Perle virali: i 10 “migliori” meme e video sul Coronavirus

Avatar
19 Marzo 2020
1362 Visualizzazioni

Potranno toglierci tutto, ma non i nostri meme. Il Coronavirus ha chiuso popolazioni intere in casa e le sta facendo azzuffare di fronte ai supermercati. Noi italiani siamo stati egregiamente sopra la media del degrado, anzi abbiamo prodotto qualcosa che rimarrà. Visto che ormai l’umorismo è spostato su meme e piccoli video ecco una raccolta del meglio del meglio.

La flautista pestata con la tanica

Mentre il mondo ci invidia i balconi illuminati dagli schermi dei telefoni e le corti in cui si intona “il cielo è sempre più blu”, questa scena di internet verità ci da il vero umore della pancia del paese. La signora suona il flauto (male) e un uomo, forse il marito, la picchia prima con una bottiglia poi con un doppio pugno. Il cane è molto spaventato.

Il ruggito alla carbonara

Un uomo sul balcone a Roma urla “ce la faremo” con una potenza da capo ultras. Il breve filmato diventa subito virale e viene remixato in mille modi. La più bella è la chiave techno. Estasiante, da ascoltare per ore.

Renzie, cazzo are you dicing?

Ne girano un paio e tornano dopo lunga attesa i discorsi di Matteo Renzi in inglese sul tema catastrofi, sottolineati bene (ovvvero dei litteral. Filologicamente parlando riprendono l’ormai epico Shish! utilizzando la foto di Saw L’enigmista al posto della parola “So”). Il brutto è che di sicuro in questi anni Renzi ha pure studiato l’inglese.

https://www.facebook.com/alessandro.maiorano.393/videos/3143032049081367/

Fame di primi ministri

Senza discriminazioni gender ma questo è un link per le donne. Solo loro sono convinte che Conte sia un sex symbol. A lui è dedicata Daddy.Conte, la pagina del momento, con tanto di sfondi per il cellulare da scaricare

https://www.instagram.com/daddy.conte/?hl=it

qui un’ottimo lavoro di MimmoModem a riguardo: https://www.instagram.com/p/B9ugAIZDuWl/?utm_source=ig_web_copy_link

Ah Bob Dylan, scansate, che sennò ne mollo una pestilenziale

I due inni del maestro Bini. Un mese fa cantava “non lasciamoci condizionare dalla paura” in No alla paura (divenuta a un certo punto il pezzo di apertura de La Zanzara) ma ora è passato a Emergenza, allineandosi con le maggiori potenze mondiali. Si è una cosa seria. Emergenza!

Il trash è immenso più del cielo

Strabiliante escalation di questa star venuta dal nulla. Probabilmente messo in quarantena e molto annoiato, quest’uomo diventato ispirazione per i più sconosciuti e dispensa interpretazioni cinematografiche e altre scenette.

https://www.facebook.com/IntrashTtenimento2.0/videos/226270058513067/

https://www.facebook.com/IntrashTtenimento2.0/videos/2530989867167583/

Bello figo: un faro rotto nell’incendio

Il mondo della musica da il suo contributo con il pezzo più impegnato di Bello Figo Gu che introduce la sua Coronavirus con una tesi perentoria: «con coronavirus si tromba a fatica!»

Ecco cosa succede quando forziamo i bambini a urlare “ce la faremo”

https://www.youtube.com/watch?v=EW7dVqqxJOc

LucA Giurato dislessico

Da casa mia è tutto, a voi studio!

Leggi anche: