavera estate 2018

Moda Matrix: le gonne di pelle sono tra le cose più reali che ci restano

Moda 2018: il tartan d’estate è sexy? Sì come una tovaglia a Trastevere