fbpx

L’infografica che spiega come creare un post di LinkedIn perfetto

29 Aprile 2022
176 Visualizzazioni

Tra tutti i social media a disposizione LinkedIn è sicuramente quello che incute più timore. Intendiamoci, non è difficile da usare, ma rispetto a Instagram, Snapchat o Twitter segue delle dinamiche differenti, alle quali bisogna abituarsi (e sì, ci vuole un po’ di tempo). Che si abbia un business, che la carriera sia quella di mental coach, o che la posizione ricoperta sia quella di un normale stagista, su LinkedIn vale una regola generale non scritta, non applicabile a tutti gli altri social: aprire un profilo e non curarlo non ha senso, tanto vale non farlo. Su LinkedIn non esiste il “meglio esserci a tutti i costi”; no. Altrimenti il rischio è quello di fare una pessima figura (o peggio, essere scambiati per Boomer).

Chiarito questo concetto fondamentale, c’è una cosa importante da sapere per gli appassionati del social: LinkedIn mette a disposizione degli utenti un ottimo blog, dove è possibile trovare tutti i conigli necessari per fare post, sondaggi o infografiche di successo. E questa volta ne abbiamo trovato uno per voi.

Facile come mangiare un panino

Creare una strategia marketing di successo è il primo passo per dare una scossa positiva al proprio business o alla propria carriera, ecco perché le infografiche si rivelano uno strumento estremamente utile. Crearle in modo equilibrato può sembrare più difficile del previsto, si oscilla sempre tra: scrivere troppo o troppo poco, scegliere immagini poco chiare o che distolgono l’attenzione dalle informazioni, o ancora, usare tutti i colori dell’arcobaleno.

Secondo Alexandra Rynne, a capo della Content Strategy del social, per fare un post equilibrato è necessario rispettare cinque elementi chiave: effetto visivo ‘wow’, introduzione fluida, ganci accattivanti tra un argomento e l’altro, informazioni interessanti e una call to action allettante. “La creazione di contenuti e l’arte di preparare un sandwich hanno molto in comune. In entrambi i casi, si cerca di deliziare la persona. Occorrono quindi gli ingredienti giusti, disposti nella giusta combinazione, affinché il prodotto sia una gioia da consumare, e che faccia sentire soddisfatti gli ascoltatori (o, meglio ancora, che li faccia desiderare un po’ di più)”, spiega Rynne. Creare il post perfetto è facile come mangiare un panino: “Aggiungi sempre un pizzico di umorismo e il tuo post sarà piccante come la senape”. 

Gli ingredienti di un post LinkedIN efficace

Si inizia con la parte superiore del panino, uno strato ‘croccante e accattivante’: “Si tratta di un’immagine forte per attirare il lettore”, prosegue Rynne. Si aggiungono poi paragrafi introduttivi “che corrispondono alla lattuga, al pomodoro e al formaggio”, servono per coinvolgere il lettore, che ne vorrà ‘sempre di più’, e continuerà a sgranocchiare le informazioni. I ganci tra un argomento e l’altro sono la senape e la maionese: non si notano, ma sono fondamentali per unite il tutto. “Non dimenticare di aggiungere la parte essenziale, la carne, e cioè il focus che il cliente sta cercando. Richiudi il tutto con un una call to action, lo strato inferiore del panino, che conclude la presentazione. Questi gustosi suggerimenti ti aiuteranno a metterti in gioco, eliminando la concorrenza. Un ottimo contenuto, così come un ottimo panino, dovrebbe essere veramente facili da preparare”, conclude la content strategist.