fbpx

4 ragioni inconfutabili per cui i negozi virtuali sono meglio

24 Marzo 2022
706 Visualizzazioni

Ammettiamolo, passeggiare spensierati per le vie del centro ha i suoi vantaggi, soprattutto se l’obiettivo è quello di fare shopping, ma quanto sono convenienti i negozi online e gli e-commerce? In pandemia era impossibile visitare gli store di persona, essere fisicamente a provare vestiti e scarpe, per questo motivo molti retail hanno boicottato la “vita reale” per convertirsi all’online. 

Il settore dell’e-commerce sta crescendo rapidamente, e non sembra intenzionato a fermarsi, soprattutto alla luce delle tecnologie nate negli ultimi due anni, che rendono l’esperienza dell’acquisto sempre più facile e attraente. Secondo il blog di Hero (un service che si occupa unicamente di costruire esperienze di vendita online), entro il 2023 le entrate degli e-commerce costituiranno il 22% delle vendite globali. 

Ma oggi non siamo qui per parlare di semplici store online, o almeno, non nel modo in cui li abbiamo conosciuti finora. La nuova frontiera dello shopping digitale ha un nome, si chiama Virtual store. 

Cosa sono i Virtual store e come funzionano? 

I Virtual store (o negozi virtuali) riproducono l’esperienza di acquisto che ci aspetteremmo di trovare in un qualsiasi punto vendita e lo trasportano online. Nei negozi virtuali gli utenti possono esplorare gli spazi e i prodotti come nella vita reale, ma senza muoversi dal divano di casa propria. Non solo, le opzioni che si possono aggiungere sono davvero molte: quando le piattaforme lo permettono, i clienti possono scegliere di “entrare in negozio” utilizzando i loro VR (i visori), possono vedere in tempo reale sconti e promozioni, oppure possono interagire in tempo reale con un commesso, chiedendo consiglio o per chiarire dei dubbi. 

Ma un Virtual store è davvero conveniente? Sì, offrono molto di più rispetto al tradizionale e-commerce, e secondo gli esperi del settore hanno almeno 4 vantaggi inconfutabili. 

I 4 vantaggi dei Virtual store

Convenienza è una delle parole chiave quando si parla di negozi virtuali. I clienti credono spesso che gli e-commerce non siano completamente riforniti, e in parte è vero: quando il vestito che cerchiamo manca dal catalogo non abbiamo altra scelta se non quella di recaci negli store reali. Con i negozi virtuali gli utenti risparmiano tempo, perché possono vedere immediatamente cosa è presente in negozio. I brand (o il retail) possono anche decidere di creare promozioni e sconti mirati, rendendo felici i clienti e invogliandoli a tornare. 

Secondo Arfected, si possono individuare altri 3 vantaggi strategici. Anzitutto la possibilità di analizzare i dati, grazie alle informazioni raccolte dai sistemi di shopping online è possibile studiare i comportamenti e i profili di chi fa acquisti. Utilizzando Google Analytics i brand possono capire cosa viene venduto maggiormente e cosa cambiare nel catalogo. 

A proposito di catalogo, proprio come nei negozi fisici, anche in quelli online bisogna cambiare vestiti e accessori in base alla stagionalità; per farlo virtualmente bastano però pochi semplici click. Lo store resta così sempre aggiornato. Ma non pensiamo solo ai prodotti, immaginatevi allestire una vetrina con le luci natalizie, nei Virtual store è possibile farlo con programmi di moderazione 3D, e ci si può sbizzarrire con la fantasia. 

L’ultimo vantaggio riguarda ovviamente l’interattività: i prodotti si possono “toccare”. È possibile vederli in tutta la loro interezza (e non piatti su sfondo bianco), oppure testare come staranno indossati oppure in casa. Tutte queste nuove esperienze divertono l’utente, e lo invogliano a tornare. Sempre.