fbpx

Come sfruttare le tendenze grafiche di Canva nel 2024. La direzione la danno i millennial

30 Dicembre 2023
681 Visualizzazioni

Cinque trend che, stando all’ikea della grafica, ovvero Canva, saranno molto presenti nella progettazione grafica della Gen Y nei prossimi mesi

Canva ha 170 milioni di utenti, probabilmente la percentuale di questi che ha anche solo un’infarinatura di tecnica grafica è molto bassa. Per questo la piattaforma australiana rappresenta forse lo strumento di intelligenza artificiale (anche se non nuovo) più facile da comprendere e da utilizzare. La varietà delle proposte preconfezionate ma personalizzabili è enorme al punto che ormai è molto difficile per un professionista oggi dire sì ma è fatto con Canva. Difficile tanto quanto capire che un mobile, se montato bene o personalizzato, è un prodotto Ikea.

Ebbene, oggi ci informano su quanto accadrà nel 2024 nel loro mondo. Per farlo hanno hanno analizzato l’uso che tutti noi abbiamo fatto della loro piattaforma e della sua libreria negli ultimi mesi. Ma ci ha messo il becco il team di progettazione interno dell’azienda.

Ciò che ne hanno concluso, al netto del pushing motivazionale (colori vibranti e tante animazioni) è qui:

1 pixelizzazione

Canva punta sulla nostalgia, ha ben chiara l’angrafica dei clienti più attivi ed è evidente che sono millennial. Lo si capisce anche dalla volontà di rilanciare una grafica ispirata ai videogiochi a 8 bit. La pixel art è proprio un’estetica anni 90  che ci rassicura, diverte e conforta ricordando il tempo leggero di quei pomeriggi passati giocando a Super Mario&Co quando eravamo piccoli. A questo si deve unire la passione per l’arte che i millennial hanno mostrato di avere più di altre generazioni.

2 forme geometriche combinate

Combinare forme geometriche più fredde con forme organiche più calde e friendly è una tendenza già iniziata nel 2023. È la conferma di una certa rottura con il lettering pseudofuturista tanto in voga negli ultimi tre o quattro anni.

 

3 l’anima(zione) del collage

I content creator dei social saranno entusiasti. L’animazione che permette di rendere il classico design statico di raccontare una storia è una benedizione per chi rischia sempre, tutti i giorni, di essere a corto di idee. Canva vuole integrare e aggiungere ai collage elementi da sempre più fonti: foto, illustrazioni 3D, ecc. E non sembrano al momento esserci molte alternative.

4 surrealismo

I mondi immaginari dell’AI  ci hanno abituato a nuove realtà. Quanto questo influenzi il graphic design è solo immaginabile. Anche se c’è chi sostiene che questa estetica dell’AI generativa ha già saturato il nostro cervello.

5 branding e re-branding sensazionali

I marchi che intraprendono un percorso di re design sceglieranno, secondo Canva, i colori brillanti, anche fluo, e su pattern allegri. Una tendenza che porta alla luce il desiderio di ottimismo e divertimento che nasce dal il panorama complesso che stiamo vivendo.