Vi giuro che lo spazzolino elettrico è un ottimo vibratore (e al check-in nessuno ride)

Avatar
19 Agosto 2019
1118 Visualizzazioni

Da una confessione su Medium scopriamo che lo spazzolino è un ottimo vibratore e non ti fa vergognare ai controlli aeroportuali

Anche se la porta del bagno non si chiude a chiave, e pur consapevole di quanto sarei rimasta mortificata se fosse entrato qualcuno, ho acceso lo spazzolino elettrico. Ha capito subito che la maniglia offriva buone vibrazioni in grado di rivaleggiare con la maggior parte dei vibratori da sexy shop.

Quindi così, per curiosità, ho appoggiato l’estremità dell’apparecchio al mio clitoride.

Mi sono sentita bene.

Viaggiate comode.

Non viaggio molto, ma oggi so che potrei mettere uno spazzolino elettrico nel mio bagaglio a mano, evitando l’imbarazzo di dover salire in aereo con un vibratore. E magari quello di essere beccata da una radiografia della mia borsa al metal detector dell’aeroporto.

Eviterei poi anche le ironie di un qualche agente malizioso: tra uno spazzolino elettrico e un vibratore rosa con le orecchie da coniglio, il primo non dovrebbe solleticare le fantasie di nessun agente della sicurezza.

A proposito di vibratore rosa con orecchie da coniglio, possiedo uno di questi cosi. È giustamente chiamato “il coniglio” (Rabbit) e presenta non solo le classiche orecchie da coniglio di cui sopra, ma anche una faccia da coniglio con un adorabile naso a bottone e una bocca sorridente. Mancano solo i baffi.

Io e la mia amica abbiamo visitato un sexy shop locale alla ricerca del vibratore perfetto. Il giorno dopo avrebbe subito un lieve intervento chirurgico, e avevo passato la la settimana nel suo monolocale ad accudirla e a dispensarle farmaci antidolorifici.

Per qualche strana ragione, deve aver pensato che mi sarebbe piaciuto dedicare un po’ di tempo libero a masturbarmi nel suo bagno con un nuovo vibratore. Ma io non lo volevo.

Però siamo finiti in un negozio di sex toys ben illuminato, provando i vibratori sulla punta del nostro naso, come suggeriva la commessa. Il negozio non vendeva un solo tipo di vibratore a coniglio ma addirittura tre diverse versioni di rabbit.

Che cosa ho imparato dall’import export dei vibratori

I tre vibratori a coniglio esposti erano simili ma il loro meccanismo elettronico interno era diverso.

I tre vibratore arrivavano da Germania, Giappone e Stati Uniti. Quello giapponese vantava un motore silenzioso, ma era anche il più caro. Quello tedesco aveva più potenza, ma era più aggressivo di quello del giapponese. L’ultimo era americano. Era quello che costava meno. Ma faceva un rumore pazzesco, come fosse una motosega da competizione.

Ho comprato il vibratore americano. Ora, se lo uso, devo assicurarmi di essere a casa da sola. Fa un chiasso boia ma serve egregiamente allo scopo.

I cetrioli non sono migliori degli uomini

Tra le classiche battute a cena con le amiche c’è la baggianata dei cetrioli che sono meglio degli uomini, non foss’altro che ad esempio, il cetriolo medio è lungo poco più di 15 cm.

Per esperienza posso dire che i cetrioli sono sopravvalutati.

Una volta mi sono masturbata con un cetriolo per vedere come fosse. Anche se ho lavato accuratamente il cetriolo con il detersivo per i piatti e l’acqua calda, ho usato un condom per paura che ci fossero dei parassiti nascosti. Una eventuale presenza di afidi o coccinelle nella vagina era l’ultima cosa che avrei voluto spiegare a un ginecologo.

Alla fine dei conti però è meglio lo spazzolino elettrico-vibratore. E quando si tratta di masturbazione rapida, silenziosa e discretapreferisco ancora il mio telefono della doccia massaggiante Tuttavia continuo a sperimentare cose nuove. Non si sa mai.

Articolo originariamente apparso su Medium a firma di Tracy Wildfire

LEGGI ANCHE:

Come gli uomini cercano di giustificare le foto porno sul loro smartphone

Flirtare in chat è tradimento? Forse no: a volte preserva da quello fisico

Disturbi da social network: come funziona la dipendenza dai like