Nel 2018 le aziende investiranno 1,8 miliardi su Instagram. Come diventare Influencer?

13 giugno 2018
6 Condivisioni 163 Visualizzazioni

“Ma ‘sti influencer su Instagram… Cosa fanno?”. Soldi. Ora che questo concetto è chiaro a tutti ammettere di voler essere (o fare?) influencer non è più una vergogna. E, quindi, come diventare un influencer? Bisogna dirlo: non è per tutti, ma se si ha la stoffa, bisognerebbe almeno provarci.

Secondo lo studio Influencer Marketing Hub 2017 molte delle aziende che hanno investito in influencer marketing hanno avuto un ritorno di 7,65 $ per ogni dollaro speso. Ma il ROI (ritorno d’investimento) può essere decisamente più elevato, e arrivare anche a 20 $.

Così, oggi, il 37% delle aziende nel mondo include nei propri budget annuali investimenti per questo tipo di marketing. E i dati dimostrano che il trend continuerà a crescere: nel 2016 l’investimento su Instagram era stato di 700 milioni di dollari, nel 2017 è stato di 1,2 miliardi e quest’anno si prevede che raggiungerà la cifra di 1,8 miliardi di $.

E non pensate che servano centinaia di migliaia o addirittura milioni di follower. In questo campo, less is more. Vuol dire che al crescere dei follower si abbassa l’engagement rate. Meglio pochi, ma selezionati (o fidati) follower che condividono i tuoi gusti e le tue abitudini.

Come diventare Influencer? Per iniziare la propria carriera di influencer si può usare una piattaforma come Brandorbi, che vi mette in diretto contatto con i brand che cercano influencer e che hanno deciso di applicare questa strategia di marketing.

La piattaforma consente alle comunità digitali di creare brand experience concrete attraverso l’utilizzo di algoritmi che permettono di incrociare le necessità di un brand con il perfetto portavoce. Una volta individuato il giusto profilo, l’influencer viene incaricato di organizzare un evento in una location a sua scelta, coinvolgendo il suo network. Il marchio sfrutta quindi questa occasione per coinvolgere una comunità funzionale ai suoi scopi e che genererà  pubblicità gratuita, contenuti e agevolerà le pubbliche relazioni.

Sono gli Influencer a stabilire il prezzo per i loro servizi, ma le transazioni sono tutte gestite da Brandorbi, che prende una commissione trasparente del 12%.

Il 30 Maggio 2018 Brandorbi ha lanciato la sua prima campagna di crowdfunding sulla piattaforma Opstart per un target di raccolta di 295.000€ ed equity di 17,40% corrispondente. L’offerta durerà 45 giorni.

E ora che sai come diventare influencer, LEGGI ANCHE:

Cosa fare quando non si riesce a vendere casa? Ci salva il Dio Algoritmo

I casi umani tutti a me! Un bestiario digitale. Ovvero, Super Quark del web 

Esperimento (a)sociale: ho parlato per una settimana utilizzando solo gif Telegram

 

 

Potrebbe interessarti

Maturità 2018, le tracce e il toto-tema in un sondaggio
Appuntamenti
3 condivisioni24 visualizzazioni
Appuntamenti
3 condivisioni24 visualizzazioni

Maturità 2018, le tracce e il toto-tema in un sondaggio

Mathilde Smith - 19 giugno 2018

«Cosa vorresti che ti chiedessero?». «Speriamo mi chiedano l’argomento a scelta». «Perché non esce una traccia su Alessandro D’Avenia?». Maturità…

Fare il bagno in acqua fredda: dimmi come ti immergi e ti dirò chi sei. Il tipo da tuffo vs il tipo che si abitua.
Lifestyle
2 condivisioni50 visualizzazioni
Lifestyle
2 condivisioni50 visualizzazioni

Fare il bagno in acqua fredda: dimmi come ti immergi e ti dirò chi sei. Il tipo da tuffo vs il tipo che si abitua.

Mordeicani Richler - 19 giugno 2018

Fare il bagno in acqua fredda: il mondo spaccato in due. Da una parte i “quelli che si abituano”, gli…

Ecco perché il parcheggio cicogna distruggerà la specie umana
Cultura
8 condivisioni73 visualizzazioni
Cultura
8 condivisioni73 visualizzazioni

Ecco perché il parcheggio cicogna distruggerà la specie umana

The Millennialist - 18 giugno 2018

Risse, insulti, scene apocalittiche. Il parcheggio rosazzurro con il volatile porta-poppanti si può rivelare una tragedia per il mondo. Ecco…