Le feste di Natale per i single devono per forza essere una tragedia?

Avatar
9 Dicembre 2019
1295 Visualizzazioni

Natale con uno sconosciuto, nuova serie Netflix, sembra sposare la tesi per cui se sei single a Natale sei finito. Però, forse forse…

Johanna (Ida Elise Broch, che potrebbe essere la sorella minore di Emilia Clarke) è una trentenne single, fa l’infermiera e condivide un appartamento un’amica (Gabrielle Susanne Solheim Leithaug).

Ma alla sua famiglia non basta che sia autosufficiente e relativamente sana di mente. No, deve pure essere accoppiata.

Perciò, per sfuggire agli sguardi di compatimento della madre, Johanne annuncia di aver trovato un fidanzato anche se non è affatto vero.

Da lì al giorno di Natale avrà un mesetto per trovare qualcuno da portare a cena dai suoi per evitare una presunta brutta figura.

Natale con uno sconosciuto è tutto improntato sui cliché delle commedie romantiche alla Bridget Jones. Con la differenza che siamo in Norvegia e a tutto si aggiunge la neve, le saune nudiste e una generosa quantità di alcol.

Johanne ci prova a uscire con qualcuno ma becca lo psicopatico, lo scrittore ipercritico, lo sportivo, il giovincello (che poi è il migliore di tutti), il vecchiardo. E tendenzialmente rimane perplessa. Se il suo sogno è vivere un incontro alla Love actually, il suo film preferito, la realtà è ben diversa.

Natale con uno sconosciuto fa davvero troppa leva sui luoghi comuni. Ma è salvata dall’ingenuità e gentilezza della protagonista, capace di suscitare vera simpatia.

Per fortuna a un certo punto Johanna capisce che stare da soli non è male e che nella vita non sei uno sfigato perché sei single. Ci vorrà un po’ ma alla fine i maschi di turno passeranno in secondo piano a favore di legami più importanti. Come quelli con gli amici e l’insistente famiglia.

Se anche voi sotto Natale sentite la pressione del mondo accoppiato sulla vostra vita da single (vi auguro per scelta) potreste propinare la serie alla vostra famiglia oppure potreste piantare tutti lì. E se proprio non vi lasciano stare tirate fuori l’artiglieria pesante e fate notare agli scocciatori di turno che forse sono loro a non avere voglia di stare in coppia e per questo rompono le scatole a voi.

Leggi anche: